mercoledì 14 dicembre 2016

Aleppo: il massacro in diretta nell'era virtuale

Aleppo

Atroce assistere in diretta al massacro di civili, nell'era virtuale questa è la nostra condanna. 

 Aleppo

Non possiamo fare nulla,ma non possiamo respingerli alle nostre frontiere

Aleppo 
Non importa chi li sta bombardando,ma stanno morendo e le bombe sono bombe. La   comunità internazionale non sa fare altro che accusarsi reciprocamente nella totale indifferenza e il sangue continua ad essere versato

 Aleppo
Un videogame che dobbiamo smontare. Noi semplici cittadini del mondo chiediamo con forza ai politici  corridoi umanitari per i civili intrappolati in questa scacchiera impazzita.  A Gaza,in  Libano, in Iraq, nello Yemen , in Siria i civili non hanno alcuna responsabilità e non sono scudi umani , bottino di guerra, merce di scambio  per tentare, così, di giustificarne il massacro

Nessun commento:

Posta un commento