Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2014

Israele: trovati i corpi dei tre giovani israeliani

Immagine
Le truppe dell'IDF   hanno trovato i corpi dei tre ragazzi israeliani scomparsi il 12 giugno, mentre   facevano l'autostop nella zona di Hebron in Cisgiordania.I corpi di Eyal Yifrach, 19, Naftali Frenkel, 16, e Gil-Ad Shaer, 16, sono stati trovati nella zona di Khirbet Arana  I tre corpi sono stati trovati intorno alle  6:00 in una fossa poco profonda scavata dai loro rapitori nel wadi tra Beit Khalil e Halhul. Secondo  le stime preliminari i ragazzi sono stati uccisi poco dopo il loro rapimento

2   Allegati : controllare le date     Richard Silverstein : gli adolescenti israeliani sono morti?Hebron Kidnapping: Don’t Believe the Lies3  By    I tre ragazzi israeliani rapiti trovati morti in Cisgiordaniasintesi   Forze militari israeliane hanno trovato i corpi dei tre studenti delle yeshiva in un campo vicino a Halhoul, nella zona di Hebron.



I soldati israeliani entrano nella città di Halhul, nei pressi di Hebron. (Foto: Activestills Dopo il rapimento Israe…

'Ero una sionista fino a 64 anni. Vorrei picchiarmi'

Philip Weiss il27 giugno 2014

Ieri c'è stata una manifestazione a Union Square, New York, per protestare contro la "furia" di Israele in Cisgiordania. Diversi manifestanti mostravano i nomi dei palestinesi uccisi o gravemente feriti dai soldati israeliani durante le incursioni.Uno degli organizzatori della manifestazione era una  israelo-americanoadinome Tzvia Thier.La iIntervisto  mentre dava volantini.

Si tratta di   un  video lungo, ma Thier è una persona schietta e appassionata e vi esorto a guardare i segmenti dei suoi commenti: in particolare le sue rivelazioni sul sionismo nel manipolare gli ebrei almin 3:30 e 6:45, e la dichiarazione incredibile al min 8:20 circa, quando dice  che finoa quando si è unita alla manifestazione di Sheikh Jarrah, nel 2008, all'età di 64 anni, non aveva mai riconosciuto un palestinese come un essere umano.
"Era la primavolta nella mia vita in cui hoparlato con i palestinesi comeparlo a voi adesso."Tzvia Thie…

Yair Auron :Lettera a un lettore palestinese. Olocausto e Nakba

Immagine
Yair Auron è un professore che ha trascorso gli ultimi 25 anni studiando i genocidi e l’atteggiamento di Israele verso i genocidi di altre nazioni. Ha dedicato un libro, che sta per uscire in ebraico, inglese e arabo, al rapporto tra Olocausto e "catastrofe" palestinese, e ora rivolge un appello ad arabi ed ebrei per la riconciliazione intitolato la Shoah, la resurrezione e la Nakba.

Se gli israeliani non riconoscono i crimini che abbiamo commesso nel 1948 e i palestinesi non riconoscono gli orrori della Shoah, la riconciliazione sarà impossibile
di Yair Auron | 8 maggio 2014 | Su Haaretz

Desidero rivolgermi a lei, lettore arabo in generale e lettore palestinese in particolare, prima della pubblicazione in arabo del mio libro  The Holocaust, the resurrection and the Nakba (per i tipi di Madar a Ramallah; Resling, 2013; sarà tradotto in inglese alla fine del 2014).
La ricerca della verità, secondo me, è un obbligo morale, intellettuale e accademico, e per me conta par…

PRC rivendica la responsabilità per i razzi lanciati da Gaza

Una fabbrica nel sud di Israele brucia dopo essere stato colpita da un
razzo. (MaanImages) Sintesi personale GAZA CITY (Ma'an) - Al-Nasser Salah al-Din Brigate, l'ala militare dei Comitati di Resistenza Popolare,ha rivendicato la responsabilità per il lancio di razzi dalla Striscia di Gaza verso il sud di Israele.Il gruppo, che non ha alcun collegamento con i Comitati di resistenza popolare locali che esistono in tutta la Cisgiordania, ha rivendicato i quattro razzi verso il Consiglio regionale di Eshkol, i tre razzi verso Sderot e  i  tre verso le altre città israeliane.Il bombardamento è parte della "nostra rappresaglia ai crimini israeliani contro il nostro popolo palestinese in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza e le violazioni in corso contro i prigionieri", E'  la prima volta che una fazione palestinese rivendica la responsabilità per la recrudescenza di razzi lanciati da Gaza da quando Israele ha lanciato un dispiegamento militare massicco  …

Addameer : 104 prigionieri palestinesi dal 1991 sono morti nelle carceri israeliane

