Amira Hass : Come l'esercito israeliano ha sparato a un paramedico palestinese in un campo profughi

Sintesi personale


Amira Hass :How the Israeli Army Shot Dead a Palestinian Paramedic in a Refugee Camp


Sajed Mizher, che aveva 17 anni e quattro mesi, era un paramedico volontario. I soldati israeliani lo hanno ucciso la mattina del 27 marzo mentre stava fornendo  il primo aiuto a qualcuno ferito dagli spari nel campo profughi di Deheisheh.
Quella mattina, M izher  aveva  un esame. " Non  ti preoccupare," ha detto a suo padre, Abdel Hakim. " torno prima delle 8 di mattina e vado a scuola in orario."
Un video rapidamente pubblicato dal portavoce della lingua araba dell'esercito, Avichay Adraee, afferma di mostrare un paramedico che  si toglie  giubbotto  di riconoscimento  e lancia pietre. L' implicazione è che uccidere un medico palestinese è un'azione giustificata?
In ogni caso il filmato aereo mostra diverse figure sfocate all'interno del campo profughi, non nella  strada principale per Betlemme, dove un soldato ha ucciso Mizher con un solo proiettile allo stomaco. Il video mostra le persone su un tetto, non sul marciapiede vicino al negozio di idraulica dove Mzher è crollato, indossando i suoi pantaloni neri , la camicia e il suo gilet da medico arancione con righe riflettenti per poter essere identificato al buio.
A circa cento metri da lui, sullo stesso lato del marciapiede, giace l'uomo ferito che  Mizher ha cercato di raggiungere. Di fronte a lui, ad ovest, vi sono i soldati, che stanno lasciando il campo dirigendosi  sulle strade ripide della città di Doha (la cui popolazione è composta principalmente da ex residenti del campo profughi).
I soldati hanno fatto irruzione due volte quel giorno, alle 2 di mattina e alle 6 il primo raid è stato breve, circa 15 minuti. I soldati sono entrati con jeep militari, hanno sparato proiettili di metallo rivestiti di gomma e gas lacrimogeni ad alcuni giovani per le strade che  lanciavano  pietre, hanno arrestato una persona e se ne sono andati.Sei paramedici della società di soccorso medico palestinese si sono svegliati quando sono stati informati dell'arrivo dei soldati, pronti a fornire il primo aiuto a qualsiasi vittima e, se necessario, portarli per un ulteriore trattamento in un ospedale.
" Le strade del campo sono strette, le ambulanze non possono andare lì. Ecco perché la nostra presenza è importante," spiega Abd al-Mahdi Gharib, 23, che si occupa dell'equipaggio  dei paramedici volontari.Quando i soldati se ne sono andati, Gharib ha comprato snack per i suoi colleghi con i 10 shekel ($ 2.80) che aveva in tasca . Hanno  scattato una foto di se stessi, le righe fluorescenti sui loro vestiti che brillano al buio. Nonostante le tenebre si vede che stanno tutti sorridendo, tra  questi vi è Mizher, che ha pianificato di tornare a dormire per qualche ora prima del suo esame.
Alle  6:01 a. M., Mizher ha mandato un messaggio ai suoi colleghi  avvisando che l'esercito era tornato, questa volta nel quartiere di al-Walajiya. I giovani volontari si sono precipitati là dove   altri giovani si erano già riuniti per lanciare pietre ai soldati.
" Non siamo andati da loro; sono entrati nella nostra casa," un giovane residente del campo ha detto a haaretz, infastidito dalla domanda :  tutto questo lancio di pietra.è buono?  " Non stiamo gettando pietre a Tel Aviv. Nemmeno nella zona c. Ci avete invaso nella zona a. L' area è parte della Cisgiordania .Gli accordi di Oslo hanno assegnato pieno controllo amministrativo e di polizia ai palestinesi .....
Hai preso la nostra terra e le nostre case," ha continuato. " siamo originariamente venuti dai villaggi di Suba, Zaccaria, Khulda, walaja e altri 40 Il tuo esercito invade il nostro campo quasi ogni sera e arresta qualcuno che verrà rilasciato due giorni o due mesi dopo. Hai preso la nostra infanzia e la nostra giovinezza. Quindi stiamo almeno conservando la nostra storia e la nostra dignità."

