giovedì 23 giugno 2016

Gideon Levy: Siamo spiacenti, Mahmoud Rafat Badran, 15 anni , è stato ucciso per 'errore'




Sintesi personale

Per errore i soldati hanno sparato ferocemente contro una macchina, , senza  avere alcuna idea di chi vi fosse. Involontariamente hanno ucciso il giovane, per caso ferito quattro dei suoi amici seriamente . Per errore i soldati  pensavano che i passeggeri della vettura avessero gettato sassi  sulla strada, erroneamente hanno pensato che bastasse questo sospetto per sparare   . Chiaro  che  se il giovane avesse gettato pietre, sarebbero stati autorizzati a ucciderlo. Per errore l'IDF inizialmente aveva riferito che i suoi soldati avevano ucciso il "terrorista" e ferito i suoi complici  e ,solo dopo qualche ora ,ha ammesso di aver ucciso  il giovane  "per caso". Involontariamente  gli israeliani hanno dimenticato che l'autostrada 443  attraversa in profondità i territori occupati , attraversa le terre dei villaggi circostanti, i cui abitanti non possono percorrere  quella strada.

Erroneamente  gli israeliani pensano  che questa situazione durerà per sempre e potranno raggiungere  Gerusalemme  velocemente ,mentre i villaggi sono chiusi in enclavi  . Pochi conoscono questa situazione o sono interessati a conoscerla

Erroneamente gli israeliani pensano che i residenti della terra rubata  siano disposti a chinare per sempre il capo verso i passeggeri della strada che ha strappato parte della loro vita.

 Erroneamente la violenta opposizione a questa realtà   viene descritta come  terrorismo, l'espulsione dei residenti  definita come legge per mantenere lo status quo e l'ordine , l'uccisione dei giovani come auto-difesa. Per caso Israele ancora una volta è vittima e il portavoce del ministero degli Esteri ha il coraggio di accusare i palestinesi di uccidere i giovani.

  Erroneamente  gli  israeliani pensano che le loro vite  siano in pericolo sulla strada e la vita dei palestinesi  sia  il  più grande pericolo.  

 Erroneamente i giornali hanno scritto: "Agguato sulle strade" (Yedioth Aharonoth), "errore operativo (Israel Hayom)," Ucciso per errore "(Maariv)  ossia il riciclaggio del linguaggio da parte dei media collaborazionisti.    Mahmoud Rafat Badran, 15 anni, stava tornando con i suoi sei amici da una nuotata  nel parco acquatico per concludere la giornata dopo il digiuno del Ramadan, non è stato ucciso per caso. I soldati che hanno sparato contro di lui non l'hanno fatto per errore. Hadi Badran, uno dei passeggeri feriti , ha detto  a B'Tselem   che ha sentito circa 15 colpi  da una distanza  tra i 40  e  50 metri,  ciò esclude   che la vita dei soldati fosse in pericolo.

I soldati hanno sparato ferocementee e intenzionalmente contro la macchina, solo   perchè  dentro  vi  erano palestinesi, non un errore quindi, ma  uccisione deliberata. Qualcuno li ha addestrati ad agire in quel modo dicendo loro che  non solo erano autorizzati a farlo , ma addirittura era necessario. Se avessero ucciso un lanciatore di sassi , avrebbero  ricevuti elogi per il coraggio  dimostrato e due pagine  su Yedioth Aharonoth.
 Il vero errore è questo:  sono  autorizzati a sparare  a lanciatori di pietre in fuga nel tentativo di salvare la propria vita -

Gideon Levy


Gideon Levy : Sorry, Mahmoud Rafat Badran, 15, Was Killed by 'Mistake'

Nessun commento:

Posta un commento