Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2008

Un messaggio ICQ: "vediamoci per mandare via gli arabi" Adolescenti attaccano due ragazzi arabi ...

Sintesi personale(solo elementi essenziali Decine di adolescenti da Gerusalemme hanno ricevuto lo stesso messaggio ICQ: "Stiamo per porre fine a tutti gli arabi di 'Pisga' [Pisgat Ze'ev] :fischiano alle ragazze, minacciano i più piccoli . Chiunque è ebreo dovrebbe essere al Burger Ranch(centro commerciale) alle 10 PM, e aggiungere il suo nome a questo messaggio." E' il 30 aprile, vigilia di Holocaust Remembrance Day. Decine di ragazzi giungono da tutte le parti della capitale : a piedi,in autobus ecc.. Sono armati di coltelli, di bastoni e vogliono punire gli arabi in quanto tali All'ingresso, la banda incontra due ragazzi del campo profughi di Shuafat e li pugnala , dopo averli picchiati .Pochi giorni fa, una requisitoria è stata presentata al Tribunale distrettuale di Gerusalemme contro gli 11 adolescenti di età compresa tra 15-19. La loro testimonianza dimostra che l'attentato è stato perpetrato in una società dove l…

i 20 anni dell'associazione israeliana: "medici per i diritti umani"

Sintesi personale (solo elementi essenziali


link Il Dr Ruchama Marton ei suoi colleghi si sono recati a Shifa Hospital nella Striscia di Gaza e sono rimasti sconvolti da quello che hanno visto .I medici vanno una volta al mese nei Territori Occupati con la loro "clinica mobile ed hanno curato circa 11280 palestinesi ,ma la situazione sta peggiorando a causa del muro di separazione e degli infiniti blocchi stradali. "Non siamo Medici senza frontiere, noi siamo coinvolti nelle violazioni di cui Israele è responsabile", ha dichiarato il presidente PHR Danny Filk Dr.,condannato nel 2004 per aver rifiutato di prestare servizio militare nei TO -"non siamo un 'organizzazione filantropica,.Offriamo servizi a una popolazione che lo stato ha classificato come non avente diritti ed è stata esclusa dalla società israeliana". Infatti l'organizzazione soccorre anche i lavoratori stranieri e i profughi. Filk racconta la storia di un bam…

Video: mercenario israeliano coinvolto formazione squadroni della morte in Colombia

1Giovedi scorso, la Corte suprema russa ha confermato la decisione di estradare in Colombia il mercenario israeliano Yair Klein. (ex ufficiale dell'IFD)Klein è stato condannato nel paese sudamericano in contumacia per aver addestrato gruppi paramilitari e milizie dei signori della droga negli anni 1980.
Video
2
Israele, Strasburgo accoglie ricorso di mercenario israeliano contro estradizione in Colombia Un mercenario israeliano, accusato dalla Colombia di aver addestrato squadre paramilitari negli anni Ottanta, ha vinto l'appello alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo di Strasburgo contro l'estradizione dalla Russia. Gal Yair Klein è stato processato in contumacia nel 2001 per aver addestrato gli "squadroni della morte" usati da Gonzalo Rodriguez Gacha e Pablo Escobar, leader del cartello di Medellin. Tra il 1999 e il 2000, Yair Klein ha scontato anche sedici mesi di reclusione in Sierra Leone per aver contrabbandato armi alla guerriglia del Revolution…

US prof. dona premio israelianoin denaro all'Università palestinese

Immagine
Sintesi personale articolo Il matematico americano David Mumford, co-vincitore nel 2008 del Premio Wolf in Matematica, ha annunciato di voler donare il denaro del premio alla Bir Zeit University, vicino a Ramallah,e all'associazione Gisha, una organizzazione israeliana che difende la libertà di movimento. dei palestinesi "Ho deciso di donare la mia quota del Premio Wolf per consentire alla comunità accademica della Palestina occupata a sopravvivere e a prosperare,. Io sono molto grato per il premio, ma credo che gli studenti palestinesi i dovrebbero avere la possibilità di andare altrove per acquisire un'istruzione. Gli studenti della West Bank d di Gaza oggi non hanno questa opportunità . Il sistema scolastico sta lottando per vivere e la libertà di movimento è molto limitata"Haaretz