Le persone raccontano  che i soldati sono emersi da due veicoli civili con targhe palestinesi. Durante questo raid,  Gharib ha detto che  i soldati hanno sparato  proiettili vivi ai lanciatori di pietra .senza usare gas lacrimogeni e proiettili rivestiti di gomma. Il suo equipaggio ha curato due vittime d'arma da fuoco, una delle quali è stata colpita nella spalla e l'altra tra le dita. Sono stati portati in ospedale in auto private per un ulteriore trattamento.
Tre residenti di Deheisheh sono stati arrestati quella mattina. I  30 a 50 soldati, dopo circa mezz'ora, hanno iniziato a lasciare il campo , ma non prima che alcuni prendessero  uno dei paramedici con indosso  i gilet della società palestinese di soccorso . Lo hanno picchiato  e hanno scagliato il suo walkie-Talkie a terra.Lo hanno tenuto per qualche minuto,alcuni hanno considerato questa detenzione  un tentativo di usarlo come scudo umano e quindi impedire agli altri palestinesi di lanciare pietre. Poi   lo hanno lasciato andare,e si è unito ai suoi amici.
I paramedici, che erano all'interno del quartiere di al-Walajiya, hanno pensato che fosse finita e che presto sarebbero riusciti a tornare a casa,ma  poi hanno  visto un uomo ferito sulla strada principale.Quattro dei paramedici sono scesi in una delle strade ripide e strette del campo. Quando hanno raggiunto la strada principale, hanno visto i soldati dall'altra parte e diversi lanciatori di pietra.
Hanno camminato lentamente verso l'uomo ferito, affrontando i soldati per assicurarsi che potessero vedere i giubbotti e si sarebbe reso conto che erano paramedici al lavoro. Non c'erano i lanciatori di pietra sul tratto di strada dove stavano camminando.Poi, vicino al negozio di tubature, MKizher è crollato. Gharib dichiara che,  quando si è precipitato verso di lui , Mizher ha detto: " Sono stato colpito nella gamba." visto che nessuno aveva sentito lo scatto, i residenti di deheisheh hanno concluso che è stato colpito da un cecchino.
Gharib ha controllato la gamba destra di Mizher ma non ha visto nessuna ferita di proiettile. Ha controllato la gamba sinistra, ma non ha visto nulla
. Non c' era nessuna ferita   di proiettile sul petto di mizher. Un uomo ,che ha  portato Mizher all'ospedale , nella sua auto, ha poi riferito che non c'era una goccia di sangue sul sedile.
Solo in ospedale  hanno scoperto che era stato colpito nello stomaco. Era completamente cosciente e  ha detto a Gharib: " Non dirlo a mia madre." Tutti pensavano che stesse  bene.
Quando  è entrato in sala operatoria , è stato chiaro che il proiettile aveva completamente distrutto lo stomaco." il proiettile che ha ucciso mio figlio è costato mezzo siclo," il padre ha detto mercoledì. " mezzo siclo." Era seduto nel semplice divano. Una settimana era già passata, ma la gente stava ancora venendo per  manifestare il suo cordoglio.
Lo scorso luglio, mi sono seduto nello stesso divano per raccontare come  il cugino di Sajed Arkan era  stato ucciso da un proiettile. Aveva 15 anni. Aveva gettato una pietra simbolica contro una jeep dell'esercito che lasciava il campo dopo le  incursioni di routine. Un soldato gli ha sparato nel petto.
All'epoca, l'unità del portavoce delle forze di difesa israeliana aveva detto a haaretz che " E ' stata aperta anche un'indagine di polizia militare per chiarire le circostanze del caso. L' indagine è ancora in corso."
Arkan dormiva a casa della sua nonna di 80 anni, Nazmiya, profuga del villaggio di khulda, per aiutarla. Dopo che Arkan è stato ucciso, Sajed si è presa cura di lei. Il terzo nipote di Nazmiya, Hassan, è stato ferito dal fuoco dell'idf ed è ora su una sedia a rotelle.Sajed si è offerto volontario per la società di soccorso medico palestinese due anni fa e ha superato il corso di primo soccorso di base. I paramedici volontari non si presentano solo durante gli scontri con l'esercito. Sono presenti anche a grandi eventi come la maratona della Palestina , i festival e anche i funerali.
Durante il suo lavoro volontario due settimane prima della sua morte, Sajed ha dato acqua ai corridori della maratona. Una settimana prima di essere ucciso, anche come parte del suo lavoro volontario, era ad un grande funerale per un residente di Wadi Fukin, il 20 enne Ahmad Manasra. Quando Manasra è andato ad  aiutare un uomo ferito, i soldati hanno sparato sei proiettili da una torre di guardia dell'idf al bivio di al-Khade
L' auto che l'uomo e la sua famiglia stavano guidando era in stallo,  i soldati gli hanno sparato quando è uscito per vedere cosa c'era di sbagliato, come riportato dai miei colleghi Gideon Levy E Alex Levac una settimana fa.
