Post

Michele Sibony - dell’Unione Ebrei Francesi per la Pace -sull’antisemitismo

Immagine
Sintesi 
Siamo oggi di fronte ad un potere e a delle organizzazioni politiche estremamente ciniche che utilizzano gli ebrei senza alcuno scrupolo al servizio della loro agenda politica. Questo genere di manipolazione rinforza l’antisemitismo, che verrà a sua volta rinforzato da questa logica perversa e darà di nuovo l’occasione alla classe politica di manipolare l’antisemitismo. Tutto ciò e’ infernale . Questo cinismo lo qualifico da parte mia come antisemita, perché questa amplificazione enorme degli episodi antisemiti gioca contro gli ebrei. Penso che tutti possano vedere questo e comprenderlo. La manipolazione politica alla quale stiamo assistendo mostra l’assenza totale di riflessione strategica su questo tema . D:Un appello alla manifestazione è stato siglato da tutte le formazioni politiche parlamentari (ad eccezione del RN).Cosa rivela secondo te questa unanimità politica contro l’antisemitismo? Esistono certamente numerosi elementi di risposta. Da un lato, e ci sono quelli che …

Donatella Di Cesare “SHOAH BLABLA” scritte che scherniscono lo sterminio degli ebrei nel cimitero di Lione.

Immagine

Aleppo, Maristi blu: Il cinismo dell’Occidente alimenta conflitto e fuga dei cristiani

Aleppo, Maristi blu: Il cinismo dell’Occidente alimenta conflitto e fuga dei cristiani
di Nabil Antaki*



Le nazioni occidentali bloccano l’offensiva contro i gruppi jihadisti a Idlib, per il timore di un esodo dei miliziani. La ricostruzione è ferma e aumentano le difficoltà, file per il carburante. Gli aiuti si concentrano ancora sull’emergenza, ma servono lavoro e piani di ricostruzione. Timori per il futuro della comunità cristiana.
Aleppo (AsiaNews) - Damasco controlla il 70% del territorio siriano, ma la pace nel Paese è ancora lontana. I gruppi terroristi sono asserragliati nella provincia di Idlib e la comunità internazionale ostacola l’offensiva dell’esercito regolare, perché poi non saprebbe come gestire l’esodo dei jihadisti verso Europa e Occidente. È quanto raccontano i Maristi blu, nella 35ma Lettera da Aleppo diffusa in questi giorni e inviata per conoscenza ad AsiaNews. In questo stato che non è “né di guerra, né di pace”, la ricostruzione è bloccata e le difficoltà aumen…

Trump vuole vendere l’atomica ai sauditi, rischio escalation con Teheran

News Trump vuole vendere l’atomica ai sauditi, rischio escalation con Teheran


Riyadh (AsiaNews/Agenzie) - L’amministrazione americana, dietro impulso del presidente Donald Trump, starebbe esercitando pressioni per favorire il trasferimento di tecnologia nucleare sensibile all’Arabia Saudita, col rischio che Riyadh possa arrivare a produrre la bomba atomica. È quanto afferma un rapporto elaborato da un gruppo di parlamentari democratici della Camera, secondo cui la Casa Bianca sta esercitando attività di lobbing per favorire la chiusura del contratto di fornitura fra i vertici della monarchia wahhabita e aziende statunitensi vicine al presidente.  Secondo alcune fonti citate nel rapporto, l’obiettivo finale è la costruzione di reattori nucleari in Arabia Saudita. Tuttavia, questa attività rischia di “destabilizzare” ancor più l’area e innescare una escalation con Teheran che, nel 2015 con l’allora presidente Obama, aveva accantonato le mire nucleari in cambio di un alleggerimento delle…

Nir Hasson Scontri a Gerusalemme Est per lo sfratto forzato di una famiglia palestinese.

Scontri a Gerusalemme Est per lo sfratto forzato di una famiglia palestinese.

