Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2014

LE IRRESISTIBILI RISPOSTE DEI ROMANI AL MESSAGGIO DELL’ISIS: “PRENDEREMO ROMA”

Immagine
le irresistibili risposte dei romani al messaggio dell’isis: “prenderemo roma” Le irresistibili risposte dei romani alle minacce lanciate dai tagliagola dell'ISIS che hanno dichiarato “Prenderemo Roma":
- “daje che ve damo 80 € a tutti"
- “Se ce fanno no squillo buttamo la pasta”
- “Se arrivate verso le 5 del pomeriggio, nun fate er raccordo!”
- " nun fate via nazionale che è piena de buche’’..

- Se v'avanza un po' di tempo completate la Salerno-Reggio Calabri Se v'avanza un po' di tempo completate la Salerno-Reggio Calabria 
Chi ha voglia di comunicargli che c'è una piccola tassa da pagare per le invasioni con anticipo del 114% a Gennaio e saldo a Marzo, poi ci sarebbe l'addizionale sul rapimento ma è dovuta in tre rate che vengono comunicate per data ed importo circa 15 minuti prima della scadenza. Venite venite...

- Se te porti via mi moglie la croce c'è l'hai tu a vita


- L'importante è che non chiedano sette vergini per ognuno …

Alessandro Treves : Israele , Nonne che guardano le guardie

Immagine
Nonne che guardano le guardie
Il sole di maggio già picchia sulle colline pietrose a Est di Qalqilya, e fa risaltare il nastro sterrato della barriera di separazione, che in quel punto si snoda a separare le case del piccolo villaggio palestinese di Wadi a-Rasha dalle terre degli abitanti di Wadi a-Rasha. La nostra guida, Pitzy, una volontaria dell’associazione femminile Machsom Watch, ci parla del costo al chilometro della barriera, di 12 milioni di shekel se realizzata in filo spinato e di 14 se a muro in cemento, e del costo umano per i contadini palestinesi, che per raggiungere i propri campi sono costretti a lunghi giri attraverso valichi che vengono aperti due o tre volte al giorno. "Se uno deve andare solo ad aprire l’acqua per l’irrigazione, difficilmente riesce, anche quando i soldati sono beseder, a passare dal valico, andare al proprio campo, aprire l’acqua e tornare indietro nello stess…

Gideon Levy : What Abbas should have said:

I've just discovered that Haaretz posted an English translation just before I posted this, apologies for misleading anyone.
Gideon Levy

28 September 2014
And this is what Mahmoud Abbas should have told the UN:
"I stand here in front of you, at the end of another unavoidable defensive war by Israel, a small and weak country struggling for its survival. I stand here to express our gratitude and thanks. We thank the Israeli David who, once again, was able to get the better of the Palestinian Goliath. Our thanks to Israel paltry military for defeating the armies of the Palestinians; we applaud it for that. Thanks to the most moral army in the world, which once again proved its ethical superiority. Thank for the "knock on the roof" procedure, thanks to the application of the Hannibal procedure in Rafah, thanks for Shuja'iyya, thanks for the hundreds of children, women and men killed, most of whom innocent civilians, all of whom were worthy …

Israele: una foto, un prigioniero,.......

Immagine
Armed Palestinian teen caught at Israeli moshav - Diplomacy and Defense Youth, who crossed through security fence from Gaza, carrying a knife and spikes, is tracked down by civilian security officer. haaretz.com In qualunque democrazia questa foto sarebbe oggetto di indignazione o perlomeno di una riflessione  indipendentemente dal crimine, vero o presunto,  commessodal detenuto
2

Varsavia: la città si ferma (video)per ricordare la rivolta del ghetto di Varsavia

Ogni 1° agosto Varsavia, in Polonia, si ferma per un minuto per commemorare la perdita di200.000 civili polacchi a seguito della rivolta di Varsavia durante la Seconda Guerra Mondiale.

Meretz accusa Netanyahu di "continuare a gestire il conflitto, invece di risolvere il conflitto."

