Gideon Levy : Halloween è arrivato all'inizio dell'anno per i palestinesi di Isawiyah



Era un'operazione destinata a migliorare la qualità di vita degli abitanti e forse potrebbe anche essere definita da coloro che l'hanno condotta come un'operazione umanitaria. Nel buio della notte centinaia membri  della Polizia di Frontiera e  delle forze di polizia regolare che vi partecipavano, accompagnati da cani K-9, hanno invaso brutalmente le case di centinaia di abitanti, buttato giù dal letto 51 di loro, legato le loro mani dietro la schiena e portati in detenzione, senza una spiegazione.
Secondo Amer Aruri, un ricercatore sul campo per l'organizzazione dei diritti umani B'Tselem, 25 degli arrestati erano minorenni. I loro genitori sono stati per ore questa settimana, ansiosi e terrorizzati, all'entrata della guardina della polizia nel Russian Compound a Gerusalemme, aspettando segnali di vita dai loro figli. Presumibilmente anche l'arresto dei loro bambini era destinato a migliorare la loro qualità di vita.
  Secondo un comunicato stampa della polizia  l'Operazione  aveva come finalità :  raccolta di tasse , una ricerca sugli spacciatori di droga,l'  arresto di lanciatori di pietre ,  la rimozione di mucchi di spazzatura, lo smantellamento di segnali che mettevano in pericolo la vita dei locali.
In breve  Halloween ad Isawiyah, un quartiere  tumultuoso di Gerusalemme Est
.
È stato qui che solo una settimana fa i genitori hanno rifiutato di mandare i loro figli a scuola per l'attività della polizia israeliana vicino alla scuola del quartiere. Quando siamo arrivati durante la giornata di lunedì, le persone affollavano le strade e ognuno era grato alla polizia, alla Polizia di Frontiera e alle altre forze dell'occupazione per la loro devota azione la notte precedente. Solo per essere certe che la gioia non uscisse fuori dai confini del felice quartiere, le forze di polizia ha nno  pattugliato tutte le sue entrate, attuando controlli di sicurezza casuali su quelli che entravano o uscivano.
Un membro del comitato del quartiere di Isawiyah, Mohammad Abu Hummus, ci ha detto che tali operazioni sono condotte verso la fine di ogni anno e il loro principale scopo è far sì che le autorità fiscali e la municipalità di Gerusalemme raccolgano i debiti accumulati dai residenti.
La mattina dopo l'operazione notturna abbiamo seguito le impronte dei combattenti per visitare alcune delle case che avevano invaso. Al bordo del quartiere, presso la barriera che circonda l'ospedale, vivono i membri della numerosa famiglia Darwish. Tareq Darwish ha aperto la porta di casa in canottiera, rivelando muscoli e tatuaggi sulle braccia. È un conducente di autobus di 44 anni, padre di sei figli, che la notte prima era andato a dormire all'1.00. Circa due ore più tardi, ci ha detto, lui e sua moglie Tahrir sono stati svegliati da un forte colpo alla porta del loro appartamento al primo piano. Nel momento in cui ha realizzato quanto stava succedendo , due poliziotti di frontiera erano già nel suo soggiorno. Erano entrati dalla porta posteriore  che non era stata bloccata. Altri quattro poliziotti di frontiera erano alla porta davanti, accompagnati da un cane poliziotto.
"Sei tu Tareq?", gli hanno chiesto. "Siamo la polizia. Vogliamo Yusuf ".
Yusuf è il figlio 21enne della coppia.
"Perché chiedete di Yusuf? ", ha domandato Tareq.
"Abbiamo un mandato di arresto per lui. È ricercato per un interrogatorio ".
I poliziotti hanno mostrato a Tareq il mandato. Yusuf era stato detenuto tre anni fa per una settimana per sospetto lancio di pietre. Ora stava ancora dormendo nella stanza che divide con sua sorella di 11 anni, Tala.

