Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2019

Matteo Pascoletti La normalizzazione mediatica dell’estrema destra: dall’alt-right ai “sovranisti”

La normalizzazione mediatica dell’estrema destra: dall’alt-right ai “sovranisti”  Licenza cc-by-nc-nd valigiablu.it L’alt-right e Charlottesville Nell’agosto 2017, la città di Charlottesville in Virginia vide sfilare neonazisti, suprematisti bianchi e altri gruppi di estrema destra nel raduno Unite the right. Un raduno indetto per protestare contro la decisione di rimuovere la statua del generale sudista Robert E. Lee. La rimozione fu vista dall’estrema destra come un attacco all’uomo bianco e la concretizzazione della sua apocalisse razziale: la sostituzione etnica, portata nel cuore dell’America dal cavallo di Troia del multiculturalismo.  Ci furono scontri con i contro-manifestanti - dai militanti antifa ai semplici cittadini che non vedevano di buon occhio quell’invasione di svastiche, bandiere confederate, slogan antisemiti e sfilate paramilitari. Le tensioni raggiunsero un terribile punto di non ritorno quando un suprematista balzò su un veicolo e investì i contro-manifest

Sea Watch 3, perché la nave di Carola doveva attaccare a Lampedusa

Immagine
ILSOLE24ORE.COM Sea Watch 3, perché la nave di Carola doveva attraccare a Lampedusa - Il Sole 24 ORE Fabio Sabatini Perché Lampedusa? Perché la #SeaWatch3 non è andata in Libia, in Tunisia, in Grecia o a Malta, come avrebbero voluto Di Maio e Salvini? La comandante Rackete aveva ottime ragioni per dirigersi in Italia». Ragioni che Fabio Sabatini, professore associato di Politica economica all’Università La Sapienza ha messo in fila, letteralmente. Su Twitter ha spiegato passo passo perché la Sea Watch 3 ha fatto bene ad attraccare a Lampedusa. La richiesta dell’Italia  Attraverso una serie di tweet, Sabatini ricostruisce la vicenda «per fare chiarezza oltre gli slogan della propaganda». Tutto parte dalla richiesta di portare i naufraghi in Libia avanzata dall’Italia alla Sea Watch 3. La Libia aveva autorizzato lo sbarco, ma la Ong ha rifiutato per rispetto delle leggi internazionali che regolano il soccorso in mare. L’obbligo di soccorso  «L

Nicola Mirenzi "La sinistra non ricada nel vecchio vizio di trasformare Carola in eroe da adorare"

Immagine
HUFFINGTONPOST.IT "La sinistra non ricada nel vecchio vizio di trasformare Carola in eroe". Intervista a Salvatore Natoli (di N. Mirenzi) Intervista al filosofo Salvatore Natoli, docente a Milano Bicocca. "Il nichilismo attraversa la nostra società, dominata dalla paura di non avere alcun avvenire" A Lampedusa, c’è chi l’ha accolta  augurandole lo stupro : “Eppure, la capitana Carola  Rackete  è un esempio di resistenza civile. Ha portato in salvo i 42  naufraghi della Sea Watch 3, contestando una legge sbagliata e mostrando che, oltre alla politica delle frontiere sbarrate, c’è un’altra possibilità”. Il bene e il male, nella filosofia di Salvatore Natoli, docente di filosofia teoretica all’Università Milano Bicocca, uno dei massimi filosofi italiani, hanno sempre i piedi ben piantati per terra. Vivono accanto a noi. Spesso, dentro ciascuno di noi. E guai ad allontanarle da questo mondo per farne delle divinità o dei demoni: “La