venerdì 15 gennaio 2016

Avvenire: Non si ferma l' 'Intifada dei coltelli': altri due palestinesi uccisi".


 
Pagina: 22
Autore: la redazione



È una lista scritta con il sangue. E si allunga ogni giorno. Anche ieri altri due nomi sono finiti nel computo dei morti della cosiddetta "Intifada dei coltelli": 151 morti palestinesi (fra cui un arabo israeliano), 23 israeliani, uno statunitense e un eritreo dall'inizio della nuova ondata di violenze, in ottobre. II primo episodio è avvenuto in Cisgiordania, nella zona di Hebron - epicentro della nuova rivolta -, al posto di controllo di Beit Henoun. L'esercito israeliano ha ucciso un palestinese che aveva tentato di accoltellare un soldato. Un altro palestinese è stato poi ucciso vicino a Nablus (sempre in Cisgiordania). Aveva ferito un militare con un coltello. Le forze di sicurezza dello Stato ebraico hanno reagito sparando.
C'è forte tensione anche al confine con Gaza. Ieri gli israeliani hanno chiuso il valico commerciale di Kerem Shalom in seguito, hanno detto i media, a "combattimenti tra forze di sicurezza egiziane e terroristi nel Sinai", anche se non è coinvolto direttamente il valico stesso.

Nessun commento:

Posta un commento