mercoledì 27 aprile 2016

Diecimila in corteo a Ramallah per i diritti sociali




da: Palestinian Grassroots Anti-apartheid Wall Campaign, Martedi 19 aprile 2016
http://www.stopthewall.org/2016/04/19/ten-thousand-mobilize-ramallah-fight-social-rights
Dopo la mobilitazione sindacale degli insegnanti all'inizio di quest'anno, per la seconda volta si verifica una mobilitazione di massa contro le politiche dell'Autorità Nazionale Palestinese (ANP), ora contro la Legge 6 sul Lavoro e la Sicurezza sociale, legge che danneggerà disabili, pensionati, donne e lavoratori nel privato. Verrà ridotto il salario minimo a 726 shekel (=145 euro) e le pensioni ridotte al 51% dell'ultimo salario. Inoltre la legge autorizzerà l'Autorità Palestinese (AP) a prelevare i fondi di risparmio Palestinesi, e versarli su un fondo sul quale Israele dovrebbe versare a sua volta i fondi dei lavoratori accantonati dal 1967 in poi. Tale spostamento del fondo risparmi, attualmente indipendente, da un lato crea allarme dato che la AP non è uno Stato ed è una istituzione continuamente a rischio, e conferisce alla AP un fondo miliardario della cui destinazione ai lavoratori non è data garanzia alcuna.
Muhammad Bleidi, presidente della Nuova Confederazione dei Sindacati, spiega:”Questa legge fa gli interessi della finanza e di Israele, vi vediamo un progetto di smantellamento della legislazione palestinese sul lavoro. Essa legalizza l'appropriazione illegale da parte di Israele e di Histadrut ( l'organizzazione sindacale sionista dei lavoratori ebrei ) di fondi dei lavoratori palestinesi.

Nessun commento:

Posta un commento