 Sintesi personale

L'organizzazione per i diritti umani, Addameer, ha denunciato che 104 prigionieri palestinesi dal 1991  sono stati uccisi  da Israele  :54 di loro sono morti dopo essere stati arrestati, 27 sono morti a causa di un trattamento medico carente e 23 sono stati torturati a morte.L'ultimo è stato Arafat Jaradat, morto nel febbraio 2013 sotto tortura dopo una settimana dal suo arresto.
Addameer  ha documentato  otto esecuzioni extragiudiziali contro i palestinesi, mentre le forze di occupazione israeliane stavano  setacciando villaggi e campi profughi palestinesi nel 2013.   Cinque sono stati uccisi nella campagna in corso, iniziata il 12 giugno, per trovare tre coloni rrapiti.
Inoltre  ha aggiunto che i prigionieri sono esposti a diversi tipi di tortura fisica e psicologica, compresa la violenza sessuale,l' isolamento, il divieto di sonno e  di  cibo per lunghi periodi ,il divieto    di incontrare  gli avvocati per 60 giorni.
Israele  sta violando la  q…
Immagine
Politici israeliani e ex diplomatici in difesa di Laurence Brass per la sua denuncia sulla condizione palestinese

Envoys support Laurence Brass in Israel criticism row | The Jewish Chronicle

Sintesi  personale

Un gruppo di ex diplomatici e politici israeliani    si sono schierati a difesa di  Laurence Brass per i suoi commenti schietti circa la situazione dei palestinesi in Cisgiordania. Egli ha espresso il suo shock dopo una recente visita alla zona con il gruppo  inglese Yachad.
In una lettera al JC questa settimana i suoi sostenitori israeliani hanno elogiato la sua "volontà di vedere la triste realtà sul terreno in Cisgiordania" e per aver evidenziato le sue preoccupazioni.
Hanno aggiunto: "Che peccato che non ci siano più i leader della comunità anglo-ebraica disposti ad affrontare queste questioni problematiche."
La lettera è stata firmata da quattro ex ambasciatori israeliani, tra cui Ilan Baruch e Aron Liel  , così come l'ex console generale a New…

Raid di Israele in risposta al lancio di razzi da Gaza. Tre feriti palestinesi

Israele risponde all’ultimo attacco da Gaza. Due fabbriche sono state distrutte e quattro persone sono rimaste ferite sul suo territorio, a Sderot, a causa dei violenti incendi provocati dai razzi lanciati dalla Striscia, gli ultimi dall’inizio dell’operazione militare dello Stato ebraico per liberare tre ragazzi ebrei rapiti in Cisgiordania due settimane fa.
Proprio alla luce di quest’ultima ondata di attacchi, il ministro degli Esteri israeliano Avigdor Lieberman ha invocato la possibilità di considerare un’occupazione della Striscia.
La reazione più immediata è stata però quella militare. L’aviazione israeliana ha risposto colpendo obiettivi di Hamas, in particolare rampe di lancio di razzi, stabilimenti per la produzione di armi, oltre a una base di addestramento militare.
Secondo fonti locali il raid avrebbe causato tre feriti, tra cui un bambino.
Raid di Israele in risposta al lancio di razzi da Gaza

Gideon Levy: Shimon Peres e la lotta per la libertà? Cerchiamo di non farci travolgere

Immagine
SINTESI PERSONALE
Il presidente Shimon Peres ha aggiunto un'altra medaglia al suo trofeo già sovraccarico ,infatti la  scorsa settimana il Congresso degli Stati Uniti gli ha conferito la medaglia d'oro del Congresso.Peres si è affrettato a dire che era imbarazzato,ma la medaglia Presidenziale della Libertà  è più imbarazzante  per noi.
Il tratto comune a quasi tutti i destinatari è dato dall'aver combattuto valorosamente per la libertà e la giustizia pur pagando un forte prezzo personale come  Mandela,Myanmar Aung San Suu Kyi,Madre Teresa
Peres  ha lottato per la libertà? Peres ha lottato  per la giustizia? Peres ha pagato  un prezzo personale pesante?Alcune  persone  dicono che  Peres ha ricevuto il premio per sconvolgere il primo ministro Benjamin Netanyahu  ,ma perché? Per che cosa?
Nessun israeliano è più responsabile  degli insediamenti e dell 'occupazione. Peres è uno dei padri fondatori di entrambi. Nessuno in vita è più responsabile nell'aver trasformat…

Gideon Levy :Shimon Peres and the struggle for freedom? Let’s not get carried away

