Comprendere la minacciosa ascesa dell'ultranazionalista partito di Israele




I


sraele e identità ebraica laica e religiosa


Traduzione e sintesi

Approfondimento: Video 


Il Mahane Yehuda di Gerusalemme  ha ospitato l'eminente deputato ultranazionalista di estrema destra Itamar Ben Gvir, un uomo condannato in passato per istigazione all'odio razziale e che, fino a poco tempo fa, aveva la foto di un assassino di massa appeso il suo soggiorno.

La folla cantava il suo nome e cantava una vivace canzoncina sul fatto che Ben Gvir sarebbe stato il prossimo primo ministro.  Mahane Yehuda è un noto bastione del sentimento di destra, ma fino a poco tempo fa una visita a Ben Gvir, 46 anni, sarebbe stata poco più che una piccola curiosità

Poco più di un anno dopo essere entrato alla Knesset come parte dell'alleanza di estrema destra del sionismo religioso di Bezalel Smotrich, i sondaggi mostrano che Ben Gvir guida il partito verso una posizione di comando alla Knesset.

MK Itamar Ben Gvir del partito di estrema destra Otzma Yehudit visita il mercato Mahane Yehuda a Gerusalemme il 22 luglio 2022. (Yonatan Sindel/Flash90)

Nel 2019, all'inizio dell'apparentemente interminabile crisi politica di Israele, il partito Otzma Yehudit di Ben Gvir era ancora un paria politico. In tre anni  quella situazione è stata capovolta.  Il partito Yamina, che ha ereditato la base elettorale di destra più moderata di Jewish Home, è stato in grado di incoronare il suo leader Naftali Bennett primo ministro per un anno. Oggi  il partito stesso sta affrontando l'annientamento politico, spinto dalla decisione del governo di allearsi con il partito arabo Ra'am,. Ora è  senza timone dopo che Bennett ha deciso di allontanarsi dalla politica.

Nel frattempo Ben Gvir vola alto nei sondaggi. Gli elettori che sono fuggiti da Jewish Home e Yamina si sono apparentemente ricongregati come sostenitori del sionismo religioso.  Un sondaggio particolarmente favorevole per Ben Gvir ,condotto per Channel 13 News .ha suggerito che il sionismo religioso avrebbe vinto 13 seggi con Ben Gvir al timone,

 

I parlamentari di estrema destra Itamar Ben Gvir (L) e Bezalel Smotrich alla Porta di Damasco fuori dalla Città Vecchia di Gerusalemme il 20 ottobre 2021. (Yonatan Sindel/Flash90)

Un tale risultato renderebbe il sionismo religioso, con i suoi suprematisti ebrei e gli agitatori di estrema destra, il terzo partito più grande del paese, secondo i risultati dei sondaggi del canale. Profondamente consapevole della spinta politica di Ben Gvir, Smotrich ha offerto al suo collega-rivale la guida congiunta della lista al fine di assicurarsi un accordo .

Un kahanista attento

Il partito Otzma Yehudit di Ben Gvir è il successore ideologico del partito razzista e di estrema destra Kach, fondato e guidato dal rabbino Meir Kahane, assassinato nel 1988 a New York.  Kach ha sostenuto la rimozione dei cittadini arabi dal paese e l'instaurazione di una teocrazia. Essa e la sua scheggia immediata Kahane Chai sono state entrambe inserite nella lista nera da Israele nel 1994, dopo che il seguace Baruch Goldstein ha massacrato 29 palestinesi in preghiera nella Grotta dei Patriarchi.

Ben Gvir insiste sul fatto che Otzma non sostiene più il tipo di politiche razziste e segregazioniste di Kach,  ma  si presenta sfacciatamente come un gruppo politico suprematista ebraico ultranazionalista.

Uomini ebrei si scontrano con i palestinesi quando il parlamentare Itamar Ben Gvir arriva per aprire il suo ufficio nel quartiere, nel quartiere di Sheikh Jarrah a Gerusalemme est, il 13 febbraio 2022. (Jamal Awad/Flash90)

Otzma sostiene l'annessione dell'intera Cisgiordania, ma senza concedere ai palestinesi la cittadinanza israeliana, cerca di espellere i cittadini arabi "sleali" da Israele senza definire come tale determinazione possa essere presa,  incoraggia i cittadini arabi in generale ad emigrare per rendere Israele più omogeneamente ebraico. Un manifesto del partito Otzma  del 2019 affermava che avrebbe "lavorato per rimuovere i nemici di Israele dal nostro paese".

