giovedì 1 settembre 2016

Yitzhak Laor primo giorno di scuola per i bambini israeliani




Sintesi personale
Giovedi ', per la prima volta nella vostra vita, i vostri genitori vi porteranno a scuola. Quel giorno è indimenticabile. Mi ricordo per esempio l'insegnante Yehudit che ci ha accolti 62 anni fa. Mi ricordo il suo vestito  a righe in rosa e bianco. Mio figlio, ho scoperto, non ha dimenticato il suo primo maestro, Atara. Ci hanno insegnato  la cosa più importante che si impara a scuola: leggere e scrivere. Arriviamo analfabeti e dopo un semestre o due, grazie al maestro, siamo in grado di leggere e scrivere. . Ciò che viene dopo non importa.  
 
Ti è piaciuto disegnare in età prescolare? Lo Stato non ha bisogno della vostra immaginazione.La schiaccerà con i  lulavs (foglie di palma), il patriarca Mosè, carri armati, menorah Hanukkah, le sette specie di Sukkot e, naturalmente, la bandiera israeliana.  Ci sono tanti maestri di arte, ma lo Stato semplicemente non li vuole.
Se la vostra famiglia spera che la scuola vi insegni la musica , sbaglia . La musica è solo per i bambini i cui genitori possono pagare. Ci sono insegnanti di musica.,ma chi ha bisogno di loro? .Al  nostro stato non piace la bellezza. Il nostro Stato non ha bisogno insegnanti. Ha bisogno di agenti a buon mercato.  Lo stato insegna a leggere e in cambio fa leggere  i suoi testi.  I filoni separati si uniscono  per  educare i sionista in erba.
Verrà insegnato  ciò   che i soldati hanno fatto di notte ai  bambini dei campi profughi in Cisgiordania? La   scuola è uno spazio di archiviazione per 12 anni perché i  genitori devono andare a lavorare. Il prezzo è il diventare  patriottico,il  trasformarvi  in stupidi ,l'insegnarvi ad amare lo Stato che ha reso questa terra così brutta  .
Eppure questo momento, quando si  va a scuola, è interamente di speranza. Qui è il mondo  diventerà esplicito in parole scritte, potrà essere letto in un modo o nell'altro. E forse anche cambiato.

Nessun commento:

Posta un commento