I Cristiani sionisti e la loro influenza sulla politica della destra israeliana

1 aspetto poco noto del conflitto israelo-palestinese è il massiccio coinvolgimento delmovimento cristiano fondamentalista, statunitense o di derivazione statunitense (questo fenomeno è noto in italiano sotto vari nomi: cristiano-sionismo, cristianosionismo, sionismo cristiano). Un coinvolgimento che si è intensificato con la crescente politicizzazione della "destra religiosa" a partire dagli anni '70, ma che risale a molti decenni fa: «[la creazione di Israele] semplicemente non avrebbe avuto luogo senza il sostegno e gli incessanti sforzi deiCristiano-sionisti durante l'ultimo secolo e questo. È stato questo sodalizio che ha reso possibile lo Stato di Israele e una Gerusalemme unificata.»(3Benyamin Netanyahu, allora capo dell'opposizione, si rivolse con queste parole a una platea di cristiani a Gerusalemme nel 1995.

vedere anche
Marco D'Eramo - I sionisti evangelici, ''Il manifesto'' 10-9-2002
Frammenti vocali in MO:Israele e Palestina:
IL SI…

Or Yehuda-il rogo del Nuovo Testamento e le lacrime di coccodrillo

Immagine
1 la notizia è stata riportata dal Jerusalem post  e da Haaretz . Vedere qui:2 quando i sionisti evangelici facevano comodo alla destra nazionalista , finanziando le colonie e appoggiando ,più a destra della destra israliana,la politica israeliana nessuno di coloro  che ora accusano i giornali ,i blog  di aver montato la notizia  si scandalizzava del loro operato ,vero? anzi...un po' tardi per arrampicarsi sugli specchi: ancora una volta la vera responsabilità morale e spirituale e di quanti hanno appoggiato i settler accusando di antisemitismo chi  denunciava  l'occupazione  e l'espansione: sono loro che hanno creato questo Golem rovesciato e Netanyahu  e Sharon non hanno  nulla da dire ? visto che hanno allevato e nutrito una serpe in seno appoggiando per fini  di politica interni i messianici  ;facile gridare al Lupo ora....
Perchè meravigliarsi: video? Basta scorrere il tag: Hebron    e Gerusalemme dove ho riportato alcuni episodi di scontri tra sionisti evangelici e or…

la Siria preoccupata dell'abbraccio con l'iran

Fonti vicino al presidente Mahmoud Ahmadinejad hanno riferito la delusione e la sorpresa del Presidente per l colloqui israeliani e siriani "Le due parti hanno concordato di incontrarsi regolarmente. Il prossimo appuntamento sarà a Istanbul tra una settimana o 10 giorni," ha detto un funzionario del governo turco, Ehud Mark Regev,portavoce di olmert , ha confermato Haaretz
210 la Siria preoccupata dell'abbraccio con l'iran

Di Jeff Halper : i Ripensando a Israele dopo 60 anni

Immagine
Solamente a condizione di saper riconciliare la nostra celebrazione con la perdita palestinese possiamo finalmente avviarci sulla strada della gestione della presenza “nel nostro paese” di altre persone con rivendicazioni e con diritti altrettanto degni di considerazione, e con ciò aprire la via ad una pace giusta, alla riconciliazione e al conseguimento, quale che ne sia la forma politica, di una presenza nazionale ebraica nella Terra di Israele.Continua qui
Tag: 1948 brutti ricordi