Immagine
President Shimon Peres added another medal to his already overloaded trophy case last week when the U.S. Congress awarded him a Congressional Gold Medal. His heart bursting with pride, Peres was quick to say he was embarrassed. He’ll surely overcome his embarrassment – the medal is more of an embarrassment to us.
Peres, the man who has always tried to avoid receiving such honors, has already won a Presidential Medal of Freedom. A prize for Peres – what else is new? But one might feel a bit uncomfortable after perusing the list of people who have won this honor, especially after the Israeli media has noted that Peres is one of only a handful of non-Americans to receive the award, like Nelson Mandela, Mother Teresa and Aung San Suu Kyi.
A great majority of the 73 medal winners have been Americans, the first one being George Washington on March 25, 1776. An Israeli couple has also won the award – Avital and Natan Sharansky.
The tr…

Gideon Levyand Alex Levac : The Palestinian teen whose death went unnoticed by Israel

Immagine
He was a boy of 15. His mother did not appear this week before the UN Human Rights Council in Geneva, his sisters did not issue a heartrending public letter, no mass prayers were organized in his honor, nor was a memorial assembly held. No one accused the soldiers who killed him with live fire of perpetrating brutal terrorism, no one took responsibility for his killing. Naturally no one apologized: Israel ignored his death. But Mohammed Dudin, too, was a boy – the word Israelis are using to describe the three abducted Kfar Etzion yeshiva students.
Only his family weeps for him now. The expression on his father’s face bespeaks the agony and grief of one whose world has collapsed, a world that even beforehand was squalid and grueling.
Jihad D…

Israele: 566palestinesi arrestati ,2100 case perquisite,100 e piùdetenzioni amministrative,8palestinesi uccisi

Uri Avnery : Israele un ghetto armato

Immagine
Sintesi personale

I terroristi  dal  loro punto di vista   sono combattenti per la libertà contro la parte avversa .Questa  non è semplicemente una questione di terminologia.Si tratta di una differenza di percezione  che ha profonde conseguenze pratiche.


Fare prigionieri, per esempio.

Per il combattente per la libertà   ottenere la liberazione dei compagni imprigionati è un dovere sacro  e  per questo  è pronto a sacrificare la sua vita. Una delle imprese più audaci della Irgun (di cui sono stato per un certo tempo un membro molto minore) fu  quella di attaccarela la prigione britannica nel castello  di Acri e liberare centinaia di prigionieri. Per i nostri padroni coloniali questo è stato considerato un atto terroristico vile.
Questo dovrebbe essere chiaro al nostro governo attuale, basato sul partito Likud, che è stato  fondato da ex combattenti dell'Irgun. Tuttavia  questi  sono solo una brutta copia dei nostri ex dominatori coloniali britannici. Non hanno idea di come funz…

Amira Hass ; articoli mese di giugno 2014

Immagine
1Una musica spirituale

Mentre infilavo un pacchetto di fazzoletti nella borsa mi sono ricordata che qualche giorno prima ce ne avevo già messo un altro. 
Il primo l’avevo comprato da un ragazzino, troppo serio per la sua età, a un semaforo di Ramallah. La nostra conversazione si era interrotta appena era scattato il verde. Il secondo pacchetto l’ho comprato a Essaouira, un’affascinante città marocchina che la settimana scorsa ha ospitato il diciassettesimo festival di gnaoua, la musica spirituale musulmana dei discendenti degli schiavi in Africa occidentale. 
Decine di migliaia di persone si sono radunate nella grande piazza Moulay Hassan per ascoltare un musicisti non gnaoua, il compositore e polistrumentista jazz Marcus Miller. In precedenza aveva suonato il trombettista francolibanese Ibrahim Maaluf. È in quel momento che un bambino di circa sei anni (poi ho saputo che si chiamava Hamzeh) si è avvicinato a me per vendermi il pacchetto. Non ho potuto cominciare una conver…

Israele : marcia dei richiedenti asilo dalla prigione a cielo aperto al confine verso l'Egitto

Immagine
Testo di Michael Omer-Man
Foto di Oren Ziv, Yotam Ronen / Activestills.org Sintesi personale
Richiedenti asilo africani ,circa 800,marciano dal centro di detenzione Holot, in cui sono imprigionati, al confine israelo-egiziano in segno di protesta per le politiche di asilo di Israele, invitando le Nazioni Unite e la Croce Rossa ad intervenire, Negev, 27 Giugno 2014. Più di 800 I richiedenti asilo hanno cercato di raggiungere la recinzione di confine con l'Egitto.Affermano che Israele non controlla le loro richieste di asilo e quindi chiedono di essere reinsediati in paesi terzi. Il gruppo è stato arrestato dall'esercito israeliano e ha trascorso la notte in una piccola zona alberata  situata a poche centinaia di metri dal confine. (Photo by Yotam Ronen / Activestills.org)Oltre 800 richiedenti asilo eritrei e sudanesi hanno marciato fuori del Holot 'centro di detenzione aperto' nel deserto meridionale di Israele affermando che non avevano alcuna intenzione di t…