Ben Gvir è stato vago su ciò che definisce "un nemico". Baruch Marzel, un membro di spicco del partito, ha affermato di ritenere che “la maggioranza” degli arabi israeliani siano nemici, anche se non tutti. Il partito pone anche una forte attenzione sulla revisione del sistema giudiziario israeliano in modo che enfatizzi i valori ebraici rispetto ai valori democratici, specialmente per quanto riguarda i diritti delle minoranze.

Le  radici ideologiche più estremiste di Otzma, in particolare per quanto riguarda la supremazia ebraica in Israele, gli conferiscono maggiore fascino agli elementi della società israeliana con convinzioni apertamente etnonazionaliste. Ha  detto al notiziario di Channel 12 che erano passati anni da quando aveva cantato "morte agli arabi" o spinto la cosiddetta politica di "trasferimento" di Kahane.  Ben Gvir nel 1995,  19 anni ,ha strappato le insegne della Cadillac dall'auto del primo ministro Yitzhak Rabin. Mostrando il bottino, Ben Gvir si è vantato davanti a un telegiornale: “Abbiamo preso la macchina. Arriveremo anche a Rabin». Più tardi  Rabin fu assassinato da un estremista di destra.

Lo stesso Ben Gvir ha diverse condanne penali a suo nome. Nel 2007, è stato riconosciuto colpevole di incitamento al razzismo e sostegno a un'organizzazione terroristica per aver tenuto cartelli durante una protesta con la scritta "Espellere il nemico arabo" e "Kahane aveva ragione", uno slogan suprematista ebraico che approvava la proposta di Kach di ripulire etnicamente Israele dai suoi arabi cittadini.  Fino al 2020, Ben Gvir aveva una foto del terrorista ebreo Goldstein appesa al muro del suo soggiorno. Ha detto di averlo rimosso nel gennaio 2020 quando è diventato una responsabilità politica: Bennett aveva citato l'immagine come motivo per rifiutare una fusione tra New Right e Otzma Yehudit.  Ben Gvir è anche un provocatore seriale e ha preso l'abitudine di organizzare manifestazioni in luoghi sensibili  per inimicarsi arabi israeliani e palestinesi residenti a Gerusalemme est.

Forse l'incidente più incendiario del genere è stato all'inizio di maggio 2021. Mentre le tensioni nel quartiere di Sheikh Jarrah a Gerusalemme est aumentavano in attesa di sfratto delle famiglie palestinesi , Ben Gvir si è inserito nel conflitto istituendo un ufficio parlamentare improvvisato con il collega provocatore di estrema destra Bentzi Gopstein, capo dell'organizzazione razzista suprematista ebraica Lehava.  Funzionari dell'intelligence hanno avvertito che Hamas avrebbe lanciato razzi su Gerusalemme se Ben Gvir non se ne fosse andato, cosa che alla fine ha fatto  Giorni dopo Hamas ha effettivamente lanciato razzi contro Gerusalemme in risposta alle tensioni di Sheikh Jarrah e alle azioni della polizia sul Monte del Tempio, dando inizio a 11 giorni di intensi combattimenti.

MK Itamar Ben Gvir, visto con il presidente di Lehava Benzi Gopstein, nel quartiere di Sheikh Jarrah a Gerusalemme est il 6 maggio 2021. (Olivier Fitoussi/Flash90)

Durante i combattimenti il capo della polizia Kobi Shabtai ha accusato Ben Gvir di favorire alcune delle peggiori violenze intercomunitarie nella storia di Israele, portando autobus di sostenitori di Lehava in città con popolazioni miste ebraico-arab

Oltre a cercare di aggiungere la pena di morte al codice penale israeliano, Ben Gvir ha anche perseguito la riforma giudiziariaIl leader di Otzma, insieme ad altri parlamentari di destra, ha portato per due volte  alla Knesset un disegno di legge : consegnare  al governo e alla Knesset il controllo totale sul processo di selezione dei giudici della Corte Suprema, piuttosto che coinvolgere anche altri giudici e avvocati come è attualmente fatto.  Gli israeliani di destra hanno a lungo visto la corte come un bastione della sinistra; installando giudici più favorevoli alle cause di destra, Otzma spera di rifare la corte nella sua immagine ideologica, anteponendo il carattere ebraico di Israele ai suoi valori democratici.