La società palestinese di soccorso medico,è stata fondata nel 1979 dagli attivisti di quello che era allora il partito comunista palestinese (festa del popolo di oggi). Il loro obiettivo era quello non solo  di fornire servizi sanitari , ma anche di approfondire la solidarietà sociale e sviluppare una coscienza di lotta popolare.
" La prima attività dell'organizzazione è stata distribuire farmaci durante un coprifuoco su Deheisheh," Mazen al-Azza, un attivista di lunga data ha detto mercoledì. " Il Dott. Mustafa Barghouti, uno dei fondatori dell'organizzazione, e  il dott. Nimr Odeh, un residente  si sono intrufolato da casa a casa per distribuire la medicina ai malati e prestare cure mediche, nonostante il coprifuoco."
La società palestinese di soccorso medico non è  affiliata al partito popolare da molto tempo, e ha ampliato le sue attività oltre ai servizi medici. Gestisce campi, organizza conferenze, dibattiti e lezioni di danza. (Sajed amava insegnare ai bambini a ballare il dabke.), attualmente ha circa 2,000 volontari, 600 nella zona di Betlemme . In tutto 60,000 persone  vi hanno partecipato come volontari.
" Vogliamo insegnare ai bambini  a diventare  leader nella società," ha detto un membro all'organizzazione. " vogliamo distruggere l'idea che siano impotenti sotto l'occupazione."
Il Distretto di Betlemme ha 12 squadre di primo soccorso distribuite tra i vari campi di rifugiati, città e villaggi. È stato necessario aumentare sostanzialmente il numero di medici volontari all'inizio della seconda intifada nel 2000.
Negli ultimi due anni,i soldati hanno ferito 40 paramedici dell'organizzazione con proiettili vivi, proiettili rivestiti di gomma e percosse. Abd gharib  è stato ferito 18 volte dall' IDF  negli ultimi otto anni. In ogni caso indossava l'uniforme di  medico e faceva il suo lavoro.
Seduto nel divano,il padre di Mizher ha parlato di suo figlio. Per circa un'ora, di continuo, quasi senza pausa e ,sicuramente per la centesima volta, ha descritto quanto fosse preoccupato che suo figlio non arrivasse in tempo  per l'esame , come suo figlio lo avesse rassicurato .  Quando ha sentito che un paramedico era stato ferito,  il suo cuore gli ha detto che era suo figlio. Lui e sua moglie sono corsi in ospedale e  nessuno pensava che sarebbe morto.
Tu mamma (oh, mamma) sono state le ultime parole di suo figlio mentre si lamentava per il dolore. Quando l'operazione si è protratta  più lunga del previsto e il medico è uscito senza un sorriso, il padre di Mizher ha capito che la situazione era peggio di quanto avesse pensato. 
" Lo  stato militare ha così paura di un paramedico adolescente? Un ragazzo palestinese diventa un uomo quando è ancora un bambino. Volevo  che mio figlio fosse come tutti gli altri bambini del mondo  : giocare come loro,  viaggiare in posti belli come loro,  studiare e tornare a casa con un diploma,  non aver paura di dormire la notte perché l'esercito  irrompe nelle  case e deve curare ferite d'arma da fuoco quando ha 17 anni . il soldato che l'ha ucciso, cosa sta dicendo a sua moglie? E ' felice?"
Haaretz ha chiesto al portavoce dell'idf se Mizher stava mettendo in pericolo la vita dei soldati. Quasi 24 ore dopo, l'unità ha detto che la domanda doveva essere posta alla polizia.
Un portavoce della polizia di Israele in Cisgiordania ha dichiarato che la domanda doveva essere posta al portavoce principale della polizia, perché gli agenti di polizia del distretto della Cisgiordania non erano coinvolti.
Quella unità ha risposo che non aveva nulla da aggiungere all'originale comunicato stampa ddell'IDF   : " Durante l'attività operativa dell'IDF  e della  polizia nel campo profughi di Deheisheh, a sud-Ovest di Betlemme, c'è stata una  violento sommossa.
Decine di rivoltosi hanno scagliato sassi e bombe alle truppe che hanno risposto con i metodi di controllo antisommossa. Si sostiene che l' uomo ferito sia morto per le sue ferite.  Si sostiene  che stava lavorando per l'organizzazione della Mezzaluna Rossa ed è stato ferito mentre prestava cure mediche ai feriti durante quegli eventi."
Né i portavoce militari né i portavoce della polizia hanno risposto alle domande di Haaretz sul motivo per i quali a  Mizher è stato sparato,. Aveva messo in pericolo la vita dei poliziotti, e se così , come.?

Commenti

Post popolari in questo blog

Arwa Mahdawi – Le critiche sul boicottaggio di Eurovision lo confermano: le vite dei Palestinesi non contano.

Alberto Negri - Il vero Grande Fratello: il "capitalismo di sorveglianza"

Golfo Persico tra Patriot e sabotaggi alla ricerca della "pistola fumante" (di U. De Giovannangeli)

Israeli academics criticised the Bundestag motion : CALL TO GERMAN PARTIES NOT TO EQUATE BDS WITH ANTI-SEMITISM