Zvi Bar'el : Non osare parlare male dei coloni

Traduzione sintesi

29 dicembre 2021
Il ministro della pubblica sicurezza Omer Bar-Lev è l'ultima persona ad entrare a far parte dell'onorato club di persone con guardie del corpo. È stato preceduto dal viceministro Mansour Abbas, dal membro della Knesset Idit Silman e dal ministro per i servizi religiosi Matan Kahana, oltre al numero selezionato di funzionari che normalmente hanno guardie del corpo: il presidente, il primo ministro e il ministro della difesa.
Bar-Lev si aspettava che la sua guerra al crimine nella comunità araba mettesse contro di lui le organizzazioni criminali arabe. Dopotutto, così va il mondo, causa ed effetto. Ma, come ha twittato lunedì Bar-Lev, “non sono minacciato dai criminali arabi;. Sono minacciato dagli ebrei israeliani".
Il ministro della Difesa dovrebbe essere a rischio di nemici stranieri. Un legislatore arabo che ha osato unirsi a una coalizione di governo di destra dovrebbe essere minacciato da altri arabi israeliani. Il ministro degli affari religiosi dovrebbe essere minacciato da laici e una guardia di sicurezza araba in un parcheggio potrebbe trovarsi di fronte alla canna della pistola di un parlamentare ebreo. Ogni comunità ha il suo obiettivo.
Finché all'improvviso le cose vanno sottosopra e le regole del gioco impazziscono.
Tuttavia il tweet di Bar-Lev è una bugia. Supponendo di aver pensato alle sue parole prima di lanciarle in pubblica piazza, ha capito che doveva ammorbidire alcuni spigoli. La frase corretta e simmetrica sarebbe stata "Non sono minacciato da criminali arabi, sono minacciato da terroristi ebrei israeliani". E questi terroristi hanno nomi e indirizzi, poiché il motivo della minaccia definisce la comunità di appartenenza.
L'offesa del ministro è stata quella di dire al sottosegretario di Stato americano Victoria Nuland che prende sul serio la violenza dei coloni. Anche questa è una bugia. Tuttavia Bar-Lev ha osato violare una delle leggi ferree che mantengono in vita questo governo: ha parlato male dei coloni.
Il ministro dell'Interno Ayelet Shaked ha segnato il suo destino. “Ti sei confuso; i coloni sono il sale della terra, eredi dei pionieri della valle e della collina", ha detto, riferendosi alle persone che hanno stabilito nuove comunità ebraiche nell'Israele pre-stato. “La violenza che dovrebbe scioccare le persone sono le dozzine di incidenti che si verificano ogni giorno in cui pietre e bottiglie molotov vengono lanciate contro gli ebrei”.
Anche il primo ministro Naftali Bennett si è subito allineato . “Ogni comunità ha elementi marginali, ma non dobbiamo generalizzare su un'intera comunità”.
La norma accettata è che l'unica comunità su cui possiamo e dobbiamo generalizzare è la comunità araba. Per consenso, la "società araba" è quella che uccide i suoi figli e il "settore arabo" è un produttore di terroristi interni. Per combattere il "crimine nella comunità araba", lo stato è pronto a spendere miliardi per razziare città arabe, eseguire inseguimenti e arrestare il maggior numero possibile di sospetti.
Ma nella comunità dei coloni – che ospita criminali che commettono centinaia di crimini all'anno sia contro gli esseri umani che contro la natura, criminali che minacciano gli arabi, li molestano, li assalgono, sradicano centinaia di alberi e terrorizzano soldati e polizia . Nonostante centinaia di incidenti, negli ultimi tre anni sono stati aperti solo 369 casi e sono state depositate solo 11 incriminazioni. Veramente un elemento marginale.
L'esercito e la polizia non hanno fatto irruzione in nessun insediamento per sequestrare armi illegali e solo nei casi più rari si recano a casa di un colono nel cuore della notte per arrestarlo. Nessuna operazione su larga scala con un nome roboante - come "Safe Passage" o "Sword Thrust", che è stata lanciata contro la comunità araba - è mai stata lanciata negli insediamenti. Dopotutto, non esiste una "comunità di coloni", solo alcune "erbacce selvatiche".
Quando Bar-Lev dice di essere minacciato dagli “ebrei israeliani”, lui stesso commette il peccato della generalizzazione. È stato preso di mira specificamente dalla comunità dei coloni e da tutti i suoi satelliti all'interno di Israele, inclusi il governo e la Knesset.
Finché avrà paura di puntare il dito della colpa nella giusta direzione fornendo un nome e un indirizzo a questi terroristi ebrei, scegliendo invece di diluirli nella vasta comunità degli "ebrei israeliani", capitolerà a questo terrore. Chiunque "prenda sul serio la violenza dei coloni" senza usare tutto il potere a sua disposizione contro di essa non dovrebbe sorprendersi se finisce per aver bisogno di guardie del corpo.



Commenti

Post popolari in questo blog

Comprendere la minacciosa ascesa dell'ultranazionalista partito di Israele

Nir Gontarz : I palestinesi potrebbero morire per mancanza d'acqua. 'Non posso aiutare. Sono occupato'

Haaretz: continua l'attacco a Gaza, missili in Israele e 25000 riservisti