giovedì 4 agosto 2016

Pallywood o ' Hasbara ?: video del padre palestinese ,del figlioletto e dell'IDF






 Commento personale:


 1   il video ,fatto girare   in Italia ,non riportava nè il luogo, nè la data, nè l'evento. Nonostante questo è stato ripreso da vari  blog , gruppi di FB e  spalmato nello spazio web per dimostrare quanto poi il primo Ministro israeliano ha riferito nel suo intervento, qualche giorno dopo.
 2  Il sito dei coloni israeliani riportava in modo più completo il video . Si evidenziava il contesto e il luogo: una manifestazione non violenta per commemorare l'uccisione di  un bambino palestinese da parte dell'IDF. Conseguentemente le parole del padre acquistavano un senso diverso, anche se non è accettabile  l'utilizzo di un bambino   così piccolo . Il video risulta ora rimosso dal sito     
3 in sintesi non è   Pallywood ,ma   Hasbara .



1Sintesi personale : 
Due giorni fa  il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha postato un commento indignato su un video  che mostrava Ayoub Sroor  chiedere ai soldati israeliani di  sparare al figlio di tre anni , Mohammad.
Netanyahu ha così dichiarato :
"Ho appena visto un video che mi ha scosso profondamente . In pochi secondi si comprende il motivo del  persistere del conflitto ... Che cosa ha fatto questo bambino per meritare questo? La risposta è niente . Lui è innocente. Egli deve essere in un parco giochi. Egli dovrebbe trovarsi sotto il sole, ridere con gli altri bambini. Il  crimine di questo padre non è un esempio isolato. A Gaza, Hamas gestisce campi estivi che insegnano ai bambini il valore della morte  sulla vita. "
- PM di Israele (@IsraeliPM) 2 agosto 2016
L'Organizzazione per la Liberazione della Palestina ha risposto con forza al video di Netanyahu.
Il segretario generale Saeb Erekat ha rilasciato una dichiarazione  evidenziando che Ayoub Sroor aveva subito numerosi "attacchi fisici e psicologici" da parte dei soldati israeliani. Per questo motivo  aveva cercato assistenza psichiatrica presso gli appositi centri per le  vittime della tortura:

"Il  rifiuto del primo ministro di Israele di considerare i diritti dei palestinesi e la loro 'umanità è moralmente ed eticamente scandaloso. Ancora una volta, Israele utilizza la macchina della propaganda per difendere l' occupazione prolungata e militare della Palestina. Il video della durata di pochi secondi  serve a Netanyahu a  giustificare  questa narrazione razzista: i palestinesi sono da biasimare, non  i coloni   che esercitano la violenza e l'oppressione contro il paese e la gente della Palestina.
Questo evento ha avuto luogo in Nil'in, un villaggio gravemente colpito dalle politiche della colonizzazione israeliana.   I pochi secondi mostrati da Netanyahu omettono gran parte degli attacchi fisici e psicologici che il signor Ayoub Sroor (45 anni), il padre di Jihad (18 anni), Mamdouh (17), Issa ( 16), Bara'a (10) e Mohammad (3), ha subito per anni da parte dei soldati israeliani armati, una situazione che lo ha portato a cercare il trattamento psichiatrico ...
La nostra posizione rimane ferma e chiara per quanto riguarda il non coinvolgimento dei bambini nelle manifestazioni,  dove l''esercito israeliano indiscriminatamente spara ai palestinesi
La  reazione di Mr. Sroor mostra la disperazione di chi vive sotto l'occupazione e la sua impotenza. Netanyahu e il suo governo estremista sono responsabili per l'uccisione della speranza nelle menti e nei cuori di milioni di palestinesi. La sua tattica di pubbliche relazioni non cambierà la realtà derivante dal furto quotidiano delle terre e delle risorse naturali, l'oppressione e l' umiliazione che i nostri figli subiscono quotidianamente, né potranno farci dimenticare che 578 bambini palestinesi sono stati uccisi a Gaza durante l'estate del il 2014".
L'OLP ha pubblicato il video  di  Ayoub Sroor,  che spiega come gli israeliani abbiano rubato la sua terra a Ni'ilin per costruire il  muro . I  soldati israeliani lo hanno  aggredito su quella terra nel 2008 e lui ha perso la  memoria. Poi è stato curato per sei mesi con  terapie adeguate . Spiega che le parole urlate ai militar  sono state dettate dall'impotenza e dalla disperazione
Sapeva che i soldati israeliani non avrebbero sparato perché i media erano tutti intorno a lui.
" Ho  visto le armi dell'esercito puntato verso i bambini,, ho gridato : "se volete  uccidere i bambini, ecco il bambino . Il video  che Netanyahu  ha mostrato  non riporta  tutto  quello che ho detto"
Alla fine del video, il figlio di Mohammad Sroor racconta una delle  tante aggressioni contro i suoi familiari condotte dall'esercito israeliano.


