Shawan Jabarin :Documentiamo le violazioni dei diritti umani. Israele vuole metterci a tacere.

Traduzione e sintesi

Opinion | We Document Human Rights Violations. Israel Wants to Silence Us.
RAMALLAH, Cisgiordania — Subito dopo le 3 del mattino del 18 agosto, i soldati israeliani hanno fatto saltare in aria le porte chiuse di Al-Haq, la più antica e più grande organizzazione per i diritti umani nei territori palestinesi occupati, per la quale sono direttore generale. I soldati hanno saccheggiato i dipartimenti amministrativi e finanziari, la sala riunioni e il mio ufficio. Quando ebbero finito, i soldati sigillarono gli uffici con una porta di ferro rinforzata saldata . Sulla porta hanno affisso un ordine militare in cui si dichiarava che Al-Haq è un gruppo illegale.  Poche ore dopo, mentre osservavo ciò che stava accadendo, il mio telefono ha iniziato a emettere messaggi : i soldati avevano anche invaso e sigillato gli uffici di altre sei importanti organizzazioni palestinesi, tra cui Defense for Children International-Palestine , l'Unione dei comitati delle donne palestinesi , il Centro Bisan per la ricerca e lo sviluppo e l' Associazione per il sostegno ai prigionieri di Addameer e per i diritti umani


Questa è stata un'escalation nella campagna di Israele contro di noi: lo scorso ottobre ha etichettato sei delle nostre organizzazioni come entità "terroristiche" e ha cercato di soffocare i finanziamenti internazionali che riceviamo. I tentativi di Israele di sopprimere Al-Haq si basano su false affermazioni che io sia un membro del Fronte popolare per la liberazione della Palestina, che Israele e gli Stati Uniti considerano un'organizzazione terroristica. Quando ero uno studente universitario, sono stato brevemente coinvolto in attività studentesche con il Fronte Popolare e nel 1985 sono stato condannato da un tribunale militare israeliano per aver assistito il gruppo. Sono stato imprigionato per nove mesi.


Negli anni seguenti, mentre lavoravo come ricercatore sul campo per Al-Haq, ho trascorso un totale di circa otto anni nelle carceri israeliane senza accuse o processo, e ho subito abusi . E per gran parte degli anni '90 e per sei anni dopo essere diventato il capo di Al-Haq nel 2006, Israele mi ha ripetutamente vietato di viaggiare all'estero. Questo trattamento è stato condannato da Amnesty International, che mi ha dichiarato prigioniero di coscienza nel 1990, così come da Human Rights Watch e altri.


Israele ha rifiutato di fornirci qualsiasi prova a sostegno della sua affermazione di ottobre secondo cui Al-Haq e le altre organizzazioni sono gruppi di facciata del Fronte popolare per la liberazione della Palestina. Ad agosto, The Guardian ha riferito che un rapporto riservato della CIA che ha esaminato le prove fornite da Israele all'inizio di quest'anno non aveva trovato nulla per convalidarlo. La persecuzione israeliana  è stata aspramente criticata .

Israele mira chiaramente a screditare e definanziare le organizzazioni della società civile palestinese, in particolare quelle che monitorano gli abusi israeliani dei nostri diritti e chiedono giustizia. Al-Haq documenta le violazioni dei diritti individuali e collettivi dei palestinesi nei territori occupati, siano esse commesse da Israele o dall'Autorità Palestinese, e chiede responsabilità. Abbiamo presentato richieste congiunte alla Corte penale internazionale per sollecitare un'indagine sull'attacco israeliano a Gaza nel maggio 2021, che ha ucciso più di 200 palestinesi , e gli sforzi per sfrattare le famiglie palestinesi dalle loro case nel quartiere di Sheikh Jarrah, nella Gerusalemme est occupata.




