Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2016

FOTO Mahmoud Abbas e Netanyahu si stringono la mano ( Oslo 2)

Immagine
#Breaking: Photo: Palestinian Authority President Mahmoud Abbas shakes Prime Minister Netanyahu's hand
http://www.ynetnews.com/articles/0,7340,L-4861755,00.html

Gideon Levy : Netanyahu ha ragione: effettivamente l’occupazione può andare avanti per sempre

di Gideon Levy – 25 settembre 2016 Diamo a Cesare quel che è di Cesare: il primo ministro Benjamin Netanyahu ha ragione. Ha ragione quando dice che Israele ha il mondo in tasca. Ha ragione quando dice che Israele ha un brillante futuro alle Nazioni Unite. Ha ragione quando appare molto sicuro di sé, allegro e ottimista come mai prima, sicuramente non come primo ministro. Ha ogni ragione per sentirsi così. Netanyahu ha ragione – ed è un disastro. Siamo delusi. E’ scoraggiante per chiunque abbia creduto nel mondo, nel presidente Barak Obama o nell’Europa, che abbia creduto nel potere dell’impatto dell’opinione pubblica sui governi in Occidente. E’ desolante per chiunque abbia creduto che non ci sarebbe più stato colonialismo nel XXI secolo, che una brutale occupazione militare non sarebbe continuata fino alla sua terza generazione. Tutte le profezie catastrofiche che sono state la fonte di speranza per chi ha creduto che l’occupazione israeliana dovesse terminare sono sva…

Zvi Schuldiner Peres e la retorica della pace

Immagine
Shimon Peres, la retorica della pace Obama, Merkel, Blair e altri hanno potuto nascondersi dietro le parole vuote di Peres così da non doversi confrontare con la necessità di una politica vera a favore della pace, scrive l’analista israeliano Zvi Schuldiner nena-news.it


Zvi Schuldiner 
Roma, 29 settembre 2016, Nena NewsTutta Israele si sta preparando a un funerale spettacolare con leader internazionali a dargli un gran risalto, e a ribadire che la pace è tanto positiva. Dalla collina di Gerusalemme dove Shimon Peres sarà sepolto, non si sentono le armi che massacrano i siriani a centinaia di migliaia – non poche sono state mandate proprio dai leader «pacifisti» che arriveranno qui – e il concerto di piagnistei, a parole a favore della pace, sarà guidato dalla battuta del premier Benjamin Netanyahu.
Quest’ultimo già ieri ha commosso tanti con una brillante orazione funebre in memoria di Peres, elogiando in particolare gli sforzi del defunto a favore di quella pace così …

F. Landi :SHIMON PERES/ La strategia di un Nobel che la pace non l'ha voluta

Immagine
SHIMON PERES/ La strategia di un Nobel che la pace non l'ha voluta E' stato scritto nelle ultime ore che Shimon Peres (1923-2016) è stato l'uomo che ha cercato la pace con i palestinesi. Vero, ma solo in parte: ecco perché. FILIPPO LANDI. ilsussidiario.net
Pubblicazione: giovedì 29 settembre 2016 Filippo Landi Shimon Peres (1923-2016) (LaPresse) Approfondisci ISRAELE-PALESTINA/ Bastano i soldi di Netanyahu a spegnere la "frustrazione" degli arabi?, di F. Landi SANTA SEDE-PALESTINA/ Francesco e Abu Mazen, così la fede costruisce la pace, di F. Landi E' stato scritto nelle ultime ore e, forse, lo si farà nei prossimi giorni che Shimon Peres (1923-2016) è stato l'uomo che ha cercato la pace con i palestinesi. L'affermazione è vera, ma non chiarisce perché la pace non è stata …

Yotam Berger: Settlers elogiano Peres per aver contribuito a creare la loro enclave in Cisgiordania

Immagine
Yotam Berger :Settlers eulogize Peres, too, for helping to create their West Bank enclaves
Allora primo ministro Shimon Peres in un  insediamento aMa'ale Efraim, Cisgiordania. 1985 Hananiya Herman, GPOSintesi personale Nel cuore della insediamento di Ofra c'è un albero di 41 anni, i residenti dicono è stato piantato quando la comunità è stata fondata dall'allora ministro della Difesa Shimon Peres . Nel giorno della sua morte all'albero erano attaccate le immagini di Peres  Il messaggio è chiaro; dopo la sua scomparsa, i coloni vogliono  abbracciare Peres . Allora primo ministro Shimon Peres nell' insediamento di Ma'ale Efraim, Cisgiordania. 1985 Hananiya Herman, GPO
Peres e  i coloni hanno avuto un rapporto complesso e  complicato . Egli fu  l' architetto degli accordi di Oslo e  come presidente è stato una forza trainante per promuovere la pace israelo-palestinese. Peres  fu  lo spirito che diede vita  processo di pace,  ma egli è stato anche lo spiri…

Yotam Berger :Settlers eulogize Peres, too, for helping to create their West Bank enclaves

Immagine
Settlers eulogize Peres, too, for helping to create their West Bank enclaves haaretz.com|Di Yotam
Then-prime minister Shimon Peres in settlement of Ma'ale Efraim, West Bank. 1985 Hananiya Herman, GPO Was Shimon Peres a man of peace? Shimon Peres, 1923-2016: From nuclear pioneer to champion of peace Shimon Peres is dead. Cue the crocodile tears In the heart of the settlement of Ofra there’s a 41-year-old tree residents say was planted when the community was founded by then-Defense Minister Shimon Peres. On Wednesday they made sure to distribute the picture of Peres …

Robert Fisk : Shimon Peres non era un costruttore di pace. Non dimenticherò mai l’immagine dei fiumi di sangue e dei corpi bruciati a Qana.