Netanyahu distorts a Palestinian’s helpless reaction to occupying soldiers to dehumanize Palestinian pa

  Two days ago, Israeli Prime Minister Benjamin Netanyahu posted outraged commentary on a video of an encounter last Friday between a Palestinian father and son and Israeli occupying forces in Nil’in, Palestine.
The video showed Ayoub Sroor daring Israeli soldiers to shoot his three-year-old child, Mohammad.
Netanyahu said:
“I’ve just watched a video that shook me to the core of my being. In just a few seconds, it shows why our conflict persists… What did this child do to deserve this? The answer is nothing. He’s innocent. He should be in a playground. He should be in the sun, laughing with other children. Sadly, this father’s crime is not an isolated example. In Gaza, Hamas runs summer camps that teach children to value death over life.”
The Palestine Liberation Organization has responded forcefully to Netanyahu’s video, showing how he took a few comments by the father completely out of context.
PLO General Secretary Saeb Erekat issued a statement that Ayoub Sroor had suffered numerous “physical and psychological attacks” from occupying Israeli soldiers, which led him to seek psychiatric treatment given to torture victims. Here is a portion of Erekat’s response:
The Israeli Prime Minister’s denial of Palestinian rights and humanity is morally and ethically outrageous. Once again, Israel and its propaganda machine attempt to defend its prolonged and belligerent occupation of Palestine. Through seconds in a video, Netanyahu justifies the racist narrative that Palestinians are to blame, rather than Israel’s military machine and armed settlers that exercise violence and oppression against the land and people of Palestine.
This event took place in Nil’in, a village severely affected by Israeli colonization policies, including the Annexation Wall and Settlements. The few seconds  shown by Mr. Netanyahu omit a large portion of the physical and psychological attacks that Mr. Ayoub Sroor (45 years-old), who is the father of Jihad (18 years-old), Mamdouh (17), Issa (16), Bara’a (10) and Mohammad (3), has been subjected to for years by armed Israeli soldiers, a situation that brought him to seek psychiatric treatment…
Our position remains firm and clear with regards to not involving children in demonstrations, wherein the Israeli occupation army indiscriminately shoot at Palestinians with its huge arsenal of arms.
Mr. Sroor’s helpless reaction shows the desperation a life under occupation creates. Netanyahu and his extremist government are the ones responsible for killing the hope in the minds and hearts of millions of Palestinians. His public relations tactics won’t change the reality of the daily theft of land and natural resources, the oppression and humiliation that our children suffer on a daily basis, nor will it make us forget that 578 Palestinian children killed in Gaza during the summer of 2014.
The PLO posted the video below of the father, Ayoub Sroor, a refugee from the 1948 Nakba, explaining how the Israelis took his land in Nil’in by means of the annexation wall, and Israeli soldiers assaulted him on that land in 2008 and he suffered a memory loss. He then was treated for six months with therapies given to “torture victims.”
He says that his recent confrontation with the Israeli soldiers that Netanyahu has landed on was a “moment of helplessness” and that he knew Israeli soldiers would not fire, because the media were all around him.
It was a moment of helplessness. With the protection of the cameras and the media presence, and I saw the army’s guns pointed at the little children, I told them, you want to kill the little children, here’s the boy. This video [of Netanyahu] only showed a short shot of what I said.
At the end of the video, Sroor’s son Mohammad tells the camera of the many assaults on his relatives carried out by the Israeli army


Commemorazione dell'ottavo anniversario dell'uccisione di Ahmed Mousa, 10 anni, colpito alla testa da un cecchino israeliano, durante una manifestazione pacifica contro il muro dell'apartheid, nel mi villaggio Niìlin, il 29 luglio 2008.

commemorating 8th anniversary to the killing of 10 years old Ahmed Mousa who was shot dead in his head by an Israeli soldier sniper during peaceful protest against the apartheid wall in my village Ni'lin on 29th of July 2008
Ni'lin village,Occupied Palestine
29 July,2016

Nessun commento:

Posta un commento