Tala si è svegliata con questo inizio: un cane e un poliziotto armato giravano per la sua stanza. Il figlio più piccolo, Darwish, di 4 anni, dormiva nella stanza accanto.
La polizia ha detto a Yusuf che dovevano prenderlo e gli hanno ordinato di vestirsi. Le sue sorelle Batool, 16 anni, e Hadil, 13, si sono svegliate allarmate. Il padre cercava di calmarle, dicendo loro che la polizia era venuta solo a prendere Yusuf. Hanno legato le mani del giovane dietro la schiena con fascette di plastica e sono usciti fuori nel buio . Ogni tanto un elicottero illuminava il cielo sopra Isawiyah.
I poliziotti e il cane sono rimasti nella casa di Tareq e Tahrir per meno di mezz'ora. Hanno condotto una breve ricerca , non causando alcun danno e non spiegando perché Yusuf era sospettato . Lunedì, Tahrir è andata al Russian Compound e ha cercato ( invano) di vedere suo figlio e scoprire cosa gli fosse successo.
Lo zio di Tareq, Uthman, 55 anni, vive al piano sopra di loro con sua moglie Jihad, 48 anni, e la loro famiglia. Dopo che la polizia ha lasciato la casa di Tareq con Yusuf, i poliziotti sono saliti al secondo piano. L'appartamento qui è pieno di oggetti decorativi - animali scolpiti in legno, soprammobili di ceramica e vetro. Il mobilio nel soggiorno e nella cucina è moderno, e segno di benessere. Una fotografia del leader degli Hezbollah Hassan Nasrallah è appesa in cucina, vicino al frigorifero.
Jihad indossa una sciarpa sulla testa e un abito tradizionale. Ci  dice che Uthman era andato al Russian Compound quella mattina per scoprire cosa fosse accaduto al loro figlio più giovane, Amir, di  15enni . Le forze di polizia erano arrivate poco prima delle 4 .

Uthman e Jihad Darwish hanno cinque figli. Il figlio Fadi, 23 anni, è stato in prigione   5 mesi per lancio di pietre. Jihad era andata a dormire intorno alle 23 di domenica notte e si era svegliata alla vista di sei poliziotti di frontiera e di un cane nel suo soggiorno.
Anche in questo caso  la polizia era entrata dalla porta posteriore, che non era bloccata; due uomini in abiti civili accompagnavano le forze. Jihad dice che non aveva sentito niente prima di questo : non il rumore dell'elicottero che girava intorno, non i poliziotti che erano entrati a casa di Tareq al piano di sotto. Quello che l'ha svegliata sono state le grida fuori :"Darwish, Darwish!". Uno degli uomini in abiti civili le ha chiesto :"Perché lasciate aperta la porta di dietro?". E lei ha
risposto :"Se lasciate la casa, la blocco ".
I poliziotti di frontiera sono andati nella stanza dove stavano dormendo Amir e suo fratello di 21 anni Rami ( che di recente era tornato alla casa dei suoi genitori dopo la separazione da sua
moglie ), e hanno chiesto a Jihad chi dei due fosse Amir  perché dovevano arrestarlo.
"L'avete arrestato solo la settimana scorsa", lei ha detto loro, e loro hanno risposto "Oggi non lo porteremo alla stazione di polizia vicino all'ufficio postale. Oggi lo porteremo alla stanza di interrogatorio n. 4 al Russian Compound ".
Amir era stato arrestato il mese prima per sospetto di lancio di pietre e detenuto per 5 giorni. Sua madre ha detto che aveva sofferto di ansia per circa due settimane, chiuso nella sua stanza- Voleva  dormire solo nel letto dei suoi genitori, dormendo anche molto durante il giorno.
Questa volta, si è svegliato nel suo letto alla vista della polizia e di un cane. Ha detto a sua madre che pensava di sognare .
Jihad ha aiutato suo figlio a vestirsi; il cane poliziotto gli latrava. Lei dice che Amir non ha mostrato le sue emozioni e non appariva allarmato, ma lei era molto preoccupata per lui. Afferma che la polizia non le ha mostrato un mandato di arresto e non ha spiegato perché lo stavano prendendo. Né lei lo ha chiesto. La polizia ha ammanettato Amir da dietro e lo ha portato via.
Un rapporto intitolato 'Unprotected: la detenzione degli adolescenti palestinesi a Gerusalemme Est',  pubblicato questo mese da B'Tselem e HaMoked -Centro per la Difesa dell'Individuo - attesta che le autorità violano i diritti di centinaia di adolescenti di Gerusalemme Est che sono arrestati ogni anno.
Emerge che i giovani sono invariabilmente buttati giù dai loro letti e interrogati senza una consultazione preliminare con un avvocato e senza la presenza dei loro genitori, come richiesto dalla legge. Il diritto a rimanere in silenzio spesso non viene loro spiegato e non viene nemmeno detto  di cosa sono sospettati . Sono detenuti in condizioni dure, con l' ordine di custodia cautelare esteso di volta in volta, anche dopo che gli interrogatori sono terminati.
Gli autori del rapporto vedono queste violazioni come parte di una politica complessiva che mira ad incoraggiare i residenti di Gerusalemme Est a lasciare la città.
La pagina Facebook di Isawiyah elenca i nomi dei 51 residenti che sono stati arrestati lunedì mattina presto. Alcuni sono stati rilasciati più tardi , mentre altri sono stati portati in tribunale questa settimana per l'estensione dell' ordine di custodia.
Da parte sua   Jihad, che di solito è una donna molto riservata, dice che vuole che gli israeliani sappiano cosa è successo nella sua casa domenica notte , che non è stata danneggiata dagli intrusi.
Comunque, c'era un danno leggero nell'appartamento nella  casa di Amira Darwish e delle sue figlie. Quando siamo arrivati  le donne nella casa erano occupate a lavare i tappeti e stenderli fuori al balcone per farli asciugare. La nonna Amira, 72 anni, era ad un matrimonio di famiglia negli Stati Uniti. Questa mattina si erano già date da fare per riparare la porta dopo che i poliziotti di frontiera l'avevano sfondata .
Il letto nella stanza di Amira è stato rovesciato e il contenuto dei cassetti sparso sul pavimento. È stato verso la fine dell'Operazione 700 che le forze sono arrivate qui, alle 8.30.
Le donne dicono che la polizia ha detto loro che stavano cercando droga. Stavano cercando il loro nipote Mohammed, ma lui era già al lavoro a Beit Shemesh. Doveva andare alla polizia per un interrogatorio martedì.
Il Distretto della Polizia di Gerusalemme ha fornito questa dichiarazione sul loro sito web:"Centinaia di forze di polizia e della Polizia di Frontiera hanno agito nella notte tra sabato e domenica ad Isawiyah, nel contesto dell'Operazione 700, come parte di un'operazione di polizia combinata ed estesa per localizzare ed arrestare persone che disturbano la pace, in aggiunta ad uno sforzo di più ampio raggio di rafforzamento, per migliorare la qualità di vita dei residenti del quartiere.  51 sospetti sono stati arrestati   .Il  personale della municipalità ha operato nell'area per disporre dell'accumulo della spazzatura e dei rischi per la sicurezza, per  rimuovere i segnali che erano appesi in una via e mettono in pericolo i pedoni, cancellare i graffiti e sistemare l'illuminazione stradale....Tutti gli arrestati sono stati portati via per continuare l'investigazione nelle unità del distretto. Più tardi andranno davanti alla corte ".


Commenti

Post popolari in questo blog

Netanyahu si è affrettato a denunciare l'antisemitismo di Yair Lapid -. Per 5 volte è rimasto in silenzio. Antisemitismo giudaico?