Gideon Levy lo :chutzpah di una ragazza palestinese. Ahed Tamimi



Sintesi personale


Martedì scorso i soldati delle forze di difesa israeliane hanno sparato alla testa di Hamed al-Masri, 15 anni, ferendo gravemente il ragazzo disarmato . Venerdì i soldati hanno sparato al disarmato Mohammed Tamimi, anch'egli di 15 anni, ferendo gravemente il ragazzo di Nabi Saleh. Sempre venerdì i soldati hanno ucciso Ibrahim Abu Thuraya, disabile senza gambe , sparandogli alla testa. Lo stesso giorno Ahed Tamimi, 16 anni, si trovava nel cortile di casa s e ha schiaffeggiato un ufficiale dell'IDF che 'aveva invasa la sua casa. 

Le  sparatorie barbariche non interessarono agli israeliani,i media non si preoccupano nemmeno di riportarle,ma lo schiaffo (e il calcio) di Tamimi ha provocato rabbia. Come osa schiaffeggiare un soldato IDF? Un soldato i cui amici schiaffeggiano, picchiano, rapiscono e, naturalmente, sparano ai palestinesi quasi ogni giorno.


Ha davvero una faccia tosta, Tamimi. Ha infranto le regole. Lo schiaffo è permesso solo ai soldati. La  vera provocazione non è il soldato che ha invaso la sua casa. Lei  che ha avuto tre parenti stretti uccisi dall'occupazione, i  genitori sono  stati detenuti innumerevoli volte e il padre è stato condannato a quattro mesi di carcere per aver partecipato  a una manifestazione all'ingresso di un negozio di alimentari




Israele si sveglia  dal suo sonno arrabbiato: come osa lei..  resistere a un soldato. Chutzpah palestinese. Si supponeva che Tamimi si innamorasse del soldato che aveva invaso la sua casa lanciandogli del riso , ma, ingrata lo ha ricompensato con uno schiaffo. È tutto a causa dell '"incitamento". Altrimenti certamente non odierebbe  il suo conquistatore.

Ci sono altre fonti di sfrenata voglia di vendetta contro Tamimi. (Il ministro dell'Istruzione Naftali Bennett: "Dovrebbe finire la sua vita in prigione.") La ragazza di Nabi Saleh ha infranto diversi miti per gli israeliani. Peggio ancora, ha osato danneggiare il mito israeliano della mascolinità. All'improvviso si scopre che l'eroico soldato, che veglia su di noi giorno e notte con audacia e coraggio, si scaglia contro una ragazza disarmata . Cosa succederà al nostro machismo che Tamimi ha distrutto così facilmente e al nostro testosterone? 

Improvvisamente gli israeliani hanno visto il nemico crudele e pericoloso che stanno affrontando: una ragazza di 16 anni con i capelli ricci. Tutta la demonizzazione e la disumanizzazione dei media sono andate in frantumi quando si sono scontrati con una ragazza in maglione blu. 

Gli israeliani hanno perso la testa. Questo non è quello che è stato detto. Sono abituati a sentire parlare di terroristi, terrore e comportamenti omicidi. È difficile accusare Ahed Tamimi di tutto ciò; non aveva nemmeno le forbici tra le mani. Dov'è la crudeltà palestinese? Dov'è il pericolo? Dov'è il male?  All'improvviso tutte le carte sono rimescolate: e  il nemico appare così umano. Certamente puoi contare sul meccanismo israeliano di propaganda e lavaggio del cervello  così efficienti: presto verrà assassinato  il personaggio di Tamimi .  Anche lei sarà etichettata come una crudele terrorista nata per uccidere; si dirà che non ha motivazioni giustificabili e che non c'è alcun contesto per il suo comportamento.

Ahed Tamimi è un'eroina, un'eroina palestinese. E' riuscita a far impazzire gli israeliani. Cosa diranno i corrispondenti militari, gli incitatori di destra e gli esperti di sicurezza? Perché i buoni sono gli 8200, Oketz, Duvdevan, Kfir, tutte  le altre unità speciali , l'IDF che  sta affrontando una popolazione civile indifesa , stanca dell'occupazione, incarnata da una ragazza con una kefiah sulla spalla 

Se solo ce ne fossero molti di più come lei. Forse ragazze come lei sarebbero in grado di scuotere gli israeliani. Forse l'intifada degli schiaffi avrebbe successo mentre tutti gli altri metodi di resistenza, violenti e non violenti, hanno fallito.

Nel frattempo Israele ha reagito nell'unico modo  che sa: un rapimento notturno dalla sua casa e la detenzione con sua madre. Ma nel profondo del suo cuore ogni discreto israeliano probabilmente conosce non solo chi ha ragione e chi no, ma anche chi è forte e chi è debole. Il soldato armato dalla testa ai piedi che invade una casa che non gli appartiene o la ragazza disarmata che difende la sua casa e il suo onore perduto con le mani nude, e  con uno schiaffo? 

Gideon Levy 
Haaretz 

Commenti

Post popolari in questo blog

Jonathan Cooke : Tantura il massacro israeliano del 22 maggio 1948

GIDEON LEVY - LA POLIZIA ISRAELIANA HA INVESTITO UN ANZIANO PALESTINESE CHE PROTESTAVA CONTRO L'OCCUPAZIONE, POI È FUGGITA DAL LUOGO DELL'INCIDENTE

Violetta Silvestri Territori occupati, quell’apartheid che distrugge l’ambiente