Domenica scorsa, la polizia si è scontrata per diverse ore con i dimostranti, mentre una famiglia palestinese veniva sfrattata dalla casa di Gerusalemme Est dove aveva vissuto fin dagli anni 1950. Il tribunale di primo grado di Gerusalemme aveva ordinato lo sfratto, che era stato poi confermato in appello con la motivazione che un ente di beneficenza ebraico era il legittimo proprietario della casa, poiché degli Ebrei ne avevano il possesso prima della fondazione di Israele nel 1948. Poco dopo la rimozione forzata dei sette componenti della famiglia di Abu Assab, gli Ebrei sono entrati nella casa ad hanno issato una bandiera israeliana sul tetto. Uno degli promotori dell’azione legale era il rabbino del Muro del Pianto, Shmuel Rabinowitz, la cui segreteria non ha risposto alla richiesta di Haaretz di commentare il fatto. La famiglia di Abu Assab aveva vissuto nel quartiere Baka di Gerusalemme Est fino alla g…

Gideon Levy e Alex Levac : Promemoria: Israele tiene ancora prigioniera a tempo indeterminato una parlamentare palestinese.

Immagine
SARDEGNAPALESTINA.ORG Promemoria: Israele tiene ancora prigioniera a tempo indeterminato una parlamentare palestinese. La parlamentare palestinese Khalida Jarrar è incarcerata da 20 mesi senza processo in una prigione israeliana. Un’altra fase della sua “detenzione amministrativa” scadrà tra poco. Tornerà a casa? Gideon Levy e Alex Levac, 15 febbraio 2019 Ghassan Jarrar dice che la sua vita non ha senso sen...


La parlamentare palestinese Khalida Jarrar è incarcerata da 20 mesi senza processo in una prigione israeliana. Un’altra fase della sua “detenzione amministrativa” scadrà tra poco. Tornerà a casa?Gideon Levy e Alex Levac, 15 febbraio 2019 Ghassan Jarrar dice che la sua vita non ha senso senza Khalida. Nell’ufficio della fabbrica di giocattoli e mobili per bambini che possiede a est di Nablus, a Beit Furik, con le sedie foderate di finta pelliccia rossa, il volto dell’uomo si illumina ogni volta che parla della moglie. È detenuta in una prigione israeliana da 20 mesi, senza processo…

Roberto della Rocca: . Accordo tra il partito di ultradestra razzista "Potenza ebraica" e il il partito religioso di estrema destra "La casa ebraica

Immagine
Allegato


Informazioni su questo sito web TIMESOFISRAEL.COM Netanyahu’s despicable push to bring racists into Israel’s political mainstream The PM is pressing the religious Zionist Jewish Home party to partner with the Kahanists of Otzma Yehudit. It makes cynical political sense for his interests, but what of Israel's?

La scuola licenzia lo staff di pulizia arabo israeliano della scuola dopo le minacce dei genitori

Settlement fires school’s Israeli Arab cleaning staff after threats from parents
Sintesi personale Una scuola in un insediamento della Cisgiordania ha recentemente licenziato il suo personale di pulizia arabo israeliano dopo che i genitori hanno minacciato di chiudere la scuola se i lavoratori fossero rimasti. I genitori dell'insediamento di Karnei Shomron hanno fatto appello la scorsa settimana al capo del consiglio locale, Yigal Lahav e hanno minacciato una protesta dura e continuata.
Le minacce si sono materializzate in uno sciopero di un giorno, durante il quale 40 bambini non si sono presentati  a scuola. "Sì, siamo razzisti", ha scritto un altro genitore. "Le vite dei nostri bambini vengono prima di tutto, siamo razzisti e adoriamo la razza ebraica". Le donne delle pulizie che sono arrivate al lavoro sono state molestate da alcuni bambini, riporta Ynet."L'insegnante ci ha riunito e ci ha detto di non insultare le  donne delle pulizie e di non maledirle…