domenica 2 ottobre 2016

Tom Segev: Shimon Peres non è stato proprio un uomo di pace


 Sintesi personale

TOM SEGEV : Shimon Peres: Not Just a Man of Peace


Shimon Peres, che è morto Mercoledì a 93 anni, è stato sepolto come un principe di pace  I leader di tutto il mondo  sono venuti a Gerusalemme per rendere omaggio al più anziano statista israeliano, un ministro della difesa, primo ministro, presidente e di più, che ha concluso la sua lunga vita come  simbolo della riconciliazione con i palestinesi.
Mr. Peres certamente avrebbe voluto entrare nella storia come un pacificatore, ma i suoi più grandi contributi sono stati di potenza e di vittorie militari . Nonostante il suo coinvolgimento nel processo di pace di Oslo, che gli valse il Premio Nobel per la Pace nel 1994, insieme con il primo ministro Yitzhak Rabin e al leader palestinese Yasser Arafat, la soluzione del conflitto  con i palestinesi non è mai stato il suo obiettivo primario.
Fu un collaboratore  profondamente devoto di David Ben-Gurion, padre fondatore di Israele.  Come vice ministro di Ben-Gurion  il signor Peres è in parte responsabile per le restrizioni severe e spesso arbitrarie che i militari hanno imposto ai cittadini arabi e per la confisca delle loro terre .E 'stato fondamentale il suo ruolo  per lo sviluppo dell'industria militare israeliana.  Nei primi anni 1950 ha  stabilito contatti segreti con la Francia per ottenere tecnologia nucleare. Il reattore nucleare che si trova ora vicino alla città di Dimona, nel deserto del Negev, è in gran parte merito suo .Nel 1967 cercò di evitare la guerra dei sei giorni temendo pesanti perdite per l'esercito israeliano. Suggerì che Israele,invece di andare in guerra,  avrebbe dovuto far esplodere un dispositivo potente ed estremamente rumoroso per  spaventare l'Egitto, la Giordania e la Siria scoraggiandoli ad attaccare Israele .Il  signor Peres ha partecipato all'  oppressione dei palestinesi che vivono da  quasi mezzo secolo sotto l'occupazione israeliana. Nel 1975, quando era ministro della Difesa  concesso il permesso ad uno dei primi gruppi di coloni israeliani di restare in Cisgiordania. Più tardi  sostenne la creazione di molti altri insediamenti  Nel 1993, come ministro degli esteri, il signor Peres ha firmato a Oslo l'accordo  che gli ha fatto vincere il premio Nobel per la pace  Oslo è svanita,  la questione palestinese è rimasta irrisolta. In realtà il signor Peres  a Oslo stava cercando di accontentare tutti, coloni e attivisti per la pace allo stesso modo
Oggi Israele necessita di  un leader veramente grande,di  una persona che, a differenza di Mr. Peres, esiga  il rispetto del suo popolo, non il loro amore.

Nessun commento:

Posta un commento