Immagine
Gal-On: Abbas speech shows lack of Palestinian trust in Netanyahu as a partner for peace

"Meretz sostiene gli sforzi internazionali di Abbas per la fine dell'occupazione e per ottenere il riconoscimento internazionale come Stato [palestinese] e membro delle Nazioni Unite in modo da raggiungere la pace in negoziati bilaterali tra eguali . Il suo discorso riflette la sfiducia totale di Abbas in Netanyahu come un partner per la pace. Netanyahu ha rifiutato di negoziare per cinque anni ed i colloqui sponsorizzati dagli americani non hanno portato da nessuna parte . La costruzione selvaggia degli insediamenti è proseguita Ora Netanyahu vuole continuare la 'gestione del conflitto', invece di risolverlo "

Uri Misgav: si può vivere in Israele senza contribuire all'occupazione?

Immagine
I soldati israeliani all'uomo un posto di blocco a Hebron il 15 giugno 2014, come Israele ha imposto una stretta chiusura della città.Photo by AFP |Settembre28, 2014 | 01:35 |2 Sintesi personale

Cosa possiamo dire di qualcuno che vive in Israele, ma a un certo punto decide che non vuole partecipare all' occupazione e alla colonizzazione ? Cosa ci aspettiamo da una tale persona? Queste sono domande serie e voglio risposte serie, sia da destra che da sinistra.
Questa persona è cresciuta  in Israele adempiendo a  tutti i suoi obblighi. Politicamente egli ritiene con ogni fibra del suo essere che l'occupazione e gli insediamenti corrompono il paese e porteranno alla sua distruzione. Moralmente  egli non vuole partecipare tale follia e a tali  malefatte.Gli  si spezza il cuore , è una sfida  alla logica, così si mette alla ricerca dei modi per  poter vivere con tale contraddizione.
Non vuole continuare a  sentir parlare di un "processo diplomatico" e …

Uri Misgav : Can you live in Israel without contributing to the occupation?

Immagine
Israeli soldiers man a checkpoint in Hebron on June 15, 2014, as Israel imposed a tight closure of the town.Photo by AFP | Sep. 28, 2014 | 1:35 AM | 2


What can we say about someone who lives in Israel but decides at some point that he doesn’t want to take part in the occupation and settlement enterprise? What do we expect from such a person? These are serious questions and I want serious answers, from both the right and the left.
This person was raised and educated in Israel, fulfilling all his obligations. Politically, he believes with every fiber of his being that the occupation and settlements corrupt the country and will lead to its destruction. Morally, he doesn’t want to take part in the folly and wrongdoing. It breaks his heart and defies logic, so he searches for ways to let him live with himself.
He doesn’t want to keep hearing about a “diplomatic process” and “diplomatic ho…

Amira Hass : quando a una giornalista di haaretz si chiede di lasciare l'università di Birzeit

Immagine
Amira Hass*   Haaretz
La Fondazione tedesca Rosa Luxemburg e il Centro per lo Sviluppo degli Studi (CDS) dell’ Università Birzeit hanno organizzato un convegno dal titolo: “Alternative allo Sviluppo Neo Liberista nei Territori Palestinesi Occupati- Una Prospettiva Critica”. Durante la prima presentazione di martedì [23 sett. n.d.t.] , due professori del CDS mi hanno avvicinato a distanza di dieci minuti l’uno dall’altro, chiedendomi di uscire perché avevano bisogno di parlarmi. Ho chiesto loro di aspettare fino alla pausa, ma dopo che me lo hanno chiesto per la terza volta sono uscita dalla sala della conferenza. “Non ho il permesso di stare qui?” ho domandato un po’ scherzosamente, ma uno dei docenti [mi] ha risposto che c’era un problema. Quando mi sono registrata all’ingresso, ho scritto accanto al mio nome il giornale al quale appartengo, cioè Haaretz. Da più di due decenni , ha detto la professoressa, vige un regolamento a Birzeit che vieta agli Israeliani (cioè gli eb…

