Israele - Usa: armi chimiche e ipocrisia morale di Richard Silverstein

Armi Chimiche e l'ipocrisia morale

Sintesi personale 

di Richard Silverstein il 13 settembre 2013 ·

Mentre il presunto uso da parte del regime siriano di armi chimiche è un atto criminale ,se è vero, e meritevole di accusa dinanzi alla Corte penale internazionale, cerchiamo di non diventare tutti ipocriti moralmente  sull'argomento. Le più grandi potenze militari hanno armi chimiche.Alcune le  hanno anche  utilizzate.  Saddam  la usò contro i suoi nemici iraniani durante la guerra Iran-Iraq nel 1980  e contro i curdi a Halabja.
Gli Stati Uniti e la Russia hanno entrambi programmi di armi chimiche
 Durante la guerra del Vietnam è stato usato  l'Agente Orange  per defogliare il terreno dove  i vietcong si nascondevano :500.000 bambini sono nati con varie deformità e disabilità  e le  nostre truppe sono state anche gravemente colpite. Nella battaglia per Falluja, gli USA hanno usato enormi quantità di fosforo bianco e di armi all'uranio impoverito causando  decessi per cancro , malformazioni fetali e altri impatti orribili sui residenti locali, violando così  le  convenzioni internazionali.
Israele ha anche una lunga storia di ricerca  e di uso  di  armi chimiche e biologiche  fin dal 1948 .Le forze israeliane hanno introdotto tifo e dissenteria nei sistemi ad acqua di San Giovanni d'Acri e di Gaza, causando numerose malattie e morti.L'Egitto  arrestò due agenti israeliani  a Gaza e li condannò  a morte .
Israele ha iniziato la ricerca  nel 1956 sotto la direzione di David Ben Gurion. Lo  stesso anno Shimon Peres si recò  in Francia per avviare le trattative per il reattore nucleare che realizzò nel 1967.
Questo interessante saggio suggerisce  che  ci fu un dibattito furioso  tra Chaim Weizmann, lui stesso un chimico, e altri scienziati alleati con gli interessi militari e l' intelligence. Weizmann era fermamente contrario alla "scienza nera" della guerra chimica. Invece  propose  la creazione di un Istituto dedicato alla "scienza pura."  :il Weizmann Institute che  diede un contributo significativo alla capacità militari di Israele.
   
