giovedì 21 luglio 2016

Cisgiordania. Uccisi un bambino e un giovane



Erano almeno duemila i palestinesi che ieri hanno partecipato ai funerali di Muhye Sidqi Tibakhi, 12 anni, colpito a Ram (Gerusalemme est) da un proiettile rivestito di gomma sparato da…
ilmanifesto.info




Erano almeno duemila i palestinesi che ieri hanno partecipato ai funerali di Muhye Sidqi Tibakhi, 12 anni, colpito a Ram (Gerusalemme est) da un proiettile rivestito di gomma sparato da distanza ravvicinata da agenti della guardia di frontiera israeliana durante scontri con dimostranti palestinesi. Il proiettile ha centrato in pieno petto il bambino provocandogli un arresto cardiaco, hanno spiegato fonti del ministero della sanità palestinese. Una portavoce della polizia si è limitata a riferire che gli agenti israeliani erano stati attaccati a Ram con bottiglie molotov e che avevano disperso la folla facendo uso solo di gas lacrimogeni e di granate assordanti. Mentre ieri si svolgevano i funerali di Muhye Sidqi Tibakhi, a Gerusalemme, nel centro medico israeliano Shaare Zedek, si spegnava Mustafa Baradiya il giovane colpito da soldati dopo averli attaccati con un cacciavite. Il fratello, Ibrahim, era stato ucciso ad aprile mentre, secondo la ricostruzione israeliana, tentava di attaccare un soldato. Intanto i palestinesi accusano i coloni israeliani di aver dato alle fiamme ad un’altra casa di Duma dove un anno fa un bimbo palestinese, Ali Dawabshe, e i suoi genitori, morirono bruciati vivi a causa di un incendio doloso poi attribuito due estremisti di destra ebrei. 



 
 
 
 
Mohiyeh al-Tabakhi suffered fatal heart attack after being hit with a rubber-coated bullet, medical sources say.
www.aljazeera.com

Nessun commento:

Posta un commento