L'autore, Shawan Jabarin, dopo il raid.Credito...Atef Safadi/EPA, tramite Shutterstock




All'indomani del raid di agosto, ho ricevuto una telefonata minacciosa da qualcuno che affermava di provenire dall'agenzia di spionaggio nazionale israeliana, lo Shin Bet. Il chiamante mi ha ordinato di presentarmi alla prigione militare di Ofer per essere interrogato e mi ha minacciato di reclusione se avessi continuato il mio lavoro con Al-Haq. Il capo della Difesa per l'infanzia internazionale-Palestina ha ricevuto una chiamata simile . È stato trattenuto per due ore dallo Shin Bet. Non sono andato.



Non prendo alla leggera le minacce di Israele.

La mia preoccupazione principale, tuttavia, non è per me o per Al-Haq. Riguarda le implicazioni più ampie che il raid ha per la società civile palestinese. Le organizzazioni prese di mira da Israele forniscono servizi sociali vitali e supporto a una popolazione palestinese devastata da oltre mezzo secolo di brutale occupazione militare israeliana e colonizzazione da parte dei coloni israeliani. Nell'ultimo anno e mezzo, le principali organizzazioni internazionali e israeliane per i diritti umani si sono unite ai palestinesi nel concludere che il sistema oppressivo che Israele ci ha imposto equivale all'apartheid. Forse è per questo che Israele ha intensificato i suoi sforzi per sopprimere il nostro lavoro.


Uno striscione nell'ufficio di Al-Haq che chiede solidarietà con le organizzazioni della società civile etichettate come "terroriste" da Israele.Credito...Atef Safadi/EPA, tramite Shutterstock




Almeno finora, non è riuscito. Dopo le accuse di Israele contro di noi lo scorso anno, l'Unione Europea ha sospeso il sostegno ad Al-Haq. Tuttavia, dopo aver esaminato le nostre finanze, ha affermato di non aver trovato prove di irregolarità e che avrebbe ripristinato i nostri finanziamenti . Dopo l'irruzione di Israele nel nostro ufficio, abbiamo risposto riaprendo le nostre porte e riprendendo il nostro lavoro. Stiamo respingendo con tutti i mezzi a nostra disposizione.

Gli israeliani per giustificare la chiusura dei nostri uffici, secondo quanto riferito, una delegazione israeliana ha incontrato questo mese funzionari americani per presentare le presunte prove di illeciti. Nell'esaminare queste informazioni gli Stati Uniti devono tenere a mente che se Israele riuscirà a chiudere Al-Haq e le altre organizzazioni eliminando i nostri finanziamenti o imprigionando il nostro personale, sarà più difficile per i palestinesi trovare ricorso per le ingiustizie che hanno viso. Potrebbe anche incoraggiare Israele a perseguire altri gruppi per i diritti dei palestinesi.

L'amministrazione Biden deve chiarire che il sostegno degli Stati Uniti a Israele non è incondizionato e che ci saranno conseguenze per le continue violazioni dei diritti umani palestinesi da parte di Israele, comprese le sanzioni. Washington e le nazioni europee devono dimostrare di essere seriamente intenzionate a sostenere i diritti umani e la democrazia nei territori palestinesi e in Israele. Le nostre organizzazioni devono poter svolgere il loro lavoro cruciale. Altrimenti, è solo questione di tempo prima che Israele intensifichi la sua repressione e riesca finalmente a metterci a tacere.

Shawan Jabarin è il direttore generale dell'organizzazione per i diritti umani Al-Haq.

Il Times si impegna a pubblicare una varietà di lettere all'editore. Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi di questo o di uno qualsiasi dei nostri articoli. Ecco alcuni suggerimenti . Ed ecco la nostra email: letters@nytimes.com .

Segui la sezione Opinioni del New York Times su Facebook , Twitter (@NYTopinion) e Instagram .

Commenti

Post popolari in questo blog

Peter Beinart : politica americana Ucraina e Palestinesi

Corrispondente da Gaza : Attivisti per i diritti umani condannano le crescenti condanne a morte di Hamas

Video di B'Tselem e di Amnesty International - Italia : la distruzione di una scuola palestinese tra bimbi in lacrime .

Ahmad Melhem : Attentato dinamitardo a Gerusalemme segno di escalation in Cisgiordania