Mordechai Goldman : Guerra degli ultra-ortodossi contro gli ebrei che salgono al Monte del Tempio

 
Ultra-Orthodox war against Jews ascending Temple Mount

 

 

Sintesi personale,non traduzione

I recenti episodi di violenza sul Monte del Tempio e nelle aree circostanti, causati  in parte  dalla decisione di alcuni ebrei di recarsi  al luogo sacro, hanno fortemente diviso i nazionalisti ebrei religiosi e la comunità ultra-ortodossa. Mentre  gli ebrei ultra-ortodossi citano la Halacha (legge ebraica) per spiegare la loro decisa di opporsi alla visita del sito, le frange della  comunità religiosa sionista  vogliono salire al Monte del Tempio per motivi nazionalisti. Dal punto di vista degli  ultra-ortodossi   alcuni rabbini nazionalisti religiosi hanno prodotto sentenze halachiche discutibili per motivare questa aspirazione,dimenticando che  la legge ebraica in realtà lo proibisce.

Secondo un Mishnah   l'ascensione al Monte del Tempio è consentito solo dopo l'immersione in un mikvah (bagno rituale).,ma  in alcune sezioni del Monte del Tempio, sono necessarie  ulteriori livelli di santità   e  l'immersione rituale non è sufficiente. L'accesso allla zona definita  Santo dei Santi  è stata limitata   dal sommo sacerdote Yom Kippur.  Dopo il 1967  la questione del Monte del Tempio divenne rilevante, la maggior parte dei rabbini di Israele  stabilirono che gli ebrei non avrebbero dovuto  salire al Monte del Tempio, anche dopo l'immersione rituale  in quanto le posizioni del Santo dei Santi e delle sezioni Hacheil non erano abbastanza definite. Quindi  era reale  la preoccupazione di commettere un grave trasgressione religiosa facendo un passo in qualsiasi punto del Monte del Tempio.
Negli ultimi anni, alcuni rabbini sionisti  hanno  cominciato a presentare appelli contro la sentenza. Essi sostengono di aver individuato con precisione il luogo esatto del Tempio basandosi su misurazioni effettuate sul posto dal capo militare rabbino Shlomo Goren dopo la Guerra dei Sei Giorni.  Per loro  è importante incoraggiare gli ebrei a visitare il sito, come parte del comandamento di conquistare la Terra di Israele  e rafforzare la sua giurisdizione sovrana . Questa èper esempio, l'affermazione di Rabbi Eliezer Melamed
Gli oppositori  all' ascensione al Monte del Tempio respingono questa tesi. Essi sostengono che, anche se si è in grado di individuare con precisione il luogo del Santo dei Santi, Maimonide  ha vietato un'ascesa "inutile" al Monte del Tempio. Un altro sostenitore di questo punto di vista è l' attuale  askenazita rabbino di Gerusalemme  Aryeh Stern,. Egli si oppone  ai pellegrinaggi sul  Monte del Tempio. In un'intervista rilasciata nel mese di novembre 2014 per il sito di notizie ultra-ortodosse Kikar Hashabat, Stern ha ribadito il  suo punto di vista : è vietata  l'ascensione al Monte del Tempio, in quanto potrebbe trasgredire la legge religiosa, perché non si ha sufficientemente familiarità con gli esatti confini delle fasce più santificate.
Dopo gli incidenti di questo periodo gli  ultra-ortodossi stanno iniziando a rafforzare  le considerazioni diplomatiche per impedire che altri ebrei  visitino il sito. Così, per esempio, il presidente della commissione finanze della Knesset,l' ultra-ortodosso  membro della Knesset ,Moshe Gafni, ha lanciato un duro attacco contro gli ortodossi sionisti  e contro il  ministro di estrema destra Uri Ariel, salito al Monte del Tempio  alla vigilia del  Rosh Hashanah (Capodanno ebraico). Gafni  ha accusato Ariel di agire in modo irresponsabile  rischiando di innestare una escalation di violenza nella regione. ". ... Dal mio punto di vista non  c'è senso  in questa scelta.  Egli deve prendersi cura della Terra d'Israele come ministro dell'agricoltura e non andare a visitare il Monte del Tempio ".
