Ebrei e arabi marciano verso un checkpoint israeliano per chiedere la fine dell'occupazione e lo smantellamento degli insediamenti



Hundreds of Israelis and Palestinians march along a major West Bank highway as part of a non-violent protest against the occupation, settlements and the recent…
972mag.com

I  manifestanti  hanno  chiesto  di  smantellare gli insediamenti e di porre fine all' occupazione israeliana nei  territori palestinesi. Hanno anche scandito slogan contro la violenza e  a sostegno della cooperazione arabo-ebraica. Soldati e poliziotti israeliani hanno scortato il corteo e non ci sono stati incidenti di alcun tipo.
Al termine della   protesta  i manifestanti si sono riuniti vicino al "tunnel checkpoint"  dove i  "Combattenti per la pace" hanno parlato e notato che  ebrei e arabi  chiedono un fine non violenta dell' 'occupazione.
"Viviamo in un periodo difficile, persone innocenti muoiono ogni giorno ed è difficile vedere la fine di questi eventi", ha detto Meital Lukov un attivista dei Combattenti per la pace. " E'  coraggioso  trovare un terreno comune  per  costruire un futuro su questa base , rompere il ciclo della violenza  e  creare un nuovo domani"
Manifestanti anti-occupazione marciano lungo il lato della Route 60 in Cisgiordania, il 27 novembre 2015. (Mustafa Bader / Activestills.org) 


manifestanti marciano lungo la Route 60 in Cisgiordania, il 27 novembre 2015. (Mustafa Bader / Activestills.org)
Mohammad Barakeh  ha notato che c'erano stati due attacchi veicolari un paio di ore prima della manifestazione  uno sulla stessa strada lungo la quale i manifestanti avevano appena marciato.
«Non vogliamo una sola goccia di sangue  versato, ma chi crea questa situazione ha bisogno di capire che solo la pace porterà la sicurezza. I  posti di blocco, l'abuso, gli insediament   causano tutto il male che sta accadendo qui. Noi insieme condanniamo questo estremista  governo a favore della vita,  della  pace,    dello  Stato di Israele   dello Stato palestinese indipendente che sarà stabilita. "
La protesta è stata organizzata dai  "Combattenti per la pace", come parte della  nuova iniziativa, "stare insieme", un tentativo di organizzare vari movimenti e partiti politici in nome della cooperazione arabo-ebraica contro la violenza e l'occupazione. "Hanno organizzato  una grande protesta a Gerusalemme lo scorso mese  e ad  Haifa  
Manifestanti anti-occupazione marciano lungo il lato della Route 60 in Cisgiordania, sullo sfondo di una massiccia barriera di cemento eretta da Israele, il 27 novembre 2015. (Haggai Matar)



Manifestanti anti-occupazione marciano lungo il lato della Route 60 in Cisgiordania, sullo sfondo la massiccia barriera di cemento eretta da Israele, il 27 novembre 2015. (Haggai Matar)

Come ogni settimana  le proteste palestinesi - con la presenza di sostenitori israeliani e internazionali contro gli insediamenti e l'occupazione, hanno avuto luogo nei villaggi di Bil'in, Ma'sara, Nabi Salih, Ni'ilin e Qaddum. Proteste Scontri  tra giovani palestinesi e forze di sicurezza israeliane hanno avuto luogo al di fuori prigione militare  di Ofer ,  al checkpoint Qalandiya, al  campo profughi di Aida vicino a Betlemme  e in altre località dello West Bank e di  Gaza. Secondo la Mezzaluna Rossa Palestinese 82 palestinesi sono rimasti feriti nelle proteste del venerdì, decine di loro da arma da fuoco vivo dell'IDF .
Newsletter bandiera
 
 
 
 
 
 
Some 250 people together march from Batir to Etzion bloc, calling for end to ‘occupation, terror and violence’

Commenti

Post popolari in questo blog

Zuheir Dolah : ha 76 anni e resiste da anni al tentativo di confisca israeliana. La storia di Hayel Mahmoud Bisharat ,

Sophia Goodfriend : Quando il discorso politico palestinese è "incitamento". Mohammad Kana'neh

Yuval Harar : Esame per Yom Kippur, giustizia e fedeltà tribale, etica e interesse

Combatants for Peace : portano l'acqua ai Palestinesi di Hebron, arrestati. Il teschio come simbolo dell'esercito Testimonianza di Mossi Raz