Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2016

Hamas va avanti, eseguite le prime tre condanne a morte

Immagine
Hamas va avanti, eseguite le prime tre condanne a morte Gli appelli dei centri per i diritti umani non sono serviti a nulla. Ieri all’alba a Gaza sono stati giustiziati tre dei 13 palestinesi condannati per omicidio e reati comuni… ilmanifesto.info


Gli appelli dei centri per i diritti umani non sono serviti a nulla. Ieri all’alba a Gaza sono stati giustiziati tre dei 13 palestinesi condannati per omicidio e reati comuni di cui era stata annunciata l’esecuzione in tempi stretti dal premier di Hamas Ismail Haniyeh. Le esecuzioni sono avvenute nei pressi della sede centrale della polizia – non in pubblico come era stato annunciato inizialmente – alla presenza delle famiglie delle vittime che si sono rifiutate di perdonare e, quindi, di salvare la vita ai tre condannati: Mohammed Othman, Yousef Abu Shamla e Ahmad Sharab. Due sono stati impiccati, il terzo è stato fucilato. Il governo di Hamas afferma di voler dare una risposta all’aumento della criminalità. Il procuratore gene…

Kabul, il defunto capo talebano Mansur "più volte a Dubai" per raccogliere fondi

Immagine
Kabul, il defunto capo talebano Mansur "più volte a Dubai" per raccogliere fondidi Pierre Balanian
Bahrain ed Emirati hanno finanziato (e continuano a farlo) i talebani in Afghanistan. In 10 anni il mullah Mansur ha compiuto diversi viaggi all’estero, passando attraverso il Pakistan in violazione all’embargo Onu. Fra questi almeno 18 viaggi a Dubai, per incontrare uomini d’affari afghani e arabi. Kabul (AsiaNews) - Ormai non passa un solo giorno senza che gli Stati Uniti scoprano ambiguità presso i loro alleati nei Paesi islamici. L’ultima giunge dagli Emirati Arabi Uniti (Eau) e dal Bahrein, due nazioni arabe del Golfo che, secondo l’agenzia Bloomberg, avrebbero finanziato - e continuano a farlo - i talebani in Afghanistan.
La notizia non poteva certo lasciare indifferenti, dal momento che la guerra contro l’Afghanistan iniziata nel 2001 è costata sinora la vita di oltre 2200 soldati americani e 700 miliari di dollari in spese belliche.
Il 23 maggio scorso il pres…

Operai di Gaza pochi diritti, paga bassa

Immagine
Isra Saleh el-NameyThe Electronic IntifadaGaza Strip 19 May 2016 Hani Abu Talal è un uomo con una  missione. 
Il 34 enne operaio passa le sue giornate a battere le strade del campo profughi di Nuseirat nella Striscia di Gaza alla ricerca di tutti i nuovi progetti edili per cui potrebbero essere utili  le sue braccia  e il suo tempo . Questa  è la sorte di un bracciante . La sua fortuna è nelle mani di quei pochi  capisquadra in loco  con un lavoro da offrire . La sua missione è quasi impossibile . Questa è Gaza : qui c’è il più alto tasso di disoccupazione al mondo .
" Trovare un lavoro avviene ogni luna blu (non molto spesso)  ", ha detto Abu Talal . " Sto sempre attento ad una qualsiasi possibilità di ottenere un lavoro e fare qualche soldo . " Il giorno di lavoro casuale , però, non salva dal cadere nell’estrema povertà. Un padre di cinque figli , Abu Talal, dice di essere fortunato se dopo un intero giorno d…

Ofri Ilany : Israele nega sistematicamente 1.400 anni di storia musulmana

Immagine
1


Sintesi personale
Mentre siamo stati impegnati a discutere  la Nakba, tutti noi stiamo rinnegando il passato musulmana di questo paese.
"Filastin:  è 'l'ultima delle regioni della Siria in direzione dell'Egitto.Le sue città più famose sono Ashkelon, Ramle, Gaza, Arsuf, Cesarea, Nablus, Gerico, Amman, Jaffa e Beit Guvrin. "Questa è la frase della sezione intitolata " Filastin "nel libro",Dictionary of the Lands,” "scritto dal geografo musulmano Yaqut ibn Abdullah al-Hamawi nel 1225. Questo è stato quasi 800 anni prima che  MK Anat Berko affermasse che" non c'è nemmeno una 'P' in arabo, quindi  il termine 'Palestina' merita  un maggiore controllo "
L'affermazione priva di fondamento di Berko  è ridicola .Eppure la critica alle sue parole  è velata di ipocrisia , in quanto  la  negazione del passato palestinese in Israele è un fenomeno diffuso.Il sistema di istruzione, i media e l'industria del tur…

La curiosa storia degli ebrei che fecero Milano

Immagine
http://www.linkiesta.it/…/la-curiosa-storia-degli-eb…/30540/ La curiosa storia degli ebrei che fecero Milano Dalla banca popolare all’Asilo Mariuccia, dal socialismo al fascismo, dal Risorgimento alla Resistenza. Storia di una comunità ebraica anomala. Che Rony Hamaui ha raccontato in un libro linkiesta.it 27 Maggio 2016 - 13:56
«Milano, per la comunità ebraica italiana, è un’anomalia». Senza ghetto, senza sinagoghe nascoste, senza cimiteri abbandonati. Ma nello stesso tempo, non c'è città italiana - sicuramente non negli ultimi due secoli - che debba così tanto agli ebrei nel definirne l'identità economica, sociale e culturale. A raccontarlo, Rony Hamaui, nel suo nuovo libro “Ebrei a Milano” (il Mulino) che sarà presentato nell'ambito della manifestazione Jewish in the city, festival internazionale di cultura ebraica giunto alla sua terza edizione, che si terrà dal 29 al 31 maggio a Milano.
Hamaui, perché Milano è un’anomalia, nella…

Tel Aviv: migliaia di ebrei e arabi israeliani in piazza contro la politica della destra

Immagine
Migliaia di ebrei e arabi israeliani  hanno protestato per le strade di Tel Aviv ieri sera  . Hanno espresso un deciso  dissenso per la politica del governo. Vogliono uguaglianza,  vogliono vivere insieme in pace . Costituiscono  una vera opposizione. Non permettere  che qualcuno   dica il contrario. C'e' una vasta area  di persone in Israele che denuncia il razzismo,l'occupazione  e ,  insieme, con convinzione,  vogliono vincere la destra.






·
Sintesi personale






Circa 2.000 israeliani arabi ed ebrei a Tel Aviv contro la politica di destra del paese, il 28 maggio 2016. (Oren Ziv / Activestils.org) Duemila ebrei e arabi  hanno protestato  contro governo sempre più di destra di Israele  nel centro  di Tel Aviv  Lo slogan :  "resistenza costruttiva ,  costruzione di una opposizione,  costruzione di un altro percorso per Israele". Per la prima volta hanno  parlato insieme   Ayman Odeh e Meretz , sottolineando  la necessità di una risposta arabo-ebraica congi…