domenica 9 ottobre 2016

Attentato in strada a Gerusalemme: morti due israeliani e l’attentatore palestinese



Due israeliani, colpiti oggi dal fuoco di un attentatore palestinese, sono morti dopo il ricovero in ospedale. Lo ha riferito radio Gerusalemme


Due israeliani, colpiti oggi dal fuoco di un attentatore palestinese, sono morti dopo il ricovero in ospedale. Lo ha riferito radio Gerusalemme secondo cui si tratta di una anziana di 60 anni e di un poliziotto di 30 colpiti insieme ad altre persone in una a sparatoria in una stazione della metropolitana leggera a Gerusalemme. I feriti attualmente sarebbero cinque.
La dinamica
L'uomo, un palestinese di 39 anni, è sceso da un'auto bianca davanti a una fermata del tram ad Ammunition Hill, dove tra l'altro si trova il memorial della “Battaglia per Gerusalemme” relativo alla Guerra dei 6 giorni, e ha sparato contro le persone presenti. Poi è risalito a bordo del veicolo e si è diretto verso la stazione di Shimon Hatzadik, dove ha di nuovo aperto il fuoco sulla folla. A quel punto sono intervenute le forze di sicurezza israeliane, che lo hanno ucciso al termine di una breve sparatoria nella quale due agenti sono rimasti feriti.


Un anno di sangue
Da ottobre 2015 nelle violenze di quella che è stata chiamata, forse impropriamente, la “terza Intifada” sono morti 232 palestinesi, 34 israeliani, due americani un giordano, un eritreo e un sudanese. Il bilancio potrebbe aumentare nei prossimi giorni, quando comincerà in Israele, a partire da martedì prossimo, Yom Kippur, il Giorno del pentimento, che segue di poco il Capodanno ebraico (Rosh Hashanah), celebrato la settimana appena trascorsa.
Hamas si felicita per l’attentato
«Dimostra che nel suo secondo anno la Intifada al-Aqsa si sviluppa e si rafforza», ha commentato Ibrahim Madhun, un opinionista del giornale di Hamas Falastin. Citato dai media il portavoce di Hamas Fawzi Barhum ha da parte sua affermato che l’attentato «è la reazione naturale ai crimini» perpetrati a suo parere da Israele nei confronti dei palestinesi «e in particolare - ha precisato - nella moschea al-Aqsa» di Gerusalemme.

Hamas si felicita per l’attentato
«Dimostra che nel suo secondo anno la Intifada al-Aqsa si sviluppa e si rafforza», ha commentato Ibrahim Madhun, un opinionista del giornale di Hamas Falastin. Citato dai media il portavoce di Hamas Fawzi Barhum ha da parte sua affermato che l’attentato «è la reazione naturale ai crimini» perpetrati a suo parere da Israele nei confronti dei palestinesi «e in particolare - ha precisato - nella moschea al-Aqsa» di Gerusalemme. Il messaggio dell’attentatore

Un messaggio di addio registrato da Misbah Abu Sbeih - l’uomo indicato come l’autore dell’attentato di Gerusalemme - è stato trasmesso a Gaza dalla emittente di Hamas, la tv al-Aqsa. L’uomo conferma di essere un attivista del Morabitun, un gruppo islamico legato alla massima fedelta' nei confronti di Gerusalemme e della Moschea al-Aqsa, ed esorta tutti i fedeli musulmani a seguire il suo esempio. Un volantino distribuito da Hamas in Cisgiordania lo definisce con deferenza «il leone di Gerusalemme», per il suo impegno nella difesa della moschea al-Aqsa, ma non precisa se fosse inquadrato o meno anche in Hamas.












A Palestinian assailant, firing from a car, shot and wounded at least six people in Jerusalem on Sunday and was then killed by Israeli police, police and medical…
in.reuters.com|Di Reuters Editorial
ynetnews.com




At least two critically wounded after shooting at Ammunition Hill light rail station, near Israel Police's national headquarters, in Jerusalem. Assailant shot and killed after…
haaretz.com|Di Nir Hasson



 
 
 
 
Un palestinese in auto ha sparato contro civili in attesa alla fermata di un tram. Uccisa una donna poi un poliziotto nel conflitto a fuoco nel...
video.repubblica.it

Nessun commento:

Posta un commento