Una madre Palestinese parla del delitto d’onore della figlia.






 tratta da FB

Una madre Palestinese parla del delitto d’onore della figlia.
di Asmaa al Ghoul, giornalista e scrittrice dal campo profughi di Rafah, con sede a Gaza.

Hiyam, una donna palestinese di 23 anni, è stata uccisa per mano del padre e del fratello, all'alba, l'8 marzo 2013, con il pretesto del cosiddetto delitto d'onore. Sua madre Souad, 44 anni, ha parlato con Al-Monitor a casa della famiglia, nel campo profughi Nuseirat, nel cuore della Striscia di Gaza. Aveva un colorito grigio e sembrava affaticata, e così logorata che non poteva nemmeno stare in piedi, Souad ha detto: "Hanno trattato ingiustamente mia figlia Hiyam. Lei era la figlia maggiore e la più dolce di tutte. Possa Dio vendicarsi del padre e del fratello ".

La madre ha raccontato ad Al-Monitor la storia di sua figlia. "Ero in visita ai miei genitori, e ho dormito da loro. Intorno alle tre del mattino, ho ricevuto una telefonata dal mio figlio maggiore, Adham, che mi diceva di correre a casa. Sentivo che c'era qualcosa di molto brutto. Quando sono arrivata a casa ho trovato mia figlia in piedi in silenzio ", ha detto Souad,indicando un angolo della casa. Souad ha continuato, "Adham ha detto che avevano trovato il nostro giovane vicino Ahmed all'interno della casa. Ho chiesto a mia figlia, e lei ha detto che era un ladro che è saltato fuori dalla finestra. Non le ha dato la possibilità di parlare. Mia figlia era timida per natura. Non si è nemmeno difesa."

Con i suoi figli sopravvissuti seduti intorno a lei, gli occhi di Souad si riempirono di lacrime, quando ha aggiunto, "Sapevo che stavano per ucciderla. Ho urlato e pianto, e poi non mi ricordo nulla, se non che mi svegliai in una stanza chiusa con i miei bambini."

“Hanno trattato ingiustamente mia figlia Hiyam. Lei era la mia figlia maggiore e la più dolce di tutte. Possa Dio vendicarsi del padre e del fratello.”

Mohammed, 13 anni, figlio di Souad, raccontò quello che era successo dopo."Mia madre cadde sul pavimento del salotto. Quando ha perso i sensi, l'abbiamo trascinata nella stanza e chiuso la porta. Questa è stata l'ultima volta che abbiamo visto mia sorella Hiyam. C'erano i vicini e molti uomini in casa", ha detto. Secondo la polizia e la famiglia, il padre e il fratello hanno strangolato Hiyam. Il giovane uomo, Ahmed, è stato picchiato e gettato da una struttura alta e probabilmente è morto. I vicini sono stati invitati a testimoniare l'atto e riferirlo alla polizia.

Mohammed ha aggiunto, tristemente, "E' arrivata troppo tardi la polizia. Sono arrivati dopo un'ora e mezza. Se fossero venuti prima, avrebbero salvato mia sorella Hiyam"

Al-Monitor ha incontrato Ayman al-Batniji, il portavoce della polizia, nel suo ufficio. Batniji ha telefonato a Raed Abu Hoichel, a capo delle indagini a Gaza, per ottenerei dettagli del delitto. Dopo la loro conversazione, Batniji ha raccontato ad Al-Monitor: "La polizia è arrivata sulla scena del crimine dopo aver ricevuto una chiamata dai vicini dicendo che c'era un giovane uomo a terra,coperto di sangue. Arrivata la polizia, ha arrestato lui, insieme al padre ed al fratello della vittima.

Dopo circa un'ora, i vicini hanno chiamato di nuovo per informare la polizia che il corpo della ragazza era in casa. La polizia è andata a casa e ha portato il corpo di Hiyam in ospedale. In seguito si scoprì che il padre e il figlio avevano prima tentato di strangolare Hiyam con una corda, e quando non sono riusciti ad ucciderla, hanno usato un doppio cavo. Batniji ha confermato che il padre e il figlio sono stati arrestati per aver ucciso Hiyam, mentre il giovane vicino di casa che è stato picchiato era detenuto in carcere con l'accusa di violazione della privacy.

Souad, suo figlio Mohammed e sua figlia Haya, 12 anni, tenevano in mano il diario di Hiyam, in cui lei aveva scritto che voleva andare alla festa di compleanno di un amico e alla festa di fidanzamento di un altro amico, ma che non poteva. La madre ha spiegato che sua figlia raramente usciva di casa e che non vi era stato nulla di sospetto nel suo comportamento. "Mi ricordo che il giorno prima di essere uccisa, mi ha chiesto di prenderle un assorbente, così come possono accusarla di un tale crimine?" chiese la madre della vittima, il che indica che la figlia aveva le mestruazioni quando è stata uccisa.

