lunedì 18 gennaio 2016

Esercito israeliano nega il diritto all’acqua nel villaggio palestinese di Al-Mufaqarah.

 
 
 
 
 
 
UPDATE: Israeli army denies the right to water in Al Mufaqarah Palestinian village GENNAIO 17, 2016 AT 6:40 PM (Italian follows) On January 17, in the morning,…
www.bocchescucite.org

 

 

 

 

UPDATE: Israeli army denies the right to water in Al Mufaqarah Palestinian village

GENNAIO 17, 2016 AT 6:40 PM
P1120165
SnapShot-2016-01-17-19h32m33s105.png
(Italian follows)

On January 17, in the morning, Israeli Civil Administration officers and soldiers seized a compressor, a power generator, a pneumatic drill, a pulley and two iron carts in Al Mufaqarah Palestinian village, in the South Hebron Hills.

The inhabitants were building a new well that received a stop working order. Israeli soldiers fired tear gas to scatter Palestinian women and children who were trying to prevent the seize.

With the only exception of At-Tuwani village, all the Palestinian communities in the South Hebron Hills don’t have running water and they have to rely on wells and tanks for the water supply.

The connection to the water system or the construction of new wells, however, is almost always prohibited by the Israeli Civil Administration, denying sufficient, safe, accessible and affordable water: a fundamental and universal human right.

 12573112_764613433672106_1327014260315112269_n12541104_764613467005436_8781108494445269376_n

UPDATE: Esercito israeliano nega il diritto all’acqua nel villaggio palestinese di Al-Mufaqarah.

La mattina del 17 gennaio ufficiali della DCO (Amministrazione Civile) e soldati israeliani hanno sequestrato un compressore, un generatore di corrente, un martello pneumatico, una carrucola e due carrelli di ferro nel villaggio palestinese  di Al Mufaqarah, nelle colline a sud di Hebron.

Gli abitanti stavano costruendo un nuovo pozzo che ha ricevuto un ordine di stop dei lavori. I soldati israeliani hanno sparato gas lacrimogeni per disperdere le donne e ragazze palestinesi che cercavano di impedire la confisca.

Fatta eccezione per il villaggio di At-Tuwani, tutte le comunità palestinesi nelle colline a sud di Hebron non hanno l’acqua corrente e devono fare affidamento su pozzi e cisterne per il rifornimento idrico. Il collegamento alla rete idrica o la costruzione di nuovi pozzi è però quasi sempre vietato dalla Amministrazione Civile Israeliana nei Territori Occupati, non permettendo di avere una quantità d’acqua sufficiente, sicura, accessibile e a buon mercato e negando così un diritto umano fondamentale e universale.

SnapShot-2016-01-17-20h56m20s0.png




http://tuwaniresiste.operazionecolomba.it/update-israeli-army-stop-work-and-confiscate-materials-in-al-mufaqarah-palestinian-village/
Contrassegnato con i tag: , , , , , , , , , , , , , , , Articoli Correlati

Nessun commento:

Posta un commento