reportage I ragazzi dei missili: nonna, vado a sparare

Immagine
Questo è tutto». Negli ultimi tre anni i missili Qassam hanno fatto dieci morti tra gli israeliani (l’ultima vittima una set timana fa). Nello stesso periodo, secondo i dati diffusi dallo Shin Bet, gli organi di sicurezza di Tel Aviv, le rappresaglie dell’esercito con la stella di David hanno cau sato nella Striscia di Gaza oltre mille morti. Lo dico ai ragazzi della Jihad: più lanciate razzi e più vi massacrano, che guerra è mai la vostra? «Lo sappiamo, loro sono più forti – ri spondono –. Con i Qassam non vogliamo vincere la guerra, bensì inviare un messaggio: voi israeliani ci avete rinchiusi in una grande prigione ma non pen sate di essere al sicuro. Ogni notte i nostri bambini piangono durante i raid aerei. Ebbene, provate an che voi la paura»................................   Ma c’è chi non vi trova nulla da ridere. «Loro fuggo no dopo aver tirato i razzi e l’esercito israeliano spa­ra addosso a noi», si lamenta Ramis Al-Athamna, la cui famiglia è stata decimata dalle bombe nel n…

Hamas condanna l'Olocausto

entre il popolo palestinese commemora il 60° anniversario della Nakba (“catastrofe”), cioè l’espulsione della maggior parte del nostro popolo da questa terra, coloro che sono rimasti in Palestina stanno subendo aggressioni, uccisioni ed arresti, la pulizia etnica, e l’assedio. Ma invece del sostegno e della solidarietà dei media occidentali, assistiamo a continui tentativi di difendere ciò che è indifendibile, o di attaccare i palestinesi stessi.Di recente sta prevalendo un atteggiamento che sembra far parte di un tentativo più vasto di isolare la leadership palestinese democraticamente eletta: si tende ad imputare a Hamas e agli abitanti della Striscia di Gaza sentimenti anti-ebraici, piuttosto che la semplice ostilità all’occupazione e al dominio sionista della nostra terra. Un recente articolo apparso sulla prima pagina dell’International Herald Tribune ha seguito questa linea, come anche un articolo uscito su questo giornale, a proposito di una trasmissione televisiva del canale s…

Raggiuto a Doha un accordo che mette fine a 18 mesi di crisi politica in Libano

Dopo cinque giorni di intensi colloqui tra maggioranza e opposizione riunite a Doha, in Qatar, con la mediazione del segretario dell Lega Araba, Amr Moussa, le parti hanno raggiunto un accordo che potrebbe mettere fine alla crisi politica iniziata 18 mesi fa. Gli estremi dell'accordo sono stati annunciati dal premier del Qatar Hamad bin Jassem al Thani, che ha spiegato che il primo passo sarà l'elezione del presidente, il maronita capo dell'esercito Michel Suleiman. La nomina del sostituto di Emile Lahoud, il cui mandato è scaduto lo scorso mese di novembre, è stata inizialmente annunciata entro 24 ore, ma è stata poi rimandata alla seduta parlamentare di domenica prossima.Continua qui Tag: guerra libano

Amos Harel: perchè è stato disconnesso il sistema difensivo ad Ashkelon ad

UN  Katyusha ha colpito un centro commerciale ad  Ashkelon ,ma l' 'attacco, non è stata preceduta da alcun avvertimento  anche se la città è collegata  al sistema di  allarme .In seguito alla protesta  dei residenti, l'IDF ha spiegato che il  sistema difensivo era stato disconnesso per paura di falsi allarmi Continua qui  

Tag;  strategia della tensione?