Batniji ha detto che durante gli interrogatori, il fratello di Hiyam aveva detto che aveva trovato sua sorella e Ahmed in una situazione "sospettosa"all'interno della casa. Dopo averli messi sotto pressione, hanno confessato che non era la prima volta, il che ha spinto il padre e il fratello ad agire,quella mattina. Batniji aggiunto che la polizia aveva arrestato gli assassini con l'accusa di omicidio di primo grado, ma che le leggi ingiuste e gli organi giudiziari di coordinamento con il pubblico ministero di solito non applicano la pena massima per questi crimini.

Le circostanze attenuanti

Secondo il Centro palestinese per i diritti umani (PCHR), nel 2012 a Gaza, sono stati tre i delitti d'onore con conseguente morte, mentre nel 2009 nove donne avevano affrontato un destino simile. Inoltre, secondo la Commissione indipendente per i diritti umani (ICHR), un totale di 70 crimini come questi,ha avuto luogo tra il 2005 e il 2009 in Cisgiordania ed a Gaza.

Il 17 marzo, il giudice Ziad Thabet, ha parlato con Al-Monitor nella biblioteca del Consiglio superiore della magistratura. Thabet ha detto che durante la sua permanenza nella magistratura, aveva notato che gli imputati per delitti d'onore erano solitamente condannati a pene leggere. Tre anni di carcere è stata la più rigida pena in questi casi. L'ergastolo o l'esecuzione non sono mai stati considerati.

Thabet si rammarica di questa situazione, ma anche riconosce che i giudici sono membri della stessa società in cui i delitti d'onore avvengono. Ha aggiunto che ci sono molti casi in cui i colpevoli ricevono pene ridotte per i crimini,compresi i crimini di vendetta familiare o in casi di droga, punibili con la morte. Nella maggior parte dei casi, le condanne sono più leggere a causa della giovane età dei trasgressori. I delitti d'onore sono un altro esempio di in cui si verificano circostanze attenuanti.

Thabet ha sottolineato che i delitti d'onore sono una violazione della legge islamica. "Secondo l'Islam, il reato di adulterio si riesce raramente a testimoniare, a provare; perchè richiede quattro testimoni oculari. Nel caso in cui vi siano le prove di tale crimine, l'Islam non prevede l'uccisione come una punizione", ha detto Thabet.

Sistema giudiziario patriarcale

I colpevoli sono condannati a pene ridotte ai sensi dell'articolo 18 del Codice penale n. 74 del 1936, che ha come titolo "Necessità". L'articolo prevede "clemenza nella punizione dei crimini che hanno commesso i colpevoli al fine di evitare conseguenze che potrebbero causare danni irreparabili al loro onore, denaro, o all'onore che chi ha commesso il crimine,è obbligato a proteggere."

Secondo Salah Abdul Ati, un avvocato affiliato all'ICHR, l'ampiezza di questo articolo consente di essere clementi per i delitti commessi sotto il pretesto di vendicare l'onore di una famiglia. Nonostante gli atti di questo articolo del codice penale dovrebbero essere limitati ai casi di legittima difesa, molti giudici continuano ad applicarla per i delitti d'onore, che riflette la natura patriarcale della cultura e della società palestinese. Ati ha aggiunto che la maggior parte di questi crimini sono commessi sulla base di voci o sospetti,mentre altri potrebbero essere motivati dall'eredità di una ragazza.

Ati ha anche spiegato che il presidente dell'Autorità Palestinese, Mahmoud Abbas, aveva emesso un decreto presidenziale per la modifica dell'articolo, conl 'aggiunta della frase "ad eccezione dell'omicidio delle donne, con il pretesto dell' onore della famiglia". La divisione politica tra Fatah eHamas, tuttavia, impedì al Consiglio legislativo di Gaza di fare la modifica.L'articolo è stato preso dal Codice penale giordano, che si applica nella West Bank.

La madre di Hiyam tiene tra le mani una foto di sua figlia. "Era alle scuole medie in questa immagine. Avrei voluto vederla felice. Aveva condotto una vita nella tristezza, avendo cura di tutti, servendo e pulendo per i 12 membri di questa famiglia. Sebbene mi stia a cuore mio figlio Adham, voglio che sia punito insieme con il padre per quello che hanno fatto a Hiyam", ha detto.

Commenti

Post popolari in questo blog

Judy Maltz : In un tranquillo sobborgo israeliano, la lotta per la sinagoga riformata diventa negativa

Oren Ziv .Il presidente israeliano accende la prima candela di Hanukkah per l'apartheid

Ben Caspit : Mentre i colloqui di Vienna continuano, Israele si prepara a una possibile guerra contro l'Iran, Hezbollah

Haaretz : Spyware NSO israeliano trovato sui telefoni dei funzionari del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti