SPIANATA DELLE MOSCHEE, TENSIONE TRA GIORDANIA E ISRAELE




Con un voto del parlamento, 86 deputati su 150 si sono pronunciati a favore dell’espulsione dell’ambasciatore israeliano in Giordania, Daniel Nevo. I parlamentari hanno anche auspicato che l’ambasciatore della Giordania in Israele, Walid Obeidat, venga richiamato. Seppur non vincolante, la votazione odierna costituisce la prima reazione ufficiale alla mozione, attualmente all’esame della Knesset, sull’attuazione della sovranità israeliana sulla Spianata delle Moschee a Gerusalemme Est. Il terzo luogo sacro per la religione islamica, di cui la Giordania è il custode, si trova nella Città Vecchia di Gerusalemme est, annessa da Israele nella guerra del 1967 e al centro di tensioni quasi quotidiane tra le due comunità.
L’agenzia di stampa ufficiale giordana Petra ha inoltre riferito che i deputati si sono già rivolti al governo per sollecitare “misure immediate per bloccare i progetti” di Israele. “Se l’esecutivo non dovesse passare all’azione, allora vareremo una mozione di sfiducia” ha avvertito un esponente della camera bassa, Khalil Attieh.
Per un terzo delle componenti del parlamento di Amman, la controversa mozione israeliana viene considerata come una “violazione” del trattato di pace firmato tra le due parti nel 1994, nonché un’ “aggressione contro il ruolo di custode affidato alla Giordania”. Secondo il giornale governativo Al Rai, 47 parlamentari hanno firmato una mozione per chiedere “l’annullamento” del trattato in questione.
Il testo controverso – sottoposto ieri sera all’esame del parlamento israeliano ma per ora non oggetto di una votazione – ha già causato tensioni sul terreno. Ieri la polizia israeliana ha disperso gruppi di manifestanti che protestavano sulla spianata della moschea di Al Aqsa. I disordini si sono conclusi con alcuni feriti e arresti. Il primo ministro Benjamin Netanyahu ha espresso parere contrario sulla mozione, consapevole che il dibattito potrebbe suscitare malumore in Giordania, in Egitto e nei Territori palestinesi, mentre gli Stati Uniti tentano di riallacciare il dialogo tra le parti per arrivare alla firma di un accordo di pace in Medio Oriente.
[VV]
© 2014 MISNA - Missionary International Service News Agency Srl - All Right Reserved.

 

Commenti

Post popolari in questo blog

Judy Maltz : In un tranquillo sobborgo israeliano, la lotta per la sinagoga riformata diventa negativa

Oren Ziv .Il presidente israeliano accende la prima candela di Hanukkah per l'apartheid

Ben Caspit : Mentre i colloqui di Vienna continuano, Israele si prepara a una possibile guerra contro l'Iran, Hezbollah

Haaretz : Spyware NSO israeliano trovato sui telefoni dei funzionari del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti