giovedì 11 maggio 2017

Stefano Jesurum, Setirot - Dobbiamo parlarne

Setirot – Dobbiamo parlarne


 
 
 
 
Togliere la parola a chicchessia in un qualsivoglia consesso democratico – un’assemblea, un convegno, un forum – è (eccezion fatta, a mio avviso, per fascisti e/o antisemiti dichiarati e “nellʼesercizio delle loro funzioni”) da un punto di vista laico la negazione dellʼebraismo. E forse nemmeno solo...
moked.it





Togliere la parola a chicchessia in un qualsivoglia consesso democratico – un’assemblea, un convegno, un forum – è (eccezion fatta, a mio avviso, per fascisti e/o antisemiti dichiarati e “nellʼesercizio delle loro funzioni”) da un punto di vista laico la negazione dellʼebraismo. E forse nemmeno solo da un punto di vista laico. Di conseguenza, mi indigno e mi rattristo ogni volta che vedo questo brutto spettacolo, in particolare quando viene messo in scena allʼinterno della nostra comunità. Gli attori sono più o meno sempre gli stessi. Personaggi a cui, credo, nessuno abbia mai imposto il silenzio in una assemblea, in un convegno, in un forum. Vogliamo parlarne una buona volta?



Stefano Jesurum, giornalista

Nessun commento:

Posta un commento