sabato 5 agosto 2017

Philip Weiss : gli Israeliani

  Sintesi personale



Di solito quando vado in Israele e in Palestina, trascorro tutto il mio tempo in Palestina per osservare la situazione . Il mese scorso ho passato tutto il mio tempo in Israele. Volevo vedere quale estremismo nazionalista stava forgiando gli atteggiamenti delle persone, 50 anni dopo la guerra del 1967. Così ho alloggiato in quattro case ebraiche israeliane (Airbnb) e ho parlato con molti ebrei israeliani in strada.
La condizione politica generale degli israeliani può essere evidenziata in due immagini .la  prima  è di un civile, sulla metropolitana leggera di Gerusalemme , con il suo fucile semiautomatico 

Fucile semiautomatico nel sistema ferroviario di Gerusalemme, 26 maggio 2017. Foto di Phil Weiss.
La seconda  è  di un  cartello  in un terminal di autobus nell'occupata Gerusalemme Est. Notare la destinazione.



Fermata dell'autobus vicino alla porta di Damasco, al checkpoint di Betlemme
Queste immagini mostrano come la  metà della popolazione vive sotto la sovranità israeliana e senza diritti o con cittadinanza di seconda classe. Ciò li rende arrabbiati,e  a volte si oppongono e  ,conseguentemente, gli israeliani sono armati fino ai denti e vivono in paura.  Non hanno un'idea sul come cambiare la situazione. Le armi sono dappertutto a Gerusalemme e le persone sono nervose. Non c'è da stupirsi che ci siano state tante esecuzioni extragiudiziali da parte dei soldati israeliani e della polizia di frontiera. . Non ho figli, ma non posso immaginare di far crescere i bambini in quell'ambiente.
La paura dei palestinesi è ciò che guida gli atteggiamenti israeliani circa il conflitto. La paura è ciò che ha prodotto 11 anni di governo di  Benjamin Netanyahu con le sue infinite richieste di maggiore sicurezza.  La paura è ciò che ha distrutto la sinistra politica dall'interno. "Non vogliamo altra gente qui. Vogliamo uno Stato ebraico " dice Doron. Dahlia, una donna di sinistra : "E' sbagliato ,ma  non li voglio nel mio stato. Ho paura di loro ".
Ho trovato amore per Donald Trump quasi ovunque sia andato. Anche da una donna  membro della Hashomer Hatzai:  "Non mi piacciono i suoi commenti sulle donne,ma mi piace lui, è molto meglio di Obama.  Israele sta diventando più razzista e lo sento in me ". Ha paura di recarsi nel quartiere musulmano della città vecchia perché  potrebbe essere pugnalata.
  Praticamente ogni ebreo israeliano ha dichiarato  che Gerusalemme non dovrebbe mai essere divisa.  Michael Oren afferma che dopo la vittoria del 1967  una cultura politica secolare socialista ha lasciato il posto a una cultura  basata su rivendicazioni bibliche in Cisgiordania. L'idea di annessione di Gerusalemme è stata presentata durante la guerra del 1967 da due ministri di governo. Anche Uri Avnery, poi membro di Knesset, ha votato a favore.
Uno dei miei ospiti, David, ha lavorato come consulente politico. Quando gli ho chiesto dove i palestinesi dovrebbero avere la loro capitale ha specificato : "Perché non Ramallah?"
Questa cultura politica può essere spaventosa. Il  Giorno di Gerusalemme ho visto gioia religiosa, ma anche intolleranza e etnocentrismo da ogni parte. Un gruppo di uomini religiosi ha cantato sfidando i palestinesi : "Il popolo dell'eternità non ha paura di un lungo cammino". Un uomo australiano ha dichiarato : "Gerusalemme è l'anima del popolo ebraico, sarà la nostra capitale  per sempre."
Nella foto  coloni illegali ebrei  hanno edificato una casa nel quartiere musulmano 

