giovedì 19 gennaio 2017

Doriana Goracci : lettera inviata ai giornali sul terremoto

aetti e Rosanna Tartaglia hanno condiviso il post di Doriana Goracci.
Doriana Goracci
Prima di queste nuove scosse del 18 gennaio, sapevate che la gente era senza luce viveri medicinali aiuti da giorni, per la neve che li stava soffocando e impedendo di uscire partire chiedere aiuto. Prima di queste nuove scosse sapevate la disperazione degli allevatori fossero 20 o 200 capre o 10 o 100 mucche, sapevate che quelle povere bestie, compresi asini e galline, erano esposte alla tormenta mancavano di foraggio, senza ricoveri e stalle, poi anche gli allevatori hanno capito che era in pericolo la loro vita e non sappiamo che fine hanno fatto quei poveri animali. Sapevate che in certe regioni d' Italia l' inverno nevica, anche se il terremoto è arrivato d' estate e poi in autunno, sapevate che dovevate trovare un ricovero, presto. per Umani e per i loro Animali.

 Voi sapevate e siete tornati a dire mai più, non vi lasceremo soli, avete fatto le vostre feste le vostre elezioni le vostre guerre i vostri sprechi i vostri investimenti i vostri affari la vostra informazione. Dal silenzio immacolato della neve non escono grida o pianti ma ricordate che tutto torna anche il passato, ora presente, che non coprirà mai tanta rovinosa corruzione, che non vestirà mai le vostre giustificazioni e mancanze. Un' occasione ancora mancata , per dimostrare di essere vicini al popolo italiano e rispettarlo, amarlo, in qualunque stagione.
Doriana Goracci
Capranica (Vt) 18 gennaio 2017
*lettera inviata ai giornali poco fa.



Nessun commento:

Posta un commento