Amos Schocken : annullare la legge dello stato nazionale

Annullare la legge dello stato nazionale
Gadi Taub e Nissim Sofer temono che l' Alta Corte di Giustizia possa annullare la Legge fondamentale di  Israele come Stato-nazione del popolo ebraico . Deridono e denunciano la corte per la sua disponibilità a ricevere petizioni contro la legge. La accusano di hybris e di dichiarare guerra alla legislatura e ai fondamenti della democrazia .Consentitemi di venire in aiuto a questi due illustri e dotti scrittori rivolgendo la loro attenzione ai principi fondamentali della Dichiarazione di Indipendenza che raggiunse il consenso dei fondatori dello stato. Nelle Leggi Fondamentali del 1992, è stato anche acquisito lo status dei valori supremi sotto la cui ispirazione la legislazione, inclusa quella delle Leggi Fondamentali, è stata compiuta. Proprio qui  sorgono le vere difficoltà riguardo alla legge dello stato-nazione 

Lo "Stato nazione del popolo ebraico" è un termine inventato negli ultimi anni. La Dichiarazione di Indipendenza parla di uno stato ebraico e di una casa nazionale per il popolo ebraico nella Terra di Israele. Mentre Israele, di recente costituzione, era uno stato inclusivo di non ebrei ("Facciamo appello ... agli abitanti arabi dello Stato di Israele per preservare la pace e partecipare all'edificazione dello stato sulla base di una cittadinanza piena ed equa e dovuta rappresentanza in tutte le sue istituzioni provvisorie e permanenti "), lo stato-nazione è uno stato che separa i suoi cittadini. Acclude i suoi cittadini ebrei e non concede ai suoi cittadini non ebrei una parte ("Israele è lo stato-nazione del popolo ebraico", ha affermato il primo ministro, "Ed è solo ebraico")."I sopravvissuti all'olocausto nazista in Europa, così come gli ebrei di altre parti del mondo, hanno continuato a migrare verso la Terra di Israele, imperterriti per le difficoltà, per le  restrizioni e per  i pericoli, e non hanno mai cessato di rivendicare il loro diritto a una vita dignitosa,  alla libertà e allì onesta fatica nella loro casa nazionale ", afferma la Dichiarazione.Questi diritti sono stati riconosciuti come fondamentali nella Legge fondamentale sulla dignità umana e la libertà, ma il ministro della giustizia Ayelet Shaked è molto turbato da questa legge e da questi diritti. In numerose dichiarazioni pubbliche, ha proclamato che devono essere "bilanciati" dai diritti nazionali e sostanzialmente negati a chiunque non sia ebreo.La  Dichiarazione di Indipendenza  cita che Israele "garantirà la completa uguaglianza dei diritti sociali e politici a tutti i suoi abitanti indipendentemente dalla religione, dalla razza o dal sesso"?  Conseguentemente la  legge dello stato nazione chiaramente non può conciliarsi con il valore dell'eguaglianza come affermato nella Dichiarazione.Va da sé che questo non è solo un indebolimento dell'uguaglianza tra ebrei e non ebrei, ma un indebolimento dell'uguaglianza tra cittadini della stessa religione, in primo luogo tra gli stessi ebrei.E poi c'è questo: la sezione 7 della legge dello stato-nazione dice: "Lo stato considera lo sviluppo degli insediamenti ebraici come un valore nazionale, e agirà per incoraggiarne e promuoverne l'insediamento e il rafforzamento". Eppure la Dichiarazione di Indipendenza afferma: " [Israele] promuoverà lo sviluppo del paese a beneficio di tutti i suoi abitanti ".La Legge fondamentale su Israele come Stato-nazione del popolo ebraico deve essere dichiarata una modifica costituzionale incostituzionale che contravviene ai valori fondamentali del sistema e deve essere annullata.Amos Schocken





Commenti

Post popolari in questo blog

Il prigioniero Zakaria El Zebedi invia un messaggio tramite i suoi avvocati agli israeliani: ′′ Da Facebook ( in ebraico e inglese)

Tom Pessah : Chi ha combattuto nel 1948? Un libro sfata l'usuale narrazione

Yuval Harar : . La soluzione a tre classi .

Odeh Bisharat : l nuovo antisemitismo israeliano: un ginocchio sul collo di un vecchio