domenica 14 febbraio 2016

Gideon Levy: Benvenuto al Club di un solo stato Thomas Friedman









 Sintesi personale



Un nuovo, ragazzo molto apprezzato ha aderito al club. Come i nuovi ragazzi è titubante, insicuro, forse manca il coraggio. Dategli un po 'di tempo per abituarsi a questa idea . Benvenuto nel club, Thomas L. Friedman.
Il più famoso editorialista del mondo ha scritto la scorsa settimana sul New York Times: "E 'finita la soluzione a due stati tra israeliani e palestinesi" Con il ritardo caratteristico di coloro che cercano di posizionarsi in qualche centro immaginario, Friedman è giunto alla conclusione che il processo di pace è morto, che il prossimo presidente degli Stati Uniti "avrà a che fare con un Israele deciso a occupare in modo permanente tutto il territorio tra il Giordano e il Mar Mediterraneo dove vivono 2,5 milioni di palestinesi della Cisgiordania "
Come tutte le persone liberali Friedman si affretta a dare la colpa ai coloni, a Sheldon Adelson, a Benjamin Netanyahu, ad Hamas e ad Abu Mazen. Questo è deplorevole . Uno solo può porre fine all' 'occupazione e non ha mai mosso un dito per farlo.
Israele non ha mai voluto, neanche per un attimo, raggiungere la soluzione dei due stati. Israele è la parte forte ed è l'occupante, quindi la colpa non può essere divisa tra chi è debole ed è occupato Né ci si può limitare ad incolpare Netanyahu, i coloni e Adelson. Sono tutti gli altri, da Shimon Peres aTzipi Livni a Isaac Herzog e Ehud Barak, meno colpevole? E la maggior parte degli israeliani , che hanno permesso a questa situazione in tutti questi anni , sono con la loro indifferenza, meno colpevoli?
I passi di Friedman sono esitanti, ovviamente, non abbastanza decisi ,ma la sua linea di fondo è dura: "Hanno ucciso la soluzione dei due stati. Lasciate iniziare l'era di un unico Stato"
Friedman è solo un giornalista,ma riflette lo stato d'animo di Washington e questo dà speranza L'Europa che continua a recitare la formula dei "due stati"dovrà trovare il proprio Friedman per risvegliarsi dal suo sonno.Solo l'America e l'Europa possono scuotere la bella addormentata, Israele non potrà mai farlo da solo. Chiunque conosce Israele lo sa .
Cosa si fa dopo aver seppellito i morti? Friedman prima o poi raggiungerà le inevitabili conclusioni : lo stato unico esiste da quasi 50 anni e tutto ciò che rimane è quello di combattere il regime di apartheid stabilito da Israele in una parte del suo territorio. Uguali diritti e un voto per ogni uomo dovrebbero essere le nuove parole d'ordine
E come si fa a raggiungere questo? L'unico modo non violento è attraverso la punizione. Le carote sono state tutte divorate da Israele, solo i bastoni rimangono: ossia il BDS

Gideon Levy : Welcome to the One-state Club, Thomas Friedman

 

Nessun commento:

Posta un commento