Mizrahim disamorati e giovani ultra-ortodossi

Sembrano esserci due principali fonti di elettori che preferiscono Ben Gvir a Smotrich: Mizrahim e gli ultra-ortodossi. Gli ebrei mizrahi, di origine mediorientale o nordafricana, sono in linea di massima  dediti alla  destra   e  alcuni sono probabilmente attratti dal nazionalismo sciovinista di Otzma, in particolare gli elettori più giovani disillusi dallo status quo.

Potrebbe esserci anche un elemento di politica identitaria in giocoBen Gvir è lui stesso un ebreo mizrahi cresciuto in una famiglia religiosamente tradizionale, il che lo rende più attraente e più facile da collegare  a Smotrich, che proviene da ceppo europeo.

Ben Gvir potrebbe anche ottenere il sostegno dei giovani ultra-ortodossi sempre più nazionalisti ed etnocentrici, secondo Moshe Hellinger, docente di scienze politiche alla Bar-Ilan University.

Uomini ebrei ultraortodossi visti durante le proteste nel quartiere di Mea Shearim a Gerusalemme, sabato 27 giugno 2009. (Kobi Gideon/Flash90)


MK Moshe Gafni (a sinistra) con il collega del partito United Torah Judaism Meir Porush alla Knesset, 22 giugno 2022. (Olivier Fitoussi/Flash90)

Dopo due recenti attacchi terroristici nelle città ultra-ortodosse di Bnei Brak ed Elad, Ben Gvir è arrivato rapidamente sulla scena,  mentre i parlamentari ultra-ortodossi sono rimasti alla larga.

Il Ministro dell'Interno Ayelet Shaked, il Ministro dei Trasporti Merav Michaeli, il Ministro della Salute Nitzan Horowitz e il Ministro della Pubblica Sicurezza Omer Barlev ascoltano il Primo Ministro Naftali Bennett all'Aeroporto Internazionale Ben-Gurion il 22 giugno 2021. (Flash90)

Il partito potrebbe anche ricevere un'ondata di consensi grazie alle rivolte e alle violenze tra ebrei e arabi che hanno scosso molte città miste nel maggio 2021, radicalizzando parti della destra israeliana, compresi i tradizionali elettori mizrachi che popolano  queste  città.

MK Itamar Ben-Gvir reagisce durante un comunicato stampa del partito della Lista Araba Unita MK Mansour Abbas, alla Knesset, il parlamento israeliano a Gerusalemme, 11 maggio 2022. (Olivier Fitoussi/Flash90)

(Da destra a sinistra) Michael Ben Ari, Aryeh Eldad, Baruch Marzel e Aryeh King presentano il loro nuovo partito politico "Power to Israel" in una conferenza stampa a Gerusalemme.  13 novembre (photo credit: Miriam Alster/Flash90)

(Da destra a sinistra) Michael Ben Ari, Aryeh Eldad, Baruch Marzel e Aryeh King presentano il loro nuovo partito politico "Power to Israel" in una conferenza stampa a Gerusalemme. 13 novembre 2012. (Miriam Alster/Flash90)


Foto a sinistra: il primo ministro Benjamin Netanyahu pronuncia un discorso alla manifestazione elettorale del partito Likud a Ramat Gan il 29 febbraio 2020; Foto a destra: Itamar Ben Gvir, capo del partito Otzma Yehudit, tiene una conferenza stampa a Gerusalemme il 26 febbraio 2020. (Gili Yaari/Flash90; Yonatan Sindel/Flash90)

"Netanyahu ha reso Ben Gvir mainstream, gli ha dato legittimità, questo è stato un passo molto importante", ha detto Hellinger.   Questo  ha  attirato dure critiche, anche dall'American Israel Public Affairs Committee, che hanno  definito la fusione "riprovevole".


Commenti

Post popolari in questo blog

Il probabile sabotaggio di Nord Stream e altre notizie interessanti Vedi Cartina

Rapporto OCHA 30 agosto – 12 settembre 2022

Ahmad Melhem Israele minaccia Gaza, mentre aumenta escalation in Cisgiordania. Il dilemma dell'Autorità Palestinese

Amira Hass : Decine di soldati sono entrati in un villaggio palestinese nel cuore della notte per un “Tour Selichot”