venerdì 19 febbraio 2016

Gideon Levy : Non essere così veloce nel lodare il buon capo di Stato Maggiore israeliano Gadi Eisenkot -

Sintesi personale
Gideon Levy : Non essere così veloce nel lodare il buon capo di Stato Maggiore israeliano Gadi Eisenkot -
Sintesi personale
Gadi Eisenkot ha sempre goduto di buona fama come capo di stato maggiore ed è ampiamente apprezzato e lodato su tutta la linea.. Nelle sue poche dichiarazioni trasmette moderazione e un pensiero indipendente Vide opportunità nell' accordo nucleare con l'Iran, capisce che non c'è una risposta militare alla rivolta dei coltelli . Egli si oppone a imporre l' assedio in Cisgiordania, sostiene che siano aumentati i permessi di lavoro ai palestinesi e si astiene nel fare dichiarazioni populiste sugli attacchi terroristici. Eisenkot merita davvero elogi per tutto questo
Nonostante ciò Eisenkot è responsabile dell' affondamento morale dell'esercito ,l'IDF sta conducendo una, campagna di caccia spregevole ,una campagna costituita da una serie di esecuzioni quotidiane. Un comportamento violento che potrebbe essere fermato con un singolo ordine,ma l'ordine non viene dato.
Mercoledì scorso Eisenkot ha fatto questa degna affermazione : "Non voglio che i soldati svuotino il caricatore sulle ragazze con le forbici",ma non passa giorno che questo non avvenga 
Questa è una linea politica : uccidere, uccidere e uccidere. Non prendere prigionieri, nessuna procedura di arresto, nessuna regola di ingaggio. Ogni possessore di coltello o forbici , ogni lanciatore di pietra o di bomba incendiaria e ogni auto che punta a investire - o chiunque si ritenga che stia tentando di fare questo, deve morire. Non c'è mai stata una cosa del genere nella storia brutale, e selvaggia dell' occupazione israeliana. Nella Striscia di Gaza hanno ucciso molti di più, naturalmente. Nella West Bank l'esercito israeliano ha represso la seconda intifada,ma non ci sono state tali esecuzioni all'ingrosso: soldati armati si trovano ad affrontare giovani ragazzi e ragazze, alcune delle quali non presentano alcun pericolo per la loro vita. Eisenkot sa che c'è un altro modo: quasi ogni ragazza in possesso di un paio di forbici può essere fermata senza ucciderla e solo i soldati codardi uccidono i bambini . Eisenkot sa che se emette solo l'ordine ,il numero dei palestinesi che vengono uccisi crollerà drasticamente senza mettere in pericolo la vita di un singolo israeliano. Sa anche che ogni palestinese ucciso produce più aggressori.
Eisenkot sa che il suo esercito sta ora seminando un odio profondo nei territori occupati,ma forse non sa quali danni sono stati lasciati in eredità a una nuova generazione di israeliani. .Maj. Gen. Eisenkot, l'uomo che è stato elogiato, è direttamente e interamente responsabile di ciò in quanto, non ponendo restrizioni ,ha creato questo orrore e gli orrori che seguiranno. Una risposta militare deplorevole . una vergogna innescata nell' IDF. Mai l' esercito ha combattuto contro un nemico impotente come questo ,un nemico costituito da dei ragazzini con i coltelli, segno di un incommensurabile deterioramento morale.
In Israele nessuno lo riterrà responsabile. Egli sarà ricordato come un eroe di guerra il cui esercito ha combattuto coraggiosamente contro la ragazzina con il coltello del campo profughi di Askar e contro la donna da Silwad che ha cercato di speronare i poliziotti. Forse un giorno a L'Aia la penseranno diversamente.

Gideon Levy Don't Be So Fast to Praise the Good IDF Chief of Staff Gadi Eisenkot




Nessun commento:

Posta un commento