Amos harel: i colloqui con Hamas rompono un tabù

SINTESI PERSONALE In una lettera al Primo Ministro Ehud Olmert, a Ehud Barak e al Ministro degli Affari Esteri Tzipi Livni, i dettagli sono stati rivelato Venerdì, personalità politiche e militari premono per colloqui indiretti con Hamas .Tra i firmatari :MK Yossi Beilin (Meretz), i ex capo dello Shin Bet capo Ephraim Halevi, coinvolto nei colloqui con Hamas negli ultimi mesi l'ex capo di stato maggiore Amnon Lipkin-Shahak eil generale di brigata (res.) Shmuel Zakai, Comandante di divisione. Ciò che era tabù fino a due anni fa ,ora non lo è più Un importante militare, ha dichiarato: "Hamas non parteciperà ai negoziati, perché è in declino. Il suo regime non cadrà se il blocco continueràNella prossima settimana inizieranno i colloqui tra Egitto e Hamas, e Martedì ci sarà un incontro tra il Presidente egiziano Hosni Mubarak e Barak a Sharm al-Sheikh. Ma senza un accordo che includa significativi progressi verso la liberazione del soldato rapito Gilad Shalit…

Leonardo Coen: effetti collaterali palestinesi

L’esercito israeliano ha mitragliato e cannoneggiato con un carro armato una casa nel nord della Striscia di Gaza mentre una famiglia stava facendo colazione: il bilancio è agghiacciante, una strage. Quattro bimbi non vivono più: avevano da uno a cinque anni. La loro mamma è in condizioni disperate. Forse è morta anche lei, mentre sto scrivendo queste righe. Ho visto la foto che ritrae i corpi di queste creature, ed è un’immagine che non può lasciare indifferenti. Per loro, solo scarse parole di circostanza. Vittime di serie C. Anzi, di serie P. P come palestinesi. Adesso qualcuno obietterà: è un modo fazioso di raccontare le cose. Dovrei avere la stessa pietà per le vittime israeliane. Israele si difende. Hamas vuole distruggere Israele e cacciar via gli ebrei. Il terrorismo palestinese deve essere sconfitto, bisogna colpire alle sue radiciE’ vero: gli attentati kamikaze sono ingiustificabili sotto ogni punto di vista, le bombe dei kamikaze hanno ucciso indiscriminatamente civili inn…

Gideon Levy: il palestinese americano

Sintesi personale (solo elementi essenziali per me) Nel remoto villaggio di Tarrameh, non lontano dal Adurayim vive un cittadino statunitense, un ex marinaio e sommozzatore, un ingegnere elettronico che ha combattuto in Vietnam , il figlio è in servizio nei Marines degli Stati Uniti. Le braccia sono tatuate ,ha perso tre dita della sua mano sinistra in circostanze che non è disposto a rivelare.Sayyal Ghanam aveva lasciato questo villaggio a 12 anni di età, dopo la morte dei suoi genitori . Egli ha vissuto in Alabama per decenni, è stato sposato con due donne americane ed ha avuto tre bambini americani. Circa sei anni fa, egli ha deciso di tornare al suo villaggio nativo per costruirvi una casa Ora egli è sposato e ha due figli piccoli palestinesi, ma il suo cuore resta in Occidente, lontano da qui, "L'America è mia madre e mio padre", Ascolta musica country, hard rock, Phil Collins e gli altri gruppi e cantanti che ama. Quando la nostalgia per l'Am…

A Gaza malnutrizione cronica a causa del blocco israeliano

Immagine
Il blocco continuo della Striscia di Gaza ha esacerbato una già spaventosa situazione umanitaria, con problemi di ordine sanitario e fognario, povertà e malnutrizione per i suoi 1,5 milioni di abitanti. L'offensiva militare israeliana lanciata alla fine di dicembre ha portato le condizioni sull'orlo della catastrofe umanitaria. Anche prima di allora, l'economia locale risultava paralizzata dalla mancanza di prodotti di importazione e dal divieto di esportare. La carenza di disponibilità dei beni di prima necessità ha alimentato l'aumento dei prezzi, rendendo circa l'80% della popolazione dipendente dagli aiuti internazionali. Le Nazioni Unite e altre organizzazioni di aiuti e di assistenza umanitaria si sono confrontate con ulteriori restrizioni che hanno ostacolato la loro capacità di fornire assistenza e servizi alla popolazione di Gaza e ne hanno accresciuto i costi operativi. I progetti di ricostruzione delle Nazioni Unite per fornire alloggi alle famiglie le c…

