Anshel Pfeffer: la foto del militare israeliano che afferra la testa di un ragazzino palestinese, vale più di mille parole




Sintesi  personale

Guardate la foto di questo soldato dell'IDF.
 Lasciamo  da parte  la questione se le forze israeliane dovrebbero essere in Cisgiordania, la protesta degli abitanti  del villaggio di Nabi Salih  per la  sorgente locale. Chiediamoci solo  perché questa foto è così sorprendente. Guardare di nuovo.. La mano destra tiene  saldamente un  fucile d'assalto, correttamente puntato verso la terra  . E 'un fuciliere professionista. Tutto il resto del corpo  grida aiuto. Ha  sopraffatto un ragazzino,  ma il soldato non sa che cosa fare. E   stato allenato  contro gli  Hezbollah ,  ma non  forse preparato per quello che sta facendo ora. E questo prima   che la madre e le sorelle del ragazzo  iniziassero a lottare contro di lui . Anno  dopo anno, decennio dopo decennio, alcune delle unità di combattimento più  prestigiose della IDF vengono inviate in posti come Nabi Salih, Na'alin e Bil'in, dove questi drammi avvengono regolarmente   ogni Venerdì a mezzogiorno- Non è più un errore tattico, è uno stato di negazione  che avvolge l'IDF e la popolazione  israeliana nella convinzione che l'unica soluzione sia militare .
  


Apologeti di destra, naturalmente, sono  già pronti a bollare  quanto accaduto come un  altra produzione di  "pallywood" e  a   sottolineare che la famiglia palestinese  è conosciuta come "facinorosa "  e abitualmente   recita  queste scene.   Seguiamo per un attimo la loro tesi : gli abitanti di Nabi Salih, con l'aiuto di volontari stranieri, mettono in  evidenza lo  show settimanale per i media, perché è interessante e funziona. In  tal caso, se l'unico problema è la "recita", allora perché l'IDF fornisce  un apporto extra ogni settimana per lo spettacolo? Ci sono  metodi più efficaci  per gestire la situazione, come per esempio l'utilizzo della polizia e non dei militari  . Anche questa strategia non regge sulla distanza  e non è  da assecondare
Nessuna  pubblica relazione    o gestione dei media  renderà l'occupazione ben vista    da un'altra nazione  Se non stiamo occupando il territorio, allora stiamo occupando un altro popolo    e  la maggior parte degli israeliani sa che è sbagliato.

In realtà, guardando di nuovo la foto,c'è un altro dettaglio che non avreste visto qualche anno fa. Il soldato sta cercando di celare la propria identità dietro una maschera mal  costruita . Fino a  qualche  tempo  fa non abbiamo mai visto i soldati coprirsi il   volto  durante il tentativo di reprimere le rivolte, ma appartenendo a  un battaglione d'elite devono mantenere l'anonimato 
.Coloro che credono che i nostri soldati avanzino mascherati per evitare una accusa da parte di un tribunale straniero sbagliano. Se sempre più soldati sono mascherati, è per vergogna. La maggior parte sa fin troppo bene che i nostri leader li hanno messi in una posizione impossibile e rari sono coloro che, quali che siano le loro opinioni politiche, ritornano alla famiglia il fine settimana con l'orgoglio di aver avuto il compito principale di arrestare o picchiare adolescenti. Oggi siamo già alla terza generazione di soldati incaricati di perpetuare una situazione che affligge ogni giorno di più la società israeliana  Forse   questa vergogna  li spingerà  un giorno a chiedere soluzioni politiche .

Anshel Pfeffer : A Picture of a Headlock That's Worth a Thousand Words



Anshel Pfeffer 



Commenti

Post popolari in questo blog

Zuheir Dolah : ha 76 anni e resiste da anni al tentativo di confisca israeliana. La storia di Hayel Mahmoud Bisharat ,

Sophia Goodfriend : Quando il discorso politico palestinese è "incitamento". Mohammad Kana'neh

Yuval Harar : Esame per Yom Kippur, giustizia e fedeltà tribale, etica e interesse

Combatants for Peace : portano l'acqua ai Palestinesi di Hebron, arrestati. Il teschio come simbolo dell'esercito Testimonianza di Mossi Raz