Uri Avnery : Israele un ghetto armato

 

Sintesi personale

I terroristi  dal  loro punto di vista   sono combattenti per la libertà contro la parte avversa .Questa  non è semplicemente una questione di terminologia. Si tratta di una differenza di percezione  che ha profonde conseguenze pratiche.
 

Fare prigionieri, per esempio.
  
Per il combattente per la libertà   ottenere la liberazione dei compagni imprigionati è un dovere sacro  e  per questo  è pronto a sacrificare la sua vita. Una delle imprese più audaci della Irgun (di cui sono stato per un certo tempo un membro molto minore) fu  quella di attaccarela la prigione britannica nel castello  di Acri e liberare centinaia di prigionieri. Per i nostri padroni coloniali questo è stato considerato un atto terroristico vile.
Questo dovrebbe essere chiaro al nostro governo attuale, basato sul partito Likud, che è stato  fondato da ex combattenti dell'Irgun. Tuttavia  questi  sono solo una brutta copia dei nostri ex dominatori coloniali britannici. Non hanno idea di come funziona la mente del militante.
Questo è il nucleo dell'incidente che ha dominato la vita di Israele nelle  ultime due settimane.
Alle dieci di sera, due settimane fa, tre adolescenti di una yeshiva insediamento nei pressi di Hebron sono scomparsi dopo aver fatto l'autostop in una strada solitaria 
E 'stato immediatamente affermato , logicamente, che la responsabilità  era  di un gruppo palestinese, al fine di effettuare uno scambio di prigionieri. Fino ad ora, nessuna organizzazione ha rivendicato tale finalità    e nessun richiesta è stata presentata .
. La Cisgiordania  è piena di insediamenti israeliani   ed è una lieve esagerazione dire che ogni dieci palestinese c'è un informatore israeliano. 47 anni di occupazione hanno permesso ai  servizi di sicurezza israeliani  di  fare pressioni con  ricatti, corruzione e altri mezzi.
Eppure finora nessun segno dei rapitori è stato rilevato  : un risultato straordinario per i colpevoli.
Il governo Netanyahu ha visto subito nell'incidente un'opportunità di buon auspicio.
Senza la minima prova (per quanto ne sappiamo) ha accusato Hamas. Il giorno successivo   migliaia di soldati sono stati impiegati per perlustare la campagna e condurre casa per casa le ricerche.  e contemporaneamente  è stasta organizzata una operazione militare,   evidentemente preparata  da lungo tempo,per  sradicare Hamas in Cisgiordania.
  Gruppi di soldati pesantemente armati irrompono nelle case della gente, spaventono i bambini e le donne , trascinano via gli uomini dai loro letti,li portano via  ammanettati e bendati.
Sonomolte centinaia : assistenti sociali, insegnanti, predicatori, tutti  appartenenti alla grande rete sociale e politico del movimento Hamas.
Tra gli arrestati vi sono coloro che erano stati rilasciati nello scambio di prigionieri  con Shalit. La leadership politica e intelligence israeliana aveva acconsentito allo  scambio per  l' immensa pressione dell'opinione pubblica, ma  aveva ovviamente deciso anche allora di riportarli  in carcere al più presto.
Il tentativo di eliminare Hamas è sciocco. Hamas è un movimento religioso che esiste nei cuori dei suoi aderenti. Quanti si possono arrestare?
Durante queste due settimane la società israeliana si è manifestata nella peggior luce possibile - come un ghetto armato, privo di compassione per gli altri e incapaci di pensiero razionale.
È vero la prima reazione non è stata uniforme. Ho sentito diverse persone in strada inveire contro i tre giovani coloni per la loro stupida arroganza  :camminare  nel buio della notte nel bel mezzo del territorio occupato e salire su una macchina,ma tali sentimenti empi furono ben presto spazzati via da una grande ondata di lavaggio del cervello pressoché inevitabile.
Si tratta di una tendenza universale per i popoli di unirsi in una emergenza nazionale. In Israele questo è amplificata dal riflesso  del ghetto  : stare insieme contro il goyim male.
Il diluvio di propaganda governativa ha assunto proporzioni incredibili. Quasi l'intera copertura sui giornali è stata dedicata alle operazioni militari. Radio e TV  hanno esteso questa copertura in diretta tutto il giorno, 24 ore al giorno, giorno dopo giorno.
La struttura giornalistica è stato condotta dai "corrispondenti militari", quasi tutti ex ufficiali dell'intelligence dell'esercito che agivano come agenti per il portavoce dell'esercito, recitando i comunicati militari come se fossero le proprie comunicazioni e intuizioni. Nessuna differenza tra le varie stazioni e giornali è stata rilevata . Se qualche commentatore liberale ha  avuto il coraggio di esprimere una parola di critica, è stato molto in sordina e riguardava solo piccoli dettagli.
