Post

Una patria comune per ebrei e palestinesi. Il Vaticano abbandona la soluzione dei due Stati»

 dall'espresso : 29/11/2022 Ancora nel gennaio di quest’anno, parlando di Israele e di Palestina al corpo diplomatico, papa Francesco diceva di voler “vedere questi due popoli arrivare a vivere in due Stati fianco a fianco, in pace e sicurezza”. Ma oggi non lo ripeterebbe più. Perché nei giorni scorsi, per la prima volta dopo molti decenni di costante adesione alla soluzione dei due Stati, la Santa Sede ha detto che è giunta l’ora di “ripensare la ripartizione”. E di puntare piuttosto a “l’uguaglianza di israeliani e palestinesi in qualunque quadro politico possa evolversi la situazione”, anche in un solo Stato.  A segnare la svolta è stata “La Civiltà Cattolica”, la rivista dei gesuiti di Roma pubblicata con l’autorizzazione previa, riga per riga, del papa e della segreteria di Stato, in un articolo in data 19 novembre col titolo: “Ripensare la ripartizione della Palestina?”. L’autore dell’articolo è un gesuita dal profilo molto singolare, David M. Neuhaus, di famiglia ebrea tedes

JAKOV HIRSCH : Gli americani più colpevoli della rivoluzione "ebraica" di Netanyahu tacciono mentre Israele implode

Immagine
MONDOWEISS.NET The Americans most culpable for Netanyahu’s ‘Jewish’ revolution are silent as Israel implodes Traduzione sintesi Benjamin Netanyahu è tornato.  E grazie a lui, la follia populista  ebraica    ha   sconfitto la sanità mentale   in Israele.  Ora   gli esperti temono   che la pulizia etnica o addirittura  il  genocidio   sia   dietro l'angolo  .  Per decenni Netanyahu se l'è   cavata   con comportamenti che avrebbero abbattuto qualsiasi altro politico in tutto il mondo.  Da dove vengono l' impunità   e   l'immunità  di Netanyahu    ?  Come avrebbe potuto nominare il pericoloso, apertamente razzista Itamar Ben-Gvir come commissario di polizia senza un terremoto ebraico in risposta?  Cosa rende Netanyahu diverso da tutti i politici israeliani che lo hanno preceduto? LEGGI DI PIÙ DALLA SERIE HASBARA CULTURE  QUI  . Nel suo libro di memorie, Barack Obama  ha scritto  di Netanyahu che la sua "visione di se stesso come principale difensore del popolo ebraico