C'è spazio per i sionisti liberali in un movimento anti-sionista?



 Sintesi personale

Il  successo del partito Likud nel sondaggio del mese scorso ha rafforzato l'impossibilità di realizzare   due stati, a questo  punto  esiste un solo stato ed è uno stato brutto.
Gli analisti hanno scritto che il sessanta per cento della popolazione ebraica in Israele ha votato per l'apartheid, ma in realtà il numero era molto più alto. Sia Tzipi Livni che Isaac Herzog sono leader del centro-destra avversi al rischio; un voto per il loro blocco  sarebbe stato  pari a un voto per lo status quo  esistente dal 19 gennaio 2009. La somma di questi due gruppi di elettori  dà come risultato  il 94% .. Phil Weiss scrisse incisivamente che il tempo per un dibattito aperto tra gli anti-sionisti e i  sionisti liberali è arrivato. La fine dell'era di autoinganno è evidente e l'argomento anti-sionista ha un potenziale di risonanza più ampio  che mai. 
Per molto tempo la parola d'ordine della "sinistra" sionista è stato "dialogo" e diffondere " Semi di pace"
Tale contesto aiuta a spiegare perché la tesi di Phil è difficile da accettare. Il "Dialogo" dei  sionisti liberali  è sempre stato contemporaneamente vuoto e senza limiti. Senza energia non vi può essere alcuna azione  o  forma  per le  idee .
Il termine dialogo, due stati  costruiscono una "narrazioni" legittima ,ma  per che cosa? alla  conservazione  del dominio razziale e allo sviluppo sociale "normale", principalmente. Non importa se "normale" non avrebbe mai potuto esistere in una Ashkenazi gabbia  e in  una società di  apartheid
Tuttavia  le elezioni di Netanyahu segnano  una erosione significativa  per i sionisti liberali e per  gli antisionisti . Il fallimento innegabile dei due stati ha gettato l'intera architettura psichica precaria del sionismo liberale in un  collasso ontologica. Liberale Sionismo, un paradosso tenuto insieme da un legame forgiato nel trauma dell'Olocausto, è giunto al punto di non ritorno . Saranno loro, forse, qualche tempo prima del crepuscolo del conflitto, preziosi alleati nella lotta per abolire il sionismo. Infatti non sarà mai troppo tardi per loro  l' unirsi al movimento BDS, lo strumento migliore e più morale per la lotta contro l'apartheid.
Siamo ancora lontani dalla realizzazione della democrazia in Palestina / Israele,ma  la base sionista liberale in combinazione con la fine della discussione dei due Stati può presentare una reale opportunità per far crescere il nostro movimento politico   e  rappresentare un'opportunità per gettare le basi per un singolo Stato democratico. Mentre io sono personalmente a disagio  ad aprirmi  verso i sionisti liberali, altri com  Ayman Odeh possono fare da ponte e costituire  una zattera di salvataggio per un popolo senza una zattera 
on Apri

Commenti

Post popolari in questo blog

Ahmad Tibi : Ho cancellato il mio tweet, ma Israele è giustamente sospettato di aver ucciso bambini

Akiva Eldar : L'Europa ha rinunciato ai palestinesi

Ben Caspit :Mentre continuano gli attacchi israeliani a Gaza, la Jihad islamica risponde con i missili

Alex Kane and Mari Cohen ( Jewish Currents ) : L'offensiva israeliana a Gaza: una spiegazione- Una operazione che ha ucciso decine di palestinesi.