Allo  stesso tempo  un disegno di legge stava facendo la sua strada nella Knesset  :  fare qualsiasi scambio di prigionieri   diventa   illegale - un raro caso di un governo che ammanetta se stesso. E 'vietato al governo concedere l'amnistia ai "prigionieri di sicurezza" o negoziare scambi di prigionieri.
Questo significa la morte degli ostaggi.
Nella loro incredibile ingenuità - per non dire stupidità -i  politici di destra ritengono che questo avrebbe impedito la presa di ostaggi. Chiunque abbia anche una leggera comprensione della mentalità militante sa che l'effetto è proprio il contrario: prendere più ostaggi, aumentare la pressione per liberare i prigionieri.
 L'attuale impegno delle agenzie di intelligence e l'esercito per scoprire l'ubicazione dei tre assenti  porterebbe a un'azione di  forza  per liberarli . Come l'esperienza dimostra, in una situazione del genere, le probabilità che gli  ostaggi sopravvivano sono scarse. Nel  fuoco incrociato vengono uccisi o dai loro rapitori o - più spesso - dai loro liberatori. Eppure non una sola voce in Israele ha sollevato questo punto cruciale.
La famiglia Shalit, israeliani laici, erano acutamente consapevoli di questo pericolo per il loro figlio. Non così le famiglie dei tre mancanti coloni-boys, tutti appartenenti alla estrema destra. Sono diventati agenti volenterosi di propaganda governativa, chiedendo le preghiere di massa e il sostegno al movimento dei coloni.Il loro rabbino ha spiegato che la cattura dei giovani era la punizione di Dio per i recenti sforzi per costringere i giovani religiosi a servire nell'esercito.
IL GOVERNO è ovviamente molto più interessato a una vittoria di propaganda politica chea garantire la liberazione degli ostaggi.
L'obiettivo principale è quello di fare pressione su  Mahmoud Abbas ad abbandonare la riconciliazione inter-palestinese . Abbas resiste      e  sta giocando un gioco molto pericoloso, cercando di bilanciare tutte le pressioni  :   il suo coraggio non può essere negato.
La leadership israeliana, che vive nella sua bolla, è totalmente incapace di comprendere la reazione del mondo
Prima di tuttoil numero di palestinesi, compresi i bambini, uccisi dal fuoco vivo durante le manifestazioni sono  in costante aumento. A quanto pare le regole di ingaggiohanno reso questo più facile. Dal  quando  la presente operazione è  iniziata più di cinque palestinesi non combattenti sono stati uccisi dall'esercito, alcuni dei quali bambini.
Nell'edizione israeliana del New York Times, una gran parte della prima pagina  evidenziava la  foto di una madre palestinese in lutto per suo figlio, non per gli ostaggi.
Quando le tre madri,  inviate a scopo di propaganda alla commissione dei diritti umani delle Nazioni Unite a Ginevra, hanno ricevuto un'accoglienza fredda , il governo israeliano si è stupito. I delegati erano più interessati alla  violazioni dei diritti umani da parte di Israele che agli  ostaggi . Per molti israeliani un altro esempio lampante di antisemitismo delle Nazioni Unite.
Più che altro, questo episodio dimostra ancora una volta quanto disperatamente abbiamo bisogno di pace. La riconciliazione inter-palestinese potrebbe portare la pace più vicina ,ma  la destra israeliana,  specialmente i coloni, vogliono distruggerla.
Credo che gli insediamenti siano un disastro per Israele.,ma il mio cuore sanguina per i tre ragazzi   detenuti  in condizioni che è difficile immaginare, ammeso che siano ancora vivi.
Il modo migliore per prevenire la presa di ostaggi è di rilasciare i prigionieri volontariamente. Anche il servizio di sicurezza non può seriamente sostenere che tutte le molte migliaia di prigionieri politici, ora nelle nostre carceri ,costituiscono un pericolo mortale per la nostra esistenza.
Un modo ancora migliore di avanzare è quello di porre fine all'occupazione facendo pace.An Armed Ghetto







Commenti

Post popolari in questo blog

Ahmad Tibi : Ho cancellato il mio tweet, ma Israele è giustamente sospettato di aver ucciso bambini

Akiva Eldar : L'Europa ha rinunciato ai palestinesi

Ben Caspit :Mentre continuano gli attacchi israeliani a Gaza, la Jihad islamica risponde con i missili

Alex Kane and Mari Cohen ( Jewish Currents ) : L'offensiva israeliana a Gaza: una spiegazione- Una operazione che ha ucciso decine di palestinesi.