mercoledì 17 agosto 2016

50-60mila palestinesi ogni giorno illegalmente in Israele

50-60mila palestinesi ogni giorno illegalmente in Israele
Tra i 50 e i 60 mila palestinesi entrano ogni giorno illegalmente in Israele dalla Giudea-Samaria attraverso falle della barriera di sicurezza che separa i due territori. Lo ha detto il capo di stato maggiore dell'esercito israeliano, Gadi Eisenkot, parlando ad una Commissione di Controllo della Knesset (Parlamento). "Stiamo facendo grandi sforzi per chiudere le falle - ha osservato Eisenkot, citato dai media - ma ci sono ancora circa 100 chilometri senza barriera di sicurezza". In particolare - è stato spiegato - le zone dove sono maggiori le falle nella barriera sono quelle tra le colline di Hebron e il Mar Morto.
Ogni anno - ha sottolineato Eisenkot - sono arrestati circa 4.300 palestinesi entrati illegalmente in Israele, ma solo 1500 sono messi sotto accusa". Dall'altro lato, secondo il capo di stato maggiore sono circa 100.000 i lavoratori palestinesi che ogni giorno entrano in Israele in modo legale e che "non costituiscono una minaccia violenta".

(ANSAmed, 17 agosto 2016) 

Gaza: cercare posti di lavoro in Israele nonostante pericolo

1 Maggio: la condizione dei lavoratori palestinesi in Israele

Saher Saed : Palestina , sindacato, diritto al lavoro e condizione dei lavoratori tra muri e frontiere

La Palestina che lavora in Israele 

 

Vite occupate: il diritto al lavoro dei palestinesi

 


Nessun commento:

Posta un commento