Tre mesi fa  il quotidiano ultra-ortodosso  Yated Ne'eman ha definito gli ebrei che insistono nel  visitare il sito "erbacce selvatiche"  affermando : "Loro gettano  un fiammifero in un pozzo di petrolio che potrebbe seppellire il Medio Oriente " - Questa  posizione  del rabbino Aharon Leib Shteinman, l' autorità religiosa più importante della comunità ultra-ortodossa ,non si differenzia da quella della  sinistra israeliana:  accedere al sito è un atto di provocazione politica. Secondo il giornale  gli ebrei che visitano il sito non hanno alcuna intenzione di pregare lì. Invece, "Essi presentano  il loro programma politico come aspirazione religiosa e usano i loro insegnamenti come una vanga per  nuovi traguardi politici". Il giornale prosegue citando i vari divieti religiosi e  invitando  a  fare tutto il possibile  per chiudere il sito agli  ebrei.
  Arnon Segal dell'Associazione del Monte del Tempio ha respinto le affermazioni che ascendere al Monte del Tempio sia  una violazione della legge ebraica, citando numerose fonti  come le lettere di  Maimonide (1138-1204) dove , a quanto pare,  descrive la sua visita al Monte del Tempio. Ritiene . che i divieti halachiche siano inezie  e che gli " 'ultra-ortodossi sono ossessionati 
Segal vede nel dibattito sulla visita al Monte del Tempio un conflitto ideologico molto più ampia tra gli ultra-ortodossi e le comunità religiose nazionaliste.  :"la  comunità religiosa nazionalista  sottolinea la realizzazione della nostra vita come ebrei nella terra della Bibbia. Il divieto halachico contro il Monte del Tempio è marginale, se confrontato con l'obiettivo più ampio di 'rinnovare i nostri giorni come una volta  e di costruire il Terzo Tempio  C'è una alleanza molto evidente tra ultra-ortodossi e gruppi di laici   . Questa collaborazione di per sé è ipocrita, perché entrambe le parti stanno tradendo i loro principi fondamentali. Gli 'ultra-ortodossi stanno tradendo il loro ebraismo  e i laici stanno tradendo la loro laicità  in quanto non difendono  il diritto  democratico fondamentale alla libertà di culto ".
Il rabbino Shmuel Rabinovich  : "Subito dopo  che Israele conquistò il Monte del Tempio nel 1967, ci fu un incontro halachico sul  divieto di  accedere al sito. l'hanno firmato i più importanti rabbini nazionalisti religiosi  come Zvi Yehuda Kook, Avraham Shapiro e altri. Da allora   la posizione del Gran Rabbinato non è cambiata" .  Ciò nonostante Rabinovich ha una posizione chiara circa la" proprietà "del Tempio "Il Monte del Tempio appartiene agli ebrei  come l'archeologia e la storia dimostrano".

Per decenni  gli ultra-ortodossi si sono schierati con i governi di destra in Israele,ma la discussione sul  Monte del Tempio rivela che ci sono ancora differenze ideologiche profonde tra gli ultra-ortodossi e le comunità religiose nazionaliste.





Mordechai Goldman

Commenti

Post popolari in questo blog

Il prigioniero Zakaria El Zebedi invia un messaggio tramite i suoi avvocati agli israeliani: ′′ Da Facebook ( in ebraico e inglese)

Zuheir Dolah : ha 76 anni e resiste da anni al tentativo di confisca israeliana. La storia di Hayel Mahmoud Bisharat ,

Yuval Harar : Esame per Yom Kippur, giustizia e fedeltà tribale, etica e interesse

Alberto Negri: L’«anglosfera» fa fuori anche Fincantieri