sabato 9 aprile 2016

Gaza: due giorni di bambini


http://www.andresbergamini.it/…/gaza-due-giorni-bambini.html




GAZA – Il 16 e 17 marzo 2016 abbiamo passato due giorni a Gaza: un giro di visite alle scuole che aiutiamo e visite alle famiglie molto povere nei quartieri vicine alle scuole. Quindi tantissimi bambini: tra i banchi, nelle vie, arrampicati sui muri, nei cortili, nelle culle, nelle cucine. 
In realtà sono quasi tutte così le nostre visite. I bambini guardano indifferenti, alcuni vogliono giocare, qualche volta sorridono, raramente piangono. E sempre ci chiediamo quale sarà il loro futuro.
16032016-DSC04189.jpg




Siamo tornati anche dalla mamma che non poteva parlare. Gentilissima. E i lavori di ristrutturazione nella sua casa, iniziati dopo la nostra visita precedente, procedono.
Il segno della grande ospitalità di questa gente è stata l’anatra gigantesca che ci ha offerto a casa sua Fauzia, un’amica di lunga data. C’era anche il marito, che dopo qualche giorno è improvvisamente deceduto. Era il compleanno del figlio che però si trova a Dubai. Abbiamo risolto con una bella torta con la sua foto di zucchero e una chiamata su skype.
Lorenzo si è fatto fotografare con un babbo disoccupato che si occupa di biciclette. Nella galleria qui sotto trovate anche due esempi di stili case nuove ricostruite dopo i bombardamenti di due anni fa. Un tipo è quello in legno, l’altro, con i colori pastello, stile italiano, perché i materiali sono “pregiati”.
16032016-DSC04080.jpg16032016-DSC04100.jpg
16032016-DSC04125.jpg16032016-DSC04127.jpg16032016-DSC04129.jpg
16032016-DSC04133.jpg16032016-DSC04150.jpg16032016-DSC04159.jpg16032016-DSC04162.jpg16032016-DSC04165.jpg16032016-DSC04169.jpg16032016-DSC04178.jpg
16032016-DSC04183.jpg16032016-DSC04189.jpg16032016-DSC04196.jpg16032016-DSC04205.jpg
16032016-DSC04210.jpg16032016-DSC04219.jpg16032016-DSC04223.jpg16032016-DSC04226.jpg17032016-DSC04233.jpg17032016-DSC04235.jpg
17032016-DSC04236.jpg
17032016-DSC04249.jpg17032016-DSC04256.jpg17032016-DSC04261.jpg17032016-DSC04268.jpg
17032016-DSC04274.jpg17032016-DSC04278.jpg17032016-DSC04285.jpg17032016-DSC04291.jpg17032016-DSC04300.jpg
17032016-DSC04305.jpg17032016-DSC04306.jpg17032016-DSC04308.jpg17032016-DSC04314.jpg17032016-DSC04318.jpg17032016-DSC04320.jpg
17032016-DSC04323.jpg17032016-DSC04324.jpg17032016-DSC04331.jpg17032016-DSC04334.jpg17032016-DSC04337.jpg
17032016-DSC04339.jpg17032016-DSC04350.jpg17032016-DSC04353.jpg
17032016-DSC04355.jpg17032016-DSC04356.jpg17032016-DSC04359.jpg17032016-DSC04371.jpg17032016-DSC04375.jpg

Articoli correlati:

  1. Gaza: vivere nelle baracche vicino alla zona cuscinetto
  2. Timide ricostruzioni a Gaza
  3. Scuole e famiglie povere nell’area rurale della Striscia di Gaza
  4. Lorenzo racconta le ultime visite a G

Nessun commento:

Posta un commento