mercoledì 23 marzo 2016

Tom Segev : lo Spirito del King David Hotel articolo del 2006

Sintesi personale
L'attacco terroristico sulla King David Hotel di Gerusalemme   fu a suo tempo l'equivalente delle Twin Towers; ieri è stato il 60 ° anniversario. La targa presso l'Hotel riporta :  «  "On July 22, 1946, the Etzel underground bombed the southern wing."
Non  vi è alcuna condanna.
"Underground" ha generalmente una connotazione positiva. Questa settimana è stata inagurata  una nuova targa dopo una conferenza  tenutasi al Menachem Begin Heritage Center sul  seguente tema: chi è un combattente per la libertà e chi è un terrorista  Si dà  per scontato che un combattente per la libertà è una brava persona e un terrorista è cattivo. Quasi ogni terrorista definisce se stesso come un combattente per la libertà, e viceversa i  combattenti per la libertà sono solitamente definiti come terroristi. Così è stato Begin. Ha investito molta energia per convincere la storia che lui non era un terrorista. Tra le altre cose  ha sottolineato che la sua organizzazione non colpiva i civili. C'è una tesi che potrebbe servire come lezione storica da un punto di vista morale: non danneggiare i civili.

La nuova targa identifica gli autori dell'attentato come "combattenti Etzel." E 'importante per loro sottolineare di aver agito "per ordine del movimento ribelle ebraico," in altre parole la Hagannah .Hanno chiamato il centralino  dell' hotel, le redazioni del Palestine Post,  l'Ambasciata di Francia  "per prevenire gli incidenti." In altre parole  hanno puntato a un attacco terroristico senza vittime, ma qualcosa è andato storto. Venticinque minuti sono passati e poi "per qualche ragione" gli inglesi non hanno evacuato l'edificio "e di conseguenza" 91 persone sono state "purtroppo" uccise. C'erano 28 inglesi, 41 arabi, 17 ebrei . Per sottolineare l'aspetto militare delle operazioni la targa ricorda che un membro di  Etzel è stato ucciso "in uno scontro a fuoco."

Il governo britannico sta chiedendo la rimozione della  targa . L''ambasciatore di Sua Maestà  ha scritto al sindaco di Gerusalemme che un tale atto di terrore non può essere onorato, anche se è stato preceduto da un avvertimento. Fino ad oggi non è chiaro  su che basi i pianificatori  dell'attentato ritenevano che i Britannici avrebbero evacuato   l'edificio. Benjamin Netanyahu, come primo ministro, avrebbe ordinato  di evacuare il suo ufficio  in base  a una  minaccia telefonica  di un gruppo terroristico palestinese?

Netanyahu ha parlato alla conferenza. La differenza tra un'operazione terroristica e un'azione militare legittima si esprime, ha detto, nel fatto che i terroristi intendono colpire civili, mentre i legittimi combattenti cercano di evitare questo. Secondo questa teoria il rapimento di un soldato israeliano da parte di un'organizzazione palestinese è un'operazione militare legittima  e il bombardamento di Dresda, Hanoi, Haifa o Beirut è un crimine di guerra. Naturalmente questo non è quello che voleva dire Netanyahu. Per lui  gli arabi sono il male e noi il bene . Le azioni  degli arabi a partire dal 1920, fino al piano nucleare iraniano riflettono per lui  "una mentalità terrorista". Israele, invece, danneggia solo civili accidentalmente o quando non c'è alternativa. Ad esempio quando i terroristi si nascondono tra i civili.

La verità storica è diversa: Nei 60 anni trascorsi dall' 'attacco al King David Hotel, Israele ha ferito circa due milioni di civili,  750.000  hanno perso le loro case nel 1948, un altro quarto di milione di palestinesi sono stati costretti a lasciare la Cisgiordania  .Nella  guerra dei sei giorni centinaia di migliaia di civili egiziani sono stati espulsi dalle città .Ora decine di migliaia di abitanti dei villaggi libanesi sono costretti ad abbandonare le loro case    e i piloti bombardano  Beirut e altre città. Centinaia di civili sono stati uccisi. Purtroppo. E 'tutto nello spirito del King David Hotel. Si può sempre dire che c'è stato un contrattempo.

Tom Segev

Haaretz Contributor


Nessun commento:

Posta un commento