giovedì 9 marzo 2017

Bradley Burston: in cinque modi Israele vi farà odiare Israele questa settimana




Bradley Burston : Five ways Israel will make you hate Israel this week

Sintesi personale


I  commentatori ironicamente hanno  osservato che Israele si comporta come un paese che vuole che la gente lo odi e  lo boicotti  .

Dopo questa settimana, non c'è niente di ironico in questa affermazione .

Questi sono i cinque modi  mediante i quali Israele vi farà odiare Israele questa settimana. E la settimana è appena all'inizio .

5. il divieto di viaggiare

Con squisita  coincidenza  con Donald Trump che firma il suo secondo ban verso i musulmani, la Knesset ha approvato una delle disposizioni più anti-israeliani mai concepite  . La nuova legge  nega l'ingresso ai visitatori di Israele  che siano sospettati di boicottare Israele e gli insediamenti.

Così Benjamin Netanyahu ha appena consegnato al  movimento BDS  la più preziosa donazione mai fatta 


In un colpo solo, la nuova legge convalida simultaneamente una gamma delle accuse peggiori che i critici di Israele muovono  contro il paese:

Apartheid - Nel momento in cui Israele  con questa legge,  equipara ufficialmente Israele e la Cisgiordania,il governo sta dichiarando il suo supporto per sistemi paralleli di leggi, di aiuti, di infrastrutture e diritti diversi  per i residenti della West Bank  : uno per i suoi ebrei e uno completamente separato  e disuguale per i palestinesi.
Tutto ciò    assomiglia sempre più a un regime di  segregazione (si veda A. sopra); 
 La criminalizzazione della protesta non violenta  e la  negazione della democrazia attraverso le leggi, favorisce  il fascismo incipiente.
C i sono un gran numero di ebrei progressisti che si oppongono al BDS, ma comunque boicottano le colonie.Così come ci sono un gran numero di ebrei progressisti che si oppongono ai  boicottaggi in generale, ma con veemenza si oppongono a questa legge.

Riassumendo 
 "Israele mina la propria legittimità con questa legge "

4. Un'inchiesta rivela che Netanyahu ha rifiutato qualsiasi tentativo diplomatico  nel 2014
 e  ha optato per la guerra

Nel suo rapporto sulla guerra più lunga di Israele, il controllore  di Stato  ha stabilito che Netanyahu era responsabile dell'  l'escalation contro Hamas a Gaza rifiutando  alternative diplomatiche  che avrebbero  potuto impedire la guerra o forse abbreviarla .
In questa guerra sono morti  2.000 palestinesi, centinaia dei quali bambini, e più di 70 israeliani.La guerra costò  cara a  Israele sul piano  internazionale.

Netanyahu, continua il rapporto, ha anche prestat poca attenzione agli avvertimenti dei  vertici militari  che evidenziavano come la situazione terribile delle  infrastrutture e dell'economia  di Gaza  avrebbero alimentato le ostilità
  Egli ha anche respinto proposte ,alternative alla guerra, per aiutare la popolazione di Gaza
e continua a farlo. Proprio questa settimana una proposta per aiutare Gaza con un porto off-shore è stata  sepolta da Netanyahu per l'ennesima volta.

3.Tutti i Palestinesi sono insultati

Mentre si discute sulla  questione di uno stato palestinese  con il  palestinese MK  Ahmed Tibi (lista comune)  alla Knesset, Hazan esclama:

" Chiudi la bocca . Noi  abbiamo intenzione di dire la verità. Non c'è un popolo  palestinese. e non ci sono mai state  persone palestinesi.Si  sa che 'Ama' [la marca di un detersivo per piatti],  vale più dei  palestinesi ".

2.MIKI ZOHAR  della Likud afferma che in un futuro stato unico ,  i palestinesi non voteranno

Zohar, parlando al canale I24news Domenica, prevede l'annessione della Cisgiordania in futuro da parte di Israele  aggiungendo di non ritenere  i palestinesi idonei al  diritto di voto.

"Essi avranno pieni diritti e tutte le possibilità per  per avere successo  in questo paese, ma voteranno solo coloro che serviranno l'esercito  "Vuoi 2,5 milioni di palestinesi
 nell'IDF ?" gli ha chiesto il giornalista Tami Molad  " Vi prometto  che  non serviranno nell'esercito  in quanto difficilmente accetteranno tale proposta  "

1. TRUMP,  BIBI e la polizia 

Lunedì sera, quando gli investigatori della polizia hanno interrogato Netanyahu su una serie di accuse , Trump ha telefonato al primo ministro.
Netanyahu ha lasciato gli investigatori per una mezz'ora per parlare con Trump, prima di tornare per continuare l'interrogatorio.
L 'ufficio del primo ministro ha precisato in un comunicato che Netanyahu aveva ringraziato  nuovamente il Presidente per la sua calda ospitalità durante la sua recente visita a Washington e  aveva espresso il suo apprezzamento per la forte dichiarazione del Presidente contro l'antisemitismo davanti al Congresso la scorsa settimana."
I due hanno anche "ha parlato a lungo dei pericoli posti dall'accordo nucleare con l'Iran e dal comportamento malevolo dell'Iran nella regione e , conseguentemente , sulla necessità di lavorare insieme per contrastare questi pericoli",.
Fonti vicine a Netanyahu, citate alla Yediot Ahronot Martedì ", hanno sostenuto che la chiamata non è stato pianificata in anticipo."Tuttavia  Yedioth ha osservato che "l'esperienza passata indica che, in generale, le telefonate di questo tipo non vengono come una sorpresa.
La settimana è ancora giovane. Chissà come Trump può   aiutare un primo ministro disperato a  respingere la pressione pro-coloni ? E chissà come Bibi può  estendere la sua magia sui repubblicani e su molti democratici, per proteggere Trump dal male?

Bradley Burston

Haaretz Corresponden

Nessun commento:

Posta un commento