Ben Gurion ordinò la creazione del primo laboratorio israeliano di  armi chimiche e biologiche a Ness Ziona.Il primo  direttore del laboratorio fu  Ephraim Katzir, che alla fine  divenne  il quarto presidente di Israele.
Agenti chimici e biologici sono stati spesso utilizzati sul campo di battaglia da parte di Israele.  
Ricercatori delle Nazioni Unite hanno rilevato  radiazioni nei crateri delle bombe in Libano dovute probabilmente  all'uranio impoverito . Il fosforo bianco è stato usato a Gaza in un ambiente urbano densamente popolato, un uso specificamente fuori legge secondo il diritto internazionale. Israele ha utilizzato anche  armi DIME il cui impatto  ho descritto qui.
Le armi biologiche sono spesso utilizzate  da agenti segreti israeliani . Lo hanno fatto nel caso di Khaled Mesha  ad  Amman. Il  re Hussein  chiese  al Primo  Ministro Netanyahu di fornire un antidoto. Mahmoud al-Mabouh è stato ucciso con agenti chimici dal  Mossad a Dubai nel 2009. Agenti del Mossad  hanno anche accidentalmente ucciso un ingegnere israeliano sospettato di aver venduto segreti militari in Egitto. Dopo essere stato rapito, durante il volo di ritorno in Israele, morì per overdose . Il suo corpo è stato gettato  in mare e la storia è stata censurata  per 50 anni.
Ness Ziona sviluppa tutte queste armi per  l' 'IDF e l'  intelligence israeliana. Il laboratorio è un segreto gelosamente custodito.Gli Israeliani non  sanno quasi nulla di ciò che accade lì  e  preferiscono così. Una forma di negazione plausibile che potrebbe anche essere chiamata amnesia morale. C'è poco o nessun dibattito pubblico sulle varie forme di WMD  che Israele possiede. I militari preferiscono così  e  così l'esercito ha carta bianca.
Israele non solo si rifiuta di aderire al Trattato di non proliferazione nucleare, si rifiuta di ratificare la Convenzione sulle armi chimiche (che ha firmato). Ci sono solo cinque nazioni al mondo che non hanno ratificato la convenzione: Israele, Corea del Nord, il Libano, la Siria e l'Egitto.  Molti analisti ritengono che la Siria e l'Egitto abbiano sviluppato  armi chimiche come  deterrenza contro il nucleare israeliano. Il mondo ha chiuso un occhio su  ciò che queste nazioni arabe hanno fatto perché il mondo ha anche  chiuso un occhio sul  nucleare di Israele.Bashar al-Assad ha cambiato tutto   con il suo presunto uso di armi chimiche.
E 'del tutto giustificato esigere che la Siria si liberi  delle armi chimiche soprattutto se li ha usati contro i civili,ma è ipocrita non richiedere  a tutti gli stati della regione che hanno CW di non fare altrettanto. Yigal Palmor ha creato una meravigliosa cortina fumogena  contro tali richieste  :
"Purtroppo ... altri paesi del Medio Oriente, tra cui quelli che hanno utilizzato armi chimiche di recente o in passato o si crede siano  al lavoro per migliorare le loro capacità chimiche   hanno specificato  che la loro posizione sarebbe rimasta invariata anche se Israele avesse ratificato  la Convenzione, Alcuni di questi stati non riconoscono il diritto di Israele ad esistere e sfacciatamente vogliono  annientarla. In questo contesto la minaccia delle armi chimiche contro Israele e la sua popolazione civile non è né teorica né lontana. Organizzazioni terroristiche, in qualità di proxy per certi stati regionali, analogamente rappresentano una minaccia. Queste minacce non possono essere ignorate da Israele, nella valutazione della  possibile ratifica della Convenzione. "
Vediamo come possiamo analizzare le bugie e le  sciocchezze di questa dichiarazione. In primo luogo l' arsenale israeliano  è il primo in assoluto nella regione .  Quindi, se qualsiasi altro stato sta migliorando il suo arsenale, ciò  è irrilevante.
In secondo luogo, nessun altro stato  che io sappia ha detto che avrebbe rifiutato di firmare la Convensione  anche se Israele lo avesse fatto . In realtà, l'Egitto e la Siria in passato hanno detto esattamente il contrario: che avrebbero firmare la convenzione, se Israele avesse firmato  NPT (che per gli stati arabi sono le armi più spaventose che  Israele possiede).
In terzo luogo nessuno stato del Medio Oriente che ha armi chimiche ha negato il diritto a Israele di esistere o  ha chiamato per annientarla. Questa affermazione è semplicemente inventata di sana pianta.  Se  Assad  tentasse di usare le sue armi  chimiche contro israele, sarebbe spazzato via   e lui lo sa. L'unico che a quanto pare non lo sa è  Yigal Palmor.
Per quanto riguarda l'argomento che "organizzazioni terroristiche" rappresentano una minaccia: nessuno ha mai usato agenti chimici contro Israele, mentre Israele ha usato tali armi. In breve  Israele non ha alcun motivo plausibile per rifiutare di firmare la convenzione, semplicemente  non  desidera  avere alcun controllo internazionale o restrizioni sulle sue capacità militari. Israele sa che il suo arsenale di WMD  viola  ogni trattato o convenzione  che potrebbe firmare.
Un altro argomento  che Israele usa  per difendere la conservazione della sua capacità di WMD è che ai  suoi vicini di casa non  si può dare fiducia  , mentre  a Israele si. E 'la usuale sindrome della "villa nella giungla" . Israele è una  nazione civilizzata  in mezzo a tribù  e a Stati selvaggi . Israele  rappresenta l'Occidente nella regione, fa il lavoro del Signore nell'esercitare  una influenza civilizzatrice sui nativi. Sì  i funzionari israeliani usano questa retorica  e apparentemente ci credono.

Nevertheless, both the U.S. and Israel are hypocrites regarding WMD.  Of course, it is correct to demand transparency and accountability from Assad.  As long as we hold ourselves to a similar standard.

 
Chemical Weapons and Moral Hypocrisy

Commenti