Roma a sostegno dei diritti del popolo Palestinese

Immagine
Senza giustizia non può  esserci una vera pace



Fulvio Scaglione :Gaza, la gente non striscia

Immagine
Gaza, la gente non striscia
E dunque: 51 giorni di guerra, 2.136 palestinesi morti, 7 mila nati. È chiaro: si parla tanto di terra ma il problema restano le persone, questo popolo che non si arrende, non si integra e si moltiplica. Ma anche l’evidenza va presa con le pinze, nel gioco di specchi del Medio Oriente. Girare per la Striscia di Gaza lo conferma in modo clamoroso.
Ieri ero a Nahal Oz, il kibbutz sul confine con la Striscia. Le case di Gaza sono a 600 metri e uno dei tunnel scavati dai guerriglieri di Hamas è sbucato, in territorio israeliano, a 300 metri. Oggi sono nella Striscia, intravedo Nahal Oz nella foschia da calura, vago tra le macerie e i crateri rimasti all’imboccatura dei tunnel fatti saltare. Delle tante guerre combattute qui (2001, 2004, 2007, 2008, 2009, 2012), l’ultima è stata appunto quella dei tunnel.
Che avrebbero sorpreso e spaventato Israele. Dalla Striscia le cose sembrano un po’ diverse. «Ma certo che sapevamo dei tunnel! » dice con una risata Ahmed. …

Amira Hass : When a Haaretz journalist was asked to leave a Palestinian university

Immagine
An isolated incident snowballed into a wide debate whether Birzeit students' right to a safe space where Israelis are not allowed should apply to leftists, as well. By | Sep. 28, 2014 | 8:44 AM | 2

Birzeit University.Photo by Wikimedia Commons
May 18, 2010 | 2:12 AM The German Rosa Luxemburg Foundation and The Center for Development Studies (CDS) at Birzeit University organized a conference entitled, "Alternatives to Neo-Liberal Development in the Occupied Palestinian Territories – Critical Perspectives." During the first presentation on Tuesday, two lecturers from the CDS approached me within ten minutes of each other, asking me to step outside, saying that they needed to talk to me. I asked them to wait until the break, but after they asked me a third time, I stepped out of the …

Mohammed Othman : Gli abitanti di Gaza disperatamente frustrati dai litigi Hamas-Fatah

Immagine
 sintesi personale  Khan Yunis, nella Striscia di Gaza - Umm Rashed al-Najjar si siede all'ombra di una tenda che  ha eretto vicino alla sua casa demolita  nella città distrutta di Khuza'a, a est di Khan Yunis.Nelle vicinanze si trovano centinaia di containers   donati come unità abitative temporanee per le famiglie sfollate.Il timore  è  che possano  diventare una soluzione a lungo termine ai loro problemi abitativi. "Questi contenitori non sono adatti per alloggiare. Eravamo abituati a possedere interi edifici e siamo troppi in famiglia per poter risiedere qui . Ci rifiutiamo assolutamente di viverci .Si deve iniziare la ricostruzione delle case"
Ha notato che il terreno   dove sono collocati questi contenitori è adatto solo per gli animali, aggiungendo che ha perso la speranza nel vedere la sua casa ricostruita presto.

Contenitori mobili per gli sfollati in Khuza'a, a est di Khan Yunis, nel sud della Striscia di Gaza, il 18 settembre, 2014 (foto di Moha…

Mairav ​​Zonszein : come Israele silenzia il dissenso

Immagine
How Israel Silences Dissent Those who express sympathy for Palestinians have been threatened, even fired from jobs. nytimes.com|Di Mairav Zonszein
Sintesi personale

Jaffa, Israele - Il 12 luglio, quattro giorni dopo l'ultima guerra a Gaza, centinaia di israeliani  si sono riuniti nel centro di Tel Aviv per protestare contro l'uccisione di civili da entrambe le parti e chiedere la fine dell'assedio di Gaza e dell'occupazione israeliana nella  Cisgiordania. Hanno cantato, "ebrei e arabi rifiutano di essere nemici." Hamas aveva avvertito che avrebbe sparato una raffica di razzi contro centrale di Israele dopo le 9 di sera e lo ha fatto. Ma le lesioni subite a Tel Aviv quella notte non derivavano  dal lancio di razzi, ma da un attacco premeditato di un gruppo di estremisti ebrei israeliani.che cantavano "Morte agli arabi" e "Morte alla sinistra  ," e hanno  hanno attaccato i manifestanti violentemente .Alcuni manifestanti sono stati picchia…