Post

Chemi Shalev L'invettiva di "Go Home" di Trump richiama l'incitazione nazista contro gli ebrei

Sintesi personale 
Nel 1938, la società tedesca Gunther and Co. uscì con   un gioco da tavolo nuovo di zecca, "Juden Raus." I partecipanti al gioco, che divenne immensamente popolare, dovevano  estrarre cittadini ebrei dalle loro città tedesche e portarli in "punti di concentrazione", dove era appeso uno striscione con la scritta "Auf nach Palästina!" - Off to Palestine. Il giocatore, che riusciva a  trasferire con successo sei ebrei dalla Germania alla Palestina ,vinceva . La creazione del gioco non aveva nulla a che fare con il  partito nazista  o con i suoi funzionari che in realtà protestarono, in quanto  non metteva sufficientemente in risalto i loro stupendi risultati. Per Gunther e Co  il nuovo gioco era un'impresa strettamente commerciale. Nella sua promozione, la società si è vantata del fatto che Juden Raus era un gioco "moderno e brillante per adulti e bambini". Dopo cinque anni di dominio nazista espellere gli ebrei da " dove …

Chemi Shalev Analysis Trump’s 'Go Home' Invective Echoes Nazi Incitement Against Jews

Immagine
HAARETZ.COM Trump’s 'go home' invective echoes Nazi incitement against Jews ***


16, 2019.\ Leah Millis/ REUTERS

Massimiliano Coccia La verità sulla guerra “sovranista” contro Papa Francesco

Immagine
WIRED.IT La verità sulla guerra “sovranista” contro Papa Francesco - Wired Fischiato ai comizi di Salvini, attaccato da Bannon, definito “estremista di sinistra” pro-migranti: ma dietro la sfida a Bergoglio si celano interessi politici molto precisi, rivela un insider vaticano


Fischiato ai comizi di Salvini, attaccato da Bannon, definito “estremista di sinistra” pro-migranti: ma dietro la sfida a Bergoglio si celano interessi politici molto precisi, rivela un insider vaticanoNei bar di Roma si è soliti ascoltare a corollario delle situazioni più disparate un motto: morto un Papa se ne fa sempre un altro. E oggi questo innocente motto – che può scandire la fine di una storia d’amore o di un governo, lasciando aperta la porta alla speranza di qualcosa di migliore – sembra essere il cruccio peggiore dell’internazionale sovranista, ormai da tempo in guerra aperta con Papa Francesco. Se infatti i governi passano il Vaticano, con la sua millenaria influenza morale e politica, non passa mai e…

Alexander Griffing Mentre Trump Tweets, la destra americana abbraccia il neo-nazionalismo e discute il conservatorismo illiberale

Immagine
Sintesi personale Articolo in lingua originale qui 
Dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, il Partito Repubblicano e la destra americana sono stati definiti un mix di liberalismo classico e conservatorismo tradizionale - un'ideologia largamente codificata da persone del calibro di William F. Buckley Jr., Milton Friedman e Ronald Reagan. Questo approccio alla politica interna ed estera  che valorizzava soprattutto la protezione della libertà individuale e del libero mercato mentre si opponeva all'autoritarismo, è ora messo alla prova da un nuovo tipo di neo-nazionalismo. È stimolato dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump e da un nuovo movimento che si posiziona per dominare la destra americana una volta terminato il mandato di Trump. A tal fine, dozzine di grandi nomi del conservatorismo intellettuale si sono incontrati questa settimana a Washington, nel Ritz-Carlton, alla  prima Conferenza nazionale sul conservatorismo organizzata dalla appena fondata Fondazione Edmund B…