domenica 19 giugno 2016

Israele: governo approva nuovi aiuti ai coloni Cisgiordania

 Israele: governo approva nuovi aiuti ai coloni Cisgiordania

ANSAmed) - TEL AVIV, 19 GIU - Il governo israeliano ha approvato oggi all'unanimita' uno stanziamento addizionale di 70 milioni di shekel (circa 16 milioni di euro) a beneficio degli israeliani che vivono negli insediamenti della Cisgiordania. Il fine - ha spiegato il premier Benyamin Netanyahu - e' ''di rafforzarne la sicurezza, di aiutare il piccolo commercio e di incoraggiare il turismo''. Tutto' cio', hanno spiegato alcuni ministri, si e' reso necessario per sostenere i coloni alla luce dell'ondata di attentati palestinesi dei mesi scorsi.

Ma la decisione odierna e' stata subito oggetto di aspre critiche. La opposizione di sinistra ha biasimato Netanyahu per non aver piuttosto destinato quei fondi a beneficio degli strati sociali inferiori in Israele, che versano in grave difficolta'.

Da parte sua il presidente dell'Associazione industriali Shraga Brosh si e' detto ''sbalordito'' che il governo abbia reperito decine di milioni di sheklel mentre continua a dire di non essere in grado di aiutare le esportazioni di Israele, che pure sono calate dell' 11 per cento nell'ultimo anno. ''Nel governo ha prevalso il populismo'' ha lamentato. (ANSAmed).


70 milioni per gli insediamenti in Cisgiordania, «uno schiaffo alla comunità internazionale»

 

RAMALLAH - «Uno schiaffo in faccia alla comunità internazionale». Così il segretario generale dell'Olp Saeb Erekat ha commentato la decisione di oggi del governo israeliano di stanziare ulteriori 70 milioni di shekel per gli insediamenti ebraici in Cisgiordania.
«Israele - ha spiegato Erekat - sta facendo di tutto per sabotare tutti gli sforzi per raggiungere una giusta e duratura pace» e «che è venuto il momento per la comunità internazionale di assumersi le proprie responsabilità verso questo governo estremista che supporta l'apartheid contro la soluzione a due stati».
 

 



Nessun commento:

Posta un commento