domenica 7 agosto 2016

Gideon Levy: Le masse, non Netanyahu,sono i veri censori della libera stampa israeliana




Sintesi personale
   I  media israeliani hanno  sufficiente libertà, a prescindere da Netanyahu e da  Israel Hayom , ma hanno scelto  di non utilizzarla e di tradire la propria  missione.
Non è il governo che impone il contenuto  con la paura e l'adulazione , ma sono  le masse dei  lettori, degli ascoltatori e  degli spettatori.
Un visitatore di Israele potrebbe supporre che  si stia  svolgendo un’appassionata lotta per la libertà di espressione   contro  una amministrazione decisa a farli tacere  . Il New York Times  tuona :  Benjamin Netanyahu sta schiacciando la  stampa libera in  Israele" (30 luglio).
Torniamo alla realtà. E 'possibile che il punto di vista della maggior parte dei giornalisti israeliani sia  corrispondente al centro-sinistra. Questo è del tutto irrilevante: si sta  creando un supporto di sottomissione   molle e vile al  mainstream  che non si osa sfidare   o indebolire .
.Non è il governo che minaccia i giornalisti, ma piuttosto il Moloch rappresentato dalle massi .Tutto ciò che si fa è finalizzato a  intrattenere l'opinione pubblica ( principalmente di destra)  senza irritarla .I media potranno dimostrare "coraggio" nell’  indagare sulla  corruzione del governo ,ma presteranno attenzione a non far arrabbiare i propri clienti . Così non dicono sull’occupazione   poiché di questo  le masse non vogliono sapere nulla e tanto meno  criticheranno l’esercito  .
Le masse sono il censore di  Israele  e i media vergognosamente si  autocensurano  permettendo all’occupazione  di esistere senza sollevare domande. L’informazione dei media è  'il partner di alto livello   del governo nel demonizzare  i  palestinesi,  nella dissimulazione e nella  negazione dei crimini dell'occupazione. I giornalisti di sinistra non vogliono irritare,  conseguentemente  non riportano la verità circa l'occupazione o non  la riportano in modo completo.
La media israeliani di destra e ultranazionalista attaccano ferocemente l’  unico giornale liberale del paese   con limitata diffusione - quello che state leggendo ora . Perché si scagliano principalmente contro Haaretz e non contro  gli altri quotidiani di sinistra ?   Perché l’esercito  deve essere  al di sopra di ogni sospetto ed i comunicati stampa dei militari devono essere ripetuti a pappagallo . La stampa deve sguazzare nel vittimismo israeliano  fino alla nausea e  totalmente  oscurare  l'altra vittima.
Questa danza ha il solo scopo di perpetuare lo status quo. Così la sinistra invoca il diritto come fa la destra, ma   nello stesso tempo grida . “libertà” per presentarsi  come un combattente della libertà   Se fosse davvero così, le cose sarebbero molto diverse. 


Gideon Levy : The Masses - Not Netanyahu - Are the Real Censors of Israel's Free Press

Nessun commento:

Posta un commento