Uccisi 5 palestinesi (3 civili): la reazione i razzi del pomeriggio

Sono diventate 5 le vittime dei raid aerei israeliani che hanno colpito questa mattina la Striscia di Gaza. Fonti mediche locali riferiscono che si tratta di 2 miliziani palestinesi che si trovavano nei pressi di Khan Younis, di un civile diciottenne che si stava spostando in bicicletta nel campo profughi di Jabalya e di altri 2 civili palestinesi vittime di un attacco nella zona nord della Striscia. L'esercito israeliano ha reso noto che il raid è stato organizzato
in risposta all'offensiva di un gruppo palestinese, che ha aperto il fuoco contro il soldati vicino al confine con Israele.

Tag: palestinesi uccisi

Il 60° anniversario dello Stato d'Israele raccontato da una giornalista israeliana

Quest'anno nel Giorno dell'Indipendenza i giornali abbondano di articoli sui prossimi sessant'anni. Io sono più preoccupato per l'anno prossimo o, al massimo, per i prossimi due. Se non troviamo un modo per abbandonare il controllo sui Palestinesi nel prossimo anno o due, fra dieci o vent'anni celebreremo l'indipendenza dello stato che nascerà da spargimenti di sangue e combattimenti – uno stato molto differente. Non sarà uno stato Ebraico, non sarà uno stato Sionista. Non sarà uno stato in cui gli Ebrei saranno la maggioranza.Continua qui

Dario Navarra : questa non è la mia Israele

Immagine
Io ho contribuito a costruire un Paese e, nonostante non sia fiero di come è oggi, credo non sia una cosa da poco. D’altra parte, qui ho seppellito un figlio, qui ho comprato le tombe, qui ho vissuto per sessant’anni. Ora che si celebra il sessantesimo anniversario, mi piace ricordare le conquiste culturali, civili, sociali e agricole del Paese. Non certo quelle militari. La cartiera che ho diretto lavorava mille tonnellate di carta, ora supera le 150.000. Di questo sono orgoglioso. Lo sono meno, quando vedo in televisione i soldati impegnati in operazioni di polizia, di oppressione o peggio. In questi casi mi prende sconforto e rabbia. Non sono cieco di fronte agli attentati, ma non è per questo che abbiamo bonificato le paludi, piantato aranceti, uliveti e orti meravigliosi. Non abbiamo lavorato per allevare una generazione di coloni fanatici, di politicanti che rifacendosi a Dio vogliono distruggere, cancellare un passato glorioso di illuminismo, di pensiero filosofico, di saggezza…

4 dicembre 1948: letteraintllettuali ebrei sul massacro di Deir Yassin

Immagine
della comunità Un esempio scioccante è stato il loro comportamento nel villaggio Arabo di DeirYassin. Questo villaggio, fuori dalle strade di comunicazione e circondato da terre appartenenti agli Ebrei, non aveva preso parte alla guerra, anzi aveva allontanato bande di arabi che lo volevano utilizzare come una loro base. Il 9 Aprile, bande di terroristi attaccarono questo pacifico villaggio, che non era un obiettivo militare, uccidendo la maggior parte dei suoi abitanti (240 tra uomini, donne e bambini) e trasportando alcuni di loro come trofei vivi in una parata per le strade di Gerusalemme. La maggior parte della comunità ebraica rimase terrificata dal gesto .....Ma i terroristi, invece di vergognarsi del loro atto, si vantarono del massacro, lo pubblicizzarono e invitarono tutti i corrispondenti stranieri presenti nel paese a vedere i mucchi di cadaveri e la totale devastazione a Deir Yassin.  Continua qui    Allegati: haaretzsitotag: 1948 brutti ricordi