foto di Phil Weiss.
++++++++++++
Gli ebrei americani consideravano  gli israeliani duri. Questo era un complimento . Volevamo dire che sapevano come vivere nel mondo reale, mentre noi  eravamo diventati morbidi. La maggior parte degli israeliani che ho incontrato non sono duri, ma induriti.Mostrano disprezzo per i non ebrei in mezzo a loro.
In un appartamento di uno studente ho visto  un film sull'uccisione  del personale diplomatico statunitense con un paio di compagni di stanza. Quando la folla di arabi selvaggi scavalca il consolato ho esclamato : "In America ci chiediamo sempre perché ci odiano?"
Itamar ha riso . "Questo è perché sei liberale. Qui non lo chiediamo. Odiamo l'altro ".
Lui ei suoi compagni di stanza erano divertiti che andassi alla manifestazione per la Pace   Non c'è occupazione, ha detto Itamar. "Perché Dio ci ha dato la terra" .
Lì ho parlato con Galia Golan , fondatore di Peace Now : "Le folle del Giorno di Gerusalemme sono di natura storica" ha detto. "È quello che si è visto in Germania negli anni '30".
  Alla dimostrazione di Peace Now contro la Guerra di Gaza a Tel Aviv, la polizia ha dovuto fermare la folla che gridava morte agli arabi.
Le autorità israeliane ora controllano i post socialisti dei palestinesi per vedere chi potrebbe compiere atti di violenza,  portano  quella "prova" a un giudice che emanerà un ordine di detenzione amministrativa. "Capisci quale sia il livello di controllo sulla popolazione ?" Dice Yossi Gurvitz  "Questo è il 1984. ".
Ho chiesto al mio ospite  Allon , un intellettuale ultra-ortodosso che vive in un appartamento  a Gerusalemme. "Il Talmud afferma che non c'è niente di peggio che provocare imbarazzo o vergogna ad un'altra persona . Come fanno i religiosi a giustificare il terribile trattamento inflitto ai palestinesi?"
Allon ha risposto:
"Questo è vero ,ma una persona religiosa direbbe che Dio ci ha dato questa terra, quindi cosa fai tu qui? Conseguentmente il rapporto è diverso. Il Talmud afferma che ci sono situazioni che autorizzano a provocare vergogna  come ,per esempio,  ad un bambino  quando sbaglia. Penso che sia quello che dicono dei palestinesi ".
Voglio credere che questa situazione sia insostenibile, come dicevano  John Kerry e Condoleezza Rice. Non puoi mantenere per sempre un'occupazione. Eppure la maggior parte degli israeliani  sostiene  il contrario . Si aspetta che i Palestinesi accettino semplicemente di vivere in  uno Stato ebraico,accettando sia il loro status sia la pace commerciale  .
"Allon, il mio ospite ultra-ortodosso, mi ha detto che la sinistra secolare è spezzata perché occidentale e europea, mentre  Israele sta seguendo il suo destino: diventare  una società democratica orientale. 



Tutte queste persone vivono nella negazione afferma  Yossi Gurvitz. Questo è l'apartheid. David Ben Gurion aveva avvertito  50 anni fa e in meno di 25 anni è qui
++++++++++++
Durante la Parata di Giorno di Gerusalemme c'erano dimostrazioni al cancello di Damasco. Scott Roth, l'editore di questo sito, era dall'altra parte dell'entrata e osservava un ufficiale israeliano di polizia  mentrre controllava  le donne palestinesi. A un certo punto ha schiaffeggiato una di loro perché non aveva ubbidito prontamente  Se  fosse stato un militare appartenente ad un esercito di occupazione , il suo comandante gli avrebbe detto di fare una pausa e  di allontanarsi . Quel comportamento è da condannare,ma qui in Israele tutti lo supportano  più o meno consapevolmente. E naturalmente c'è un doppio standard legale: i poliziotti non fanno nulla per fermare i coloni ebrei quando urlano morte agli arabi.
Gli israeliani conoscono le ingiustizie inflitte,  per questo sono più che mai sulle difensive Due anni fa il giornalista Matti Friedman si arrabbiò con i critici americani di Israele  affermando : " siamo come un villaggio sulle pendici di un vulcano". Gli israeliani sanno che non sono qui desiderati.
L'assenza di una visione politica di ampio respiro permette  all'esistenza israeliana di essere una struttura primordiale. La politica si riferisce alle vittime del terrore e a come fermare il prossimo attacco e non va oltre .
Anche il Partito Laburista non parla di uno stato palestinese o di evacuare gli insediamenti.  Odeh, leader della Lista araba , viene considerato un fallimento perché rifiuta di condannare il terrore e perché  non ha partecipato al funerale di Shimon Peres .
Nessuno dei miei ospiti ha riconosciuto come azione eroica di resistenza palestinese lo  sciopero della fame dei prigionieri per avere condizioni migliori. 
Naturalmente ci sono eccezioni   come Yehuda Shaul di Breaking the Silence, Gideon Levy che ha bisogno di guardie del corpo.  Yossi Gurvitz ha perso la famiglia e gli amici quando è diventato un dissidente 

Negli Stati Uniti ho perso i posti di lavoro e sono stato chiamato vile da mia madre per le mie posizioni, ma se il blocco pro-israeliano negli Stati Uniti è monolitico, non è oceanico .  In Israele è oceanico. La sensazione è di  una enorme massa unitaria appiattita che ti  guarda come traditore, fiancheggiatore  del terrorismo.
Naturalmente la domanda più importante è che cosa faranno gli ebrei americani? Ho visto centinaia di bambini Birthright nei miei viaggi, ma ho anche visto una dozzina o più di giovani giudei dimostrare contro l'occupazione alla porta  di Damasco. Scott Roth, che è raramente ottimista ,puntualizza "Questi sono bravi ragazzi".
"Non ce ne sono tanti" ho risposto .
"Lo  scorso anno non erano qui. Il prossimo anno ce ne saranno di più ".
Gli ebrei americani sono quelli che possono salvare Israele dall'ideologia che lo  avvolge. Quel cambiamento non verrà dagli israeliani.
* Ho usato pseudonimi per i miei quattro ospiti, Anat, Allon, David e Itamar, in modo da proteggere la loro privacy.




Circa Philip Weis


Israelis live in fear of Palestinians, and speak of a hundred years war. These conditions have produced a militaristic majoritarian culture where everyone admires Trump and even leftwingers dismiss…
mondoweiss.net
 
 

Nessun commento:

Posta un commento