domenica 21 febbraio 2016

Hebron : manifestazione non violenta : arresti e lacrimogeni

Due giornalisti indipendenti   insieme a manifestanti israeliani sono stati  arrestati a Hebron, 
Foto di Oren Ziv, testo di Yael Marom
I soldati israeliani arrestano attivista Kobi Snitz durante una protesta a Hebron segna 22 anni da quando la Ibrahimi Mosque Massacre, 20 febbraio 2016. (foto: Oren Ziv / Activestills.org)

 Sintesi personale

I soldati israeliani arrestano attivista Kobi Snitz durante una protesta a Hebron ,22 anni dopo  il  massacro di   Ibrahimi Mosque Massacre, 20 febbraio 2016. (foto: Oren Ziv / Activestills.org)
La polizia ha arrestato 12 attivisti israeliani durante la manifestazione per ricordare il massacro della  moschea  .
Secondo la polizia  gli israeliani sono stati arrestati in quanto entrati nell 'area di Hebron sotto il controllo dell'Autorità palestinese,proibita per legge agli Israeliani . Tra gli arrestati  vi erano due giornalisti israeliani indipendenti che lavorano per Israele Social TV e il Centro di Informazione Alternativa  Tutti  sono stati rilasciati.
i membri palestinesi della protesta Comitato di Difesa di Hebron, nel centro di Hebron, invitando le autorità israeliane per aprire Shuhada Street, che è stata off limits per i palestinesi dopo la seconda Intifada. (Foto: Oren Ziv / Activestills.org)


I palestinesi del  Comitato di Difesa di Hebron, nel centro di Hebron, chiedono la riapertura d Shuhada Street,  off limits per i palestinesi dopo la seconda Intifada. (Foto: Oren Ziv / Activestills.org)
Un giornalista palestinese è stato ferito da una granata stordente
La manifestazione è stata organizzata dal Comitato di Difesa di Hebron di sinistra  per commemorare il massacro di Baruch Goldstein   e per chiedere la liberazione del  giornalista palestinese Muhammad Al-QiQ I membri del Marabut - Hithabrut, un movimento di sinistra con sede in Israele hanno  aderito alla protesta.
I soldati israeliani sparano gas lacrimogeni contro i manifestanti palestinesi e israeliani nel centro di Hebron, in Cisgiordania, il 20 febbraio 2016. (foto: Oren Ziv / Activestills.org)


I soldati israeliani sparano gas lacrimogeni contro i manifestanti palestinesi e israeliani nel centro di Hebron, in Cisgiordania, il 20 febbraio 2016. (foto: Oren Ziv / Activestills.org)
Gli attivisti hanno marciato in modo non violento verso uno dei posti di blocco  di Shuhada Street -  chiusa al movimento palestinese dopo la seconda Intifada e hanno chiesto di  "aprire il ghetto di Hebron".
Un manifestante palestinese va da granate di gas e sonori lacrimogeni durante una protesta nel centro di Hebron, in Cisgiordania, il 20 febbraio 2016. (foto: Oren Ziv / Activestills.org) 
la situazione a Hebron ora è diventata  molto più difficile. L'esercito pone restrizioni al movimento palestinese, mentre gli israeliani possono muoversi liberamente e godere di tutti i loro diritti. 
I soldati israeliani Inchioda e arrestano un attivista israeliano durante una manifestazione nel centro di Hebron, il 20 febbraio 2016. (foto: Oren Ziv / Activestills.org)



I soldati israeliani arrestano un attivista israeliano durante una manifestazione nel centro di Hebron, il 20 febbraio 2016. (foto: Oren Ziv / Activestills.org)
"La situazione politica può essere risolta  , dichiara un manifestante, , "solo se l'esercito e tutti i coloni, fino all'ultimo uno, andranno via dalla città."
Tra gli israeliani arrestati vi era il professor Gadi Algazi, uno dei leader di Marabut - Hithabrut, che ha datto ai soldati ,all'inizio della protesta: "  gli attivisti israeliani sono venuti per   stare a fianco dei residenti di Hebron, contro l'occupazione e contro la  trasformazione di Hebron in un ghetto. "Poco dopo aver terminato il suo intervento le forze di sicurezza hanno iniziato a sparare gas lacrimogeni e granate assordanti contro i manifestanti arrestandoli
I soldati israeliani arrestano professor Gadi Algazi ad una manifestazione a Hebron invitando l'esercito a '' aprire il Hebron Ghetto, 'Hebron, Cisgiordania, il 20 febbraio 2016. (foto: Oren Ziv / Activestills.org)



I soldati israeliani arrestano il professor Gadi Algazi   (foto: Oren Ziv / Activestills.org)
Dopo il massacro alla moschea di Ibrahim, nel 1994 l'esercito israeliano ha cominciato a imporre un regime di separazione nel centro di Hebron. Strade centrali, come ad esempio Shuhada Street , sono state chiuse ai veicoli palestinesi e 1.800 negozi palestinesi sono state forzatamente chiuse . Più di mille famiglie hanno lasciato la zona. Oggi solo 250 famiglie palestinesi vivono in Shuhada Street, che resta off limits per veicoli civili e commerciali.

Nessun commento:

Posta un commento