Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2020

ma va.... 2020 . Canzone e video

Immagine
  varie

Ghada Majadli | I vaccini COVID per Gaza non sono carità. È il dovere legale e umanitario di Israele -

Immagine
 articolo qui  tag  Gaza HAARETZ.COM COVID vaccines for Gaza isn't charity. It's Israel's legal and humanitarian duty | Opinion *** Articolo completo in inglese qui  Traduzione Sintesi Partiamo dalla fine: Israele ha un dovere legale e umanitario nei confronti dei palestinesi in Cisgiordania,nella  Striscia di Gaza e a  Gerusalemme est - come  potenza occupante  che ha imposto un  blocco  di Gaza da anni e  controlla tutti gli aspetti della vita nei territori occupati . La narrazione dell'autonomia palestinese e di uno stato indipendente nel quadro degli  accordi di Oslo svanisc e    ogni volta che una jeep dell'esercito israeliano entra , quando gli aggrada, a Ramallah o a  Jenin, ogni volta che i soldati israeliani invadono le case dei palestinesi ad  Al-Mughayyir  e rimuovono con la forza i minori dalle loro case,  ogni volta che una persona malata, un uomo, una donna, un bambino o un anziano, attende  un permesso israeliano  per recarsi in un ospedale palestine

Ghada Majadli Opinion | COVID Vaccines for Gaza Isn't Charity. It's Israel's Legal and Humanitarian Duty

Immagine
  Articolo completo qui  Let’s start from the end: Israel has a legal and humanitarian duty toward the Palestinians in the West Bank, Gaza Strip and East Jerusalem – as an   occupying power  that has imposed a years-long   blockade   of Gaza, and as the party that controls all aspects of life in the occupied territories through control of checkpoints, natural resources, determinants of health and more. Tales of Palestinian autonomy and an independent state in the framework of the  Oslo Accords  evaporate whenever an Israeli army jeep enters Ramallah or Jenin at will, whenever Israeli soldiers invade the homes of Palestinians in  Al-Mughayyir  and forcibly remove minors from their houses, and whenever a sick person, a man, woman, child or senior citizen, waits for  an Israeli permit  to travel to a Palestinian hospital in the West Bank or East Jerusalem for medical treatment. First of all, all the equipment that’s necessary to contend with the coronavirus in Gaza does not count as aid,

Parroco di Gaza: Natale da isolati, ma nella solidarietà

Immagine
  ASIANEWS.IT ISRAELE - PALESTINA Parroco di Gaza: Natale da isolati, ma nella solidarietà Per i cristiani della Striscia la chiesa è “il luogo dove hanno casa”. Per arginare la pandemia le autorità hanno chiuso i luoghi di culto e imposto il coprifuoco. In un anno nessun permesso per uscire e visitare Betlemme e Gerusalemme. Ma non mancano i momenti di festa e condivisione: come la distribuzione di cibo e kit di igiene, anche per alcune famiglie musulmane.Gaza (AsiaNews) - Le restrizioni imposte dalle autorità per contenere i casi di Covid-19, in aumento nella Striscia, unite al blocco di Israele hanno offuscato l’atmosfera del Natale, vissuto in tono minore. I fedeli erano “dispiaciuti” per la chiusura dei luoghi di culto, perché “tengono molto alle liturgie della festa, inoltre la chiesa è centro spirituale e sociale per i cristiani, è il luogo dove hanno casa”. È quanto racconta ad AsiaNews il parroco di Gaza p. Gabriel Romanelli, sottolineando “le diverse iniziative” promosse dall