Immagine
Shimon Peres non era un pacificatore . Non dimenticherò mai la vista del sangue che traboccava e dei corpi in fiamme a QanaShimon Peres non era un pacificatore . Non dimenticherò mai la vista del sangue che traboccava e dei corpi in fiamme a Qana
Di Robert Fisk
29 settembre 2016
Quando il mondo ha saputo che Shimon Peres era morto, ha urlato: “Pacificatore!” Ma quando ho sentito che Peres era morto, ho pensato al sangue e al fuoco e al massacro.
Ho visto le conseguenze: neonati fatti a pezzi, profughi che urlavano, corpi che bruciavano. Era un luogo che si chiamava Qana e la maggior parte dei 106 corpi – metà dei quali erano bambini – ora giacciono sotto un campo profughi dell’ONU dove furono fatti a pezzi dai proiettili israeliani nel 1996. Ero stato su un convoglio di aiuti dell’ONU proprio fuori del villaggio nel Libano meridionale. Quei proiettili fischiavano proprio sopra le nostre teste e nei profughi ammassati sotto di noi. E’ durato per 17 minuti.
Shimon Peres ch…

Amira Hass : Gli israeliani non possono riconoscere il terrorismo che li fissa dallo specchio

di Amira Hass, 26 settembre 2016 Haaretz
Gli israeliani non possono riconoscere il terrorismo che li fissa dallo specchio Mentre gli esperti stanno di nuovo spiegando perché la “calma” è finita, ciò che davvero avrebbe bisogno di spiegazione è la moderazione palestinese a fronte della violenza di Israele.
Si sono nuovamente scatenate le aggressioni col coltello? L’ondata del terrore è di nuovo in piena attività? State sbagliando, signore e signori. L’ondata è un oceano, il terrore non è mai cessato e la sua impudenza sta semplicemente aumentando. Non è chiamata col suo vero nome – viene definita “sicurezza” e chi la attua se ne va in giro liberamente, obbedendo all’ordine di intimidire quattro milioni di esseri umani.
Volete che ve lo traduca? Il regime militare che noi imponiamo, in atto da decenni, è terrorismo quando ci sono di mezzo i palestinesi.
Anch’io credo che si tratti di terrore, perché la gente è intimidita al punto che la vita viene loro strappata e la loro salut…

Amira Hass : Shimon Peres non è un uomo di pace

Immagine
Shimon Peres non è un uomo di pace , giornalista
Shimon Peres, 93 anni, ha avuto un ictus. Se fosse una persona qualunque, ci limiteremmo a dire che tutti meritano di invecchiare in modo dignitoso. Ma Peres non è una persona qualunque, come dimostra la preoccupazione del mondo per le sue condizioni di salute. Immagino che sia così anche in Italia, dove probabilmente viene presentato come un uomo che ha lavorato per la pace.
E dato che Peres è una figura pubblica, non è inopportuno parlare del suo contributo al disastro in cui ci troviamo. Negli anni settanta ha sostenuto il movimento dei coloni. Negli anni novanta, come ministro degli esteri, è stato artefice degli accordi di Oslo, che hanno consolidato la realtà delle enclave palestinesi. Gli insediamenti e le enclave sono due facce della stessa medaglia, a dimostrazione di quanto sia stata coerente la sua visione delle cose.
Negli anni settanta si parlava di “compromesso funzionale”: Peres e Moshe Day…

È morto Shimon Peres, un uomo di pace e di guerra

Immagine
Avea 93 anni. In gioventù è stato un “falco”. A lui si devono le forniture di armi ad Israele da Urss, Francia, Stati Uniti. È stato fautore delle prime colonie israeliane nei territori occupati. Due volte primo ministro, per sette anni presidente. Con Rabin e Arafat ha vinto il Premio Nobel per la pace nel 1994. Ha partecipato come “colomba” all’incontro di preghiera per la pace in Vaticano nel 2014. Gideon Levy: Peres è un uomo del “quasi”.

Tel Aviv (AsiaNews) – Shimon Peres, due volte primo ministro e una volta presidente di Israele, è morto stanotte alle 3 (ora locale) all’età di 93 anni. Lo ha annunciato suo figlio Chemi definendolo “uno dei padri fondatori dello Stato d’Israele”, che “ha lavorato senza sosta” per esso.
Due settimane fa Peres era stato ricoverato in ospedale per un’emorragia cerebrale ed è rimasto in coma fino a ieri quando le sue condizioni erano peggiorate.
Peres è considerato un uomo di pace da molti nel mondo, ma anche un uomo di guerra. Un depu…