domenica 23 aprile 2017

Le israeliane non devono amare arabi: sei arresti nella destra razzista


I fermati organizzavano aggressioni contro gli arabi per impedire relazioni
globalist.it
Una destra razzista e priva del concetto di solidarietà. Come tutte le destre del mondo, compresa quella estrema di Israele.

Così sei israeliani, tra cui due militari di carriera, accusati per aggressioni anti-arabe nell'ambito "di atti terroristici e razzisti", sono stati arrestati a Beer Sheva, nel sud di Israele. Lo ha annunciato la polizia.
I sospettati sono accusati di aver utilizzato coltelli, manganelli e sbarre di ferro per condurre almeno cinque aggressioni fisiche contro cittadini arabi negli ultimi mesi e atti di vandalismo contro auto appartenenti sempre a membri della comunità araba. I sospettati, ha aggiunto la polizia, hanno agito "per motivi nazionalistici e razzisti e per impedire a donne ebree di intrattenere relazioni con arabi".
Gli arrestati sono stati influenzati da un video realizzato dal movimento razzista di estrema destra Lehava che si intitola "il salvataggio delle donne ebree sposate ad arabi".

Nessun commento:

Posta un commento