Al congresso FIFA i palestinesi rinunciano alla sospensione d’Israele



La Federcalcio palestinese ha scelto all’ultimo momento una risoluzione emendata che propone la formazione di una commissione che si occupi di monitorare il movimento dei calciatori palestinesi, il razzismo presente nei campionati israeliani e la partecipazione illegale alle serie calcistiche israeliane delle squadre delle colonie 


della redazione
Roma, 29 maggio 2015, Nena News – Con un colpo di coda (prevedibile per la verità) il presidente della Federcalcio palestinese, Jibril Rajoub, ha rinunciato all’ultimo momento alla sua richiesta di sospendere Israele dalla Fifa. Al posto della sospensione, Ramallah ha preferito una risoluzione emendata che propone la formazione di una commissione che si occupi di monitorare il movimento dei calciatori palestinesi, il razzismo presente nei campionati israeliani e la partecipazione illegale alle serie calcistiche israeliane delle squadre delle colonie. La proposta modificata è passata con il 90% dei voti a favore.
Felice (almeno su questa questione) è apparso il presidente della Fifa Sepp Blatter che era fortemente contrario alla proposta originaria dei palestinesi. Era giunto persino di recente nei Territori occupati palestinesi nel tentativo di convincere Ramallah. Dopo il risultato della votazione il capo della Fifa ha dichiarato al congresso: “Quelli che hanno di più dovranno dare [questo più] a quelli che hanno meno. In questo caso è Israele a dover dare un po’ di più alla Palestina. E’ questo quello che uscito da qui”.
Commenti positivi sono giunti anche dalla vice ministra degli esteri israeliana, Tzipi Hotovely: “il risultato dei colloqui alla Fifa è positivo e accolgo con favore il fatto che non siamo giunti ad una situazione assurda in cui uno stato come Israele veniva sospeso da un corpo il cui obiettivo è, in primo luogo, fare sport”.  Ha tirato un sospiro di sollievo anche il presidente della Federcalcio israeliana Eini: “il calcio deve essere un ponte per [fare] la pace. Lo dico al mio amico Rajoub, lascia che siano i politici ad affrontare le cose politiche. Facciamo il nostro meglio per il calcio. Voglio lavorare insieme”.
Stamane, durante il suo discorso al congresso, Blatter era stato interrotto da due protestanti pro-palestinesi le quali, prima di essere allontanate dalle guardie di sicurezza, erano riuscite a mostrare dei cartellini rossi ai rappresentanti Fifa gridando “Fuori Israele!”. La polizia di Zurigo aveva inoltre parlato in giornata della presenza di una bomba indirizzata al congresso Fifa. Nena News


 
 
 
News: Jibril Rajoub cancels vote on suspending Israel from football association at last minute following frantic negotiations, urges audience to turn to the United Nations.
ynetnews.com

Commenti

Post popolari in questo blog

Israele scompare dalla mappa: diplomatici palestinesi censurati a Londra

Richard Silverstein : La mano nascosta di Netanyahu aleggia su Al Aqsa Pogrom

Dominique Vidal : perchè questa omertà su quanto accade a Gerusalemme Est?

Bradley Burston : La Giornata di Gerusalemme mi ricorda: gli estremisti e i fanatici di Israele non sono il mio popolo ebraico