IL CAMPO DEI PROFUGHI PALESTINESI DI YARMOUK, IN SIRIA, E' IN CONDIZIONI TERRIBILI. L'APPELLO ALLE NAZIONI UNITE E ALLA CROCE ROSSA

 Foto: IL CAMPO DEI PROFUGHI PALESTINESI DI YARMOUK, IN SIRIA, E' IN CONDIZIONI TERRIBILI. L'APPELLO ALLE NAZIONI UNITE E ALLA CROCE ROSSA

Action Alert: le istituzioni europee suonano seri campanelli d'allarme per le gravi condizioni nel campo profughi di Yarmouk

Bruxelles, 19 ottobre 2013

Le istituzioni europee sottoscritte hanno espresso profonda preoccupazione per le circostanze catastrofiche nel campo profughi di Yarmouk dallo scoppio degli eventi in Siria di due anni fa.

Ventimila palestinesi, per lo più bambini, donne e anziani, soffrono condizioni di vita disumane nel campo profughi di Yarmouk che viene sottoposto a un assedio parziale da nove mesi e ad un blocco completo da 98 giorni.

Sono state quasi 1.500 le case demolite nel campo profughi di Yarmouk a causa del quotidiano bombardamento. Il campo profughi soffre di carenza di cibo e riscaldamento, oltre ai tagli continui della corrente elettrica, della comunicazione e dell'acqua .

In un precedente pericoloso e catastrofico, un imam del campo ha emesso una Fatwa per permettere alle famiglie di mangiare cani e gatti per sopravvivere in mezzo a condizioni disumane.

A causa della grave condizione che minaccia  la vita di migliaia di palestinesi nel campo assediato, le istituzioni palestinesi con sede in Europa hanno chiamato le Nazioni Unite a sostenere le proprie responsabilità attraverso gli organi che si occupano di rifugiati,  principalmente l'UNRWA e l'Alto Commissario per i Rifugiati 
( UNHCR).

Le istituzioni per i diritti umani fanno anche appello  alla Croce Rossa per aprire  un corridoio umanitario al fine di garantire  un passaggio sicuro per gli individui e le forniture di base dopo 90 giorni di  assedio continuo.

Le istituzioni sottoscritte hanno condannato l'incapacità degli organi delle Nazioni Unite di fornire ai profughi  gli aiuti richiesti e necessari in questi ultimi mesi, e  invitano il governo siriano, l'OLP e le fazioni palestinesi in particolare, e la Lega Araba a sostenere le proprie responsabilità nei confronti di questo disastro .

Le istituzioni europee hanno chiamato  per fermare la politica della fame considerandola un crimine morale, umanitario, e nazionale, facendo appello alla comunità internazionale e al mondo libero di stare con i profughi palestinesi nel campo di Yarmouk, soprattutto dopo che 634 palestinesi, quasi un terzo delle vittime totali , sono stati uccisi nel campo profughi di Yarmouk.

Le istituzioni hanno sottolineato la necessità di perseguire i responsabili per la fame e il terrore delle famiglie  come una punizione collettiva vietata dal diritto internazionale.

- Il Segretariato generale dei palestinesi in Europa
- Il Palestinian Return Centre (PRC) a Londra
- Gruppo di Azione per i palestinesi in Siria a Londra.
- Assemblea palestinese in Germania.
- Forum palestinese della Gran Bretagna.
- Forum palestinese in Danimarca.
- Centro palestinese per la giustizia in Svezia
- Assemblea palestinese in Italia.
- Consiglio per il sostegno della Palestina in Austria.
- Casa palestinese in Olanda.
- Forum palestinese in Francia.
- Il Diritto palestinese in Irlanda.
- UFREE Network in Europa 
- La campagna europea per togliere l'assedio su Gaza.
- Gli europei di Gerusalemme.
- Iniziativa europea per sollevare gli insediamenti e il muro.
- I medici palestinesi in Europa.
- I medici palestinesi in Germania.
- Associazione palestinese di ingegneri in Germania.
- Associazione delle donne palestinesi in Germania 

 
http://ufree-p.net/index.php/site/index/news/320/3

Bruxelles, 19 ottobre 2013

Le istituzioni europee sottoscritte hanno espresso profonda preoccupazione per le circostanze catastrofiche nel campo profughi di Yarmouk dallo scoppio degli eventi in Siria di due anni fa.

Ventimila palestinesi, per lo più bambini, donne e anziani, soffrono condizioni di vita disumane nel campo profughi di Yarmouk che viene sottoposto a un assedio parziale da nove mesi e ad un blocco completo da 98 giorni.

Sono state quasi 1.500 le case demolite nel campo profughi di Yarmouk a causa del quotidiano bombardamento. Il campo profughi soffre di carenza di cibo e riscaldamento, oltre ai tagli continui della corrente elettrica, della comunicazione e dell'acqua .

In un precedente pericoloso e catastrofico, un imam del campo ha emesso una Fatwa per permettere alle famiglie di mangiare cani e gatti per sopravvivere in mezzo a condizioni disumane.

A causa della grave condizione che minaccia la vita di migliaia di palestinesi nel campo assediato, le istituzioni palestinesi con sede in Europa hanno chiamato le Nazioni Unite a sostenere le proprie responsabilità attraverso gli organi che si occupano di rifugiati, principalmente l'UNRWA e l'Alto Commissario per i Rifugiati
( UNHCR).

Le istituzioni per i diritti umani fanno anche appello alla Croce Rossa per aprire un corridoio umanitario al fine di garantire un passaggio sicuro per gli individui e le forniture di base dopo 90 giorni di assedio continuo.

Le istituzioni sottoscritte hanno condannato l'incapacità degli organi delle Nazioni Unite di fornire ai profughi gli aiuti richiesti e necessari in questi ultimi mesi, e invitano il governo siriano, l'OLP e le fazioni palestinesi in particolare, e la Lega Araba a sostenere le proprie responsabilità nei confronti di questo disastro .

Le istituzioni europee hanno chiamato per fermare la politica della fame considerandola un crimine morale, umanitario, e nazionale, facendo appello alla comunità internazionale e al mondo libero di stare con i profughi palestinesi nel campo di Yarmouk, soprattutto dopo che 634 palestinesi, quasi un terzo delle vittime totali , sono stati uccisi nel campo profughi di Yarmouk.

Le istituzioni hanno sottolineato la necessità di perseguire i responsabili per la fame e il terrore delle famiglie come una punizione collettiva vietata dal diritto internazionale.

-
http://ufree-p.net/index.php/site/index/news/320/3

Commenti

Post popolari in questo blog

AMIRA HASS: I VOLONTARI PALESTINESI AIUTANO I RACCOGLITORI DI OLIVE IN MODI CHE L’AUTORITÀ PALESTINESE NON PUÒ ADEMPIERE

RABBI PESACH LERNER, fondatore di Eretz Hakodesh : chi sono i veri sionisti negli ebrei della diaspora?