lunedì 19 settembre 2016

Hebron : Due giovani palestinesi uccisi mentre Israele intensifica la punizione collettiva. 7 da giovedì



Israel's wanton killings, closures and raids bring violence to Palestinian communities.
electronicintifada.net
Sintesi personale
Due giovani palestinesi sono stati uccisi nella Cisgiordania occupata lunedi, portando il numero totale delle persone uccise dalle forze israeliane dal giovedì a sette.
Sono   Muhannad Jamil al-Rajabi, 21 anni, e Amir Jamal al-Rajabi, entrambi di Hebron.
La madre di Amir ha riferito ai media locali che il figlio aveva compiuto 18 anni nel mese di novembre ed era al liceo. Lavorava in un negozio di macchine con il padre.
Gli omicidi hanno avuto luogo in un posto di blocco militare vicino alla moschea Ibrahimi nel centro storico di Hebron.
Le autorità israeliane hanno detto che "due ufficiali della polizia di frontiera hanno visto due 'sospetti ' palestinesi che si avvicinavano al posto di blocco e hanno chiesto loro di fermarsi", come la Ma'an News Agency ha riferito . "Quando i due giovani palestinesi hanno continuato a camminare verso di loro, brandendo coltelli , gli agenti hanno aperto il fuoco, uccidendo uno di loro sulla scena e ferendo gravemente l'altro."
E 'stato poi riferito che il secondo giovane è morto per le ferite. Nessun israeliano è rimasto ferito nell'incidente.
Venerdì scorso, un altro giovane della stessa famiglia allargata, Muhammad Thalji Kayed Thalji al-Rajabi , 15 anni , è stato ucciso nei pressi della stessa postazione dopo aver presumibilmente accoltellato e leggermente ferito un soldato israeliano a un checkpoint.
Secondo testimoni locali citati dal sito di notizie Quds , Muhammad al-Rajabi è stato lasciato a terra a sanguinare senza prestargli alcun soccorso .
E 'una pratica abituale delle forze israeliane di negare le cure mediche a presunti aggressori, lasciandoli così morire dissanguati  in violazione dell'etica medica e del diritto internazionale .
Quds ha anche citato fonti locali che testimoniano che le forze di occupazione israeliane hanno sparato ai due giovani lunedì nella parte superiore del corpo e poi hanno isolato l'area, non permettendo ai residenti locali di entrare o uscire .
Gruppi per i diritti umani hanno condannato l'uso di Israele della forza letale in tali incidenti, dicendo che equivale a una politica non ufficiale shoot-to-kill incoraggiata dai vertici di Israele.
L'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani ha anche chiesto un'indagine completa  su taluni episodi  che  hanno causato morti e feriti.
Colpo alla schiena
Le forze israeliane hanno spesso affermato che i palestinesi   uccisi,rappresentavano un pericolo, per ammettere poi che questo non era  vero  o per un video o per un altro motivo emerso  successivamente
 Il 26 agosto  le forze israeliane, in una torre di guardia,  hanno ucciso Iyad Zakariya Muhammad Hamad, padre di due figli
I militari inizialmente hanno sostenuto che Hamad aveva sparato colpi alla torre," Il gruppo israeliano per i diritti umani B'Tselem ha riferito la scorsa settimana :  "Questa  versione è stata poi sostituita con l'affermazione che aveva gettato una molotov."
Alla fine, B'Tselem  conclude , " I militari hanno affermato che Hamad era corso verso di loro mentre erano di pattuglia vicino alla torre, che hanno eseguito la procedura di avvertire il sospetto ed hanno  sparato in aria."
L' 'indagine di B'Tselem sulla uccisione di Hamad   confuta le affermazioni dell'esercito.
"L'indagine indica che i soldati hanno sparato AD  Hamad alla schiena mentre si stava allontanando da loro, non presentando alcun pericolo di sorta . Inoltre  la versione finale presentata dall' esercito -nonostante le modifiche apportate  - rimane "in contrasto con i fatti . L'esercito ha sparato e ucciso un passante innocente che non era un pericolo per nessuno."


La violenza a Gerusalemm

Le  autorità israeliane hanno riferito che un uomo ha accoltellato due membri della polizia di frontiera nei pressi di Bab al-Zahra, o Porta di Erode, appena fuori dalla città vecchia di Gerusalemme Est occupata.
Citando la polizia israeliana, il quotidiano Haaretz  afferma che "il presunto aggressore si è avvicinato  al sito dalla direzione della Porta di Damasco. Notando i due ufficiali  ha camminato dietro di loro e li ha accoltellati un certo numero di volte. Uno degli agenti poi è riuscito a colpire l'aggressore. "
L' ufficiale  donna è stata portata in ospedale in condizioni molto gravi, con coltellate al collo, l' ufficiale maschio è stato ricoverato in ospedale con ferite moderate nella parte superiore del corpo.
Il presunto attentatore  proviene da Gerusalemme Est ed è in condizioni gravi
Un video  mostra, non con molta chiarezza, una parte dell'incidente.  .

La punizione collettiva
Le ultime morti portano il numero di palestinesi uccisi a 230, molti uccisi ,30 i soldati e i  civili israeliani .
S. Israele ha imposto la chiusura a Hebron e nei villaggi circostanti, punendo collettivamente circa 700.000 persone.
 Nel mese di agosto, il ministro della difesa israeliano Avigdor Lieberman ha annunciato una politica di " carota e bastone " ,ossia . di sottoporre i villaggi, da dove vengono i presunti assalitori palestinesi, a una  "sicurezza pesante"  e di premiare le zone dove non c'è "terrorismo", consentendo loro di costruire ospedali, asili e altre infrastrutture di base.
Tali misure di punizione collettiva sono considerate crimini di guerra secondo il diritto internazionale.
Sabato scorso, le forze israeliane hanno fatto irruzione  nel villaggio di Bani Naim, vicino a Hebron   interrogando i residenti e isolando la città.
Questo è stato un atto di ritorsione evidente dopo che le forze israeliane hanno ucciso un giovane del villaggio, Faris Musa Muhammad al-Khudour, 18 anni, e gravemente ferito la sua fidanzata Raghad al-Khudour, sostenendo che avevano investito deliberatamente un gruppo di coloni israeliani con la loro auto.
Israele continua anche le sue implacabili incursioni violente in tutta la West Bank occupata, arrestando più di una dozzina di palestinesi di notte  .
Dopo l'incidente di lunedì, Israele ha ampliato le le misure di punizione collettiva a Gerusalemme occupata, ordinando a decine di imprese palestinesi nella città vecchia di chiudere.
Questa escalation deliberata e violenta   da parte di Israele  è regolarmente ignorata dai media in lingua inglese

Nessun commento:

Posta un commento