sabato 28 gennaio 2017

Shlomi Eldar : perchè Israele accoglie 100 orfani siriani?


Sintesi personale
Il 25 gennaio, il ministro dell'Interno Aryeh Deir ha annunciato di aver approvato l'ingresso in Israele di 100 bambini siriani orfani . Secondo il piano predisposto dal ministero i bambini avranno un permesso temporaneo di residenza   e dopo quattro anni potranno beneficiare dello status  permanente  di residenti per rimanere in Israele. Il  ministero dell'Interno potrebbe concedere  la residenza israeliana anche ai parenti di primo grado

  Pressioni sono state fatte su Deir perché proponesse  azioni umanitarie , anche simboliche in modo da dimostrare che  gli israeliani non sono indifferenti a quanto accade in Siria . Dopo tutto, Israele stesso è uno stato di rifugiati che hanno vissuto l'Olocausto , e non può  far finta di nulla Finora Israele ha curato più di 2.500 siriani feriti portati agli ospedali israeliani, ma  a nessuno è stato concesso di residenza e tutti sono stati rimandati in Siria .
Isaac Herzog  lanciò un appello più di un anno fa, nel settembre del 2015, dicendo che gli ebrei non possono restare indifferenti quando migliaia di profughi stanno cercando un  rifugio sicuro. Herzog ha esortato Israele a   concedere loro uno status di asilo salvavita
Noi israeliani non  siamo stati esattamente indifferenti agli eventi in Siria. Dallo scoppio della guerra quasi sei anni fa, e soprattutto dopo i massacri di Aleppo, varie organizzazioni israeliane si sono mosse  Alcuni hanno raccolto fondi per  al fine di aiutare i rifugiati siriani, altri hanno mobilitato l'opinione pubblica israeliana, nel tentativo di sollecitare il governo ,
Un organizzazione  israeliana, specializzata nell' assistenza salva-vita per le popolazioni in paesi con cui Israele non ha rapporti diplomatici, ha agito a favore dei  bambini siriani .La risposta israeliana è stata generosa Anche la destra si è mossa   invitando il governo ad agire e hanno fatto passi in questa direzione. "Il mio Israele", una organizzazione di destra fondata nel 2010 dal ministro dell'Istruzione, Naftali Bennett e con    decine di migliaia di israeliani iscritti. è in grado di influenzare l'agenda politica israeliana. 
Itai Reuveni, che lavora per un'altra organizzazione di destra chiamata NGO Monitor, fondata 15 anni fa ,ammette che tra le considerazioni che lo hanno  spinto ad agire  vi è anche questa :   evidenziare l'ipocrisia del mondo  :  "L'obiettivo principale  della nostra campagna è stato   quello ovviamente  di voler mobilitarci  per il bene dei rifugiati, ma volevamo anche  mostrare che il mondo, sempre  pronto a giudicarci, non si preoccupa per le persone che  vengono massacrati ogni giorno.Importante quindi  dimostrare  che siamo umana, che non siamo indifferenti al genocidio che sta avvenendo in Siria "

Gli orfani saranno portati in Israele da  organizzazioni internazionali per i diritti umani presenti tra i civili nelle zone di guerra. L' organizzazione israeliana Amaliah è già attiva  da tempo .Secondo le raccomandazioni delle organizzazioni internazionali  i bambini vivranno inizialmente in collegi e con le famiglie affidatarie in città e villaggi arabo-israeliane. Essi saranno sottoposti a trattamento medico, psicologico e riabilitativo e inizieranno  ad imparare l'ebraico in modo da poter  frequentare le scuole israeliane.


 
 
 
 
 
 
 
 
Right-wing nongovernmental organizations in Israel have launched campaigns in favor of Syrian refugees, calling upon the government to show that Israelis care…
al-monitor.com